Ieri in contrada Catanese all'Annunziata, all'interno di alcuni complessi, i residenti non sono nemmeno potuti uscire di casa, per non parlare dei bambini che ormai vivono reclusi. Questa volta la denuncia è del consigliere comunale Libero Gioveni che vuole dire "basta" ad una situazione che definisce inverosimile e rispetto alla quale questa Amministrazione, notoriamente animalista, ha dimostrato solo a parole di voler tutelare la pubblica e privata incolumità.

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

node comment

Contrada catanese sui colli...da sempre casa dei cinghiali...poi occupata dai palazzi...quindi i cinghiali da padroni di casa diventano ospiti indesiderati....Il caldo e gli incendi hanno spinto i cinghiali a rovistare tra i rifiuti. Una situazione di emergenza anche per i cinghiali che vengono descritti peggio dei lupi. In realtà non ho mai avuto notizia di attacchi dei cinghiali messinesi...mai....sono mansueti...forse disperati per gli incendi.... ma mansueti.

Libero Gioveni non perde mai l'occasione per un comunicato stampa contro l'amministrazione ma a volte fa confusione. Due settimane fa, dopo la morte del cavallo Oliver, criticava la mancata tutela degli animali da parte del comune, ora dice che l'amministrazione è "notoriamente animalista". Invece, la verità è che Gioveni è alla ricerca della notorietà.

IL TIBETANO SCALZO, CHE NON HA ALUN RILIEVO LA ORMAI FAMOSA FRASE: "LUI E' COERENTE ALLE SUE IDEE" O QUALCOSA DI SIMILE, NON PROVVEDERA' MAI, O ORDINERA' A CHI DI DOVERE SIANO LE SUE STESSE FORZE MUNICIPALI O ALTRI ORGANI, DI RICHIEDERE LA SOPPRESSIONE DI QUESTI ANIMALI PERICOLOSISSIMI CHE TALVOLTA HANNO UCCISO SIA ALTRI ANIMALI CHE PERSONE. LA FILOSOFIA, O QUALCOSA DI SIMILE, CHE GLI IMPONE DI NON ORDINARE IL TRASFERIMENTO, MAGARI UTILIZZANDO PROIETTILI DI SONNIFERO CHIEDENDO AIUTO AI VETERINARI O ALL'ASSOCIAZIONE PROTEZIONE ANIMALI CON I SUOI VETERINARI, O LA COME GIA' SCRITTO LA SOPPRESSIONE. MI MERAVIGLIO CHE VOI RESIDENTI DOVETE ESSERE SCHIAVI DELLA VOSTRA VITA SIA DI ANIMALI CHE ACCORINTI. REAGITE E RIBELLATEVI. SITE IN PERICOLO VERO!

Ma con tanti cacciatori che ci sono non si potrebbe organizzare una battuta di caccia e successivamente, dopo i controlli sanitari, destinare gki animali abbattuti alle mense dei poveri?

Il bello è che c'è chi ancora difende accorinti...

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007