16 e 17 settembre
messe da parte le polemiche degli scorsi giorni il sindaco Accorinti ha presentato oggi, in conferenza stampa, il programma dei due giorni in cui il Dalai lama sarà a Messina e Taormina.
Venerdì, 11. Agosto 2017 - 13:08
Scritto da: Marco Celi
Categoria: società


Inizia il 16 settembre a Taormina la visita ufficiale del XIV Dalai Lama, Tenzin Gyatso, con l'arrivo all'aeroporto di Catania dove, il sindaco di Messina, Renato Accorinti, insieme al sindaco di Catania, Enzo Bianco, lo accoglieranno per accompagnarlo fino al Teatro Antico di Taormina, dove, alle 9.00, gli verrà conferita l'Onorificenza della Città Metropolitana di Messina. L'intero programma delle di queste due giornate di manifestazioni, è stato presentato in conferenza stampa, questa mattina a Palazzo Zanca, alla quale hanno presenziato, oltre il sindaco Accorinti, anche gli assessori Cacciola, Pino, Alagna e Signorino.

 

Alle 11.30, sempre del 16 settembre, invece, Il Dalai Lama terrà la prima lezione sul tema "La pace è...incontro tra i popoli. Una opportunità per l'evoluzione dell'umanità". Per concludere la giornata, nel pomeriggio, dalle 13.30 alle 15.30, ci sarà un secondo incontro dal titolo "In cammino verso la saggezza e la felicità attraverso le meditazione".

 

La seconda giornata, quella del 17 settembre, invece vedrà il Dalai Lama ospite a Messina presso il Teatro Vittorio Emanuele, dove innanzitutto gli sarà conferito il premio "Costruttori di pace, giustizia e non violenza - Città di Messina", premio che è stato istituito per l'occasione dall'amministrazione, che spera abbia un seguito nei prossimi anni, premiando altre personalità meritevoli che si sono distinte nella promozione del messaggio della pace. Alle 11.30 altra lezione del Dalai Lama, sul tema "Etica compassionevole e interdipendenza", in cui verrà trattato il tema molto caro al Dalai Lama dell'etica laica, della trasmissione dei valori interiori ad ogni individuo attraverso l'istruzione e l'educazione, tema che sarà ripreso anche nell'incontro pomeridiano, dalle 13.15 alle 14.30, dl titolo "L'attività educativa e l'addestramento della mente:la via più efficacie per lo sviluppo delle coscienze". Nella stessa giornata, il sindaco, avrà anche modo di ricevere personalmente il Dalai Lama nel suo studio, a Palazzo Zanca.

 

Per il sindaco Accorinti, non solo la visita del Dalai Lama, vuole rappresentare la vicinanza di Messina alla causa del Tibet, che da decenni vive sotto l'oppressione del regime cinese, ma anche un modo per dal lustro alla nostra città invitando una personalità di importanza indiscussa a livello mondiale che possa offrire alla cittadinanza messinese dei momenti di riflessione e di confronto su temi etici, sociali e culturali, per questo ha dichiarato "sono felice di fare questo per la mia città".

 

Il costo del biglietto per gli spettacoli sarà quello di 30 euro per la platea al Vittorio Emanuele e tribuna numerata a Taormina; di 10 euro per le gradinate non numerate al Teatro Antico e per le gallerie e gli ordini di palchi più in alto al Vittorio Emanuele; già dalla vendita dei primi biglietti si è riusciti a raccogliere all'incirca 10.000 euro. Il ricavato servirà a coprire le spese per l'organizzazione dell'evento, che ha richiesto sforzi anche dal punto di vista della sicurezza, e se dovesse esserci un ricavo, alla fine delle due giornate evento, questo sarà devoluto interamente in beneficenza per i bambini tibetani in esilio Dharamsala in India, come già annunciato nei giorni scorsi.

 

Non è inserito ancora in programma, invece, il conferimento della Cittadinanza Onoraria al Dalai Lama, onorificenza la cui approvazione deve necessariamente passare dal consiglio comunale, che presto sarà chiamato ad esprimersi in merito. Il sindaco ha anche dichiarato di aver riservato dei posti per tutte le autorità che vorranno presenziare all'evento, compresi i consiglieri comunali, le quali se vorranno, potranno fare delle libere donazioni per la causa. Infine, tutti i temi che il Dalai Lama tratterà nel corso delle sue lezioni, sono stati scelti dal sindaco Accorinti, su invito espresso dello stesso Dalai Lama.

 

In conclusione della conferenza stampa, il vice sindaco, Gaetano Cacciola, ha tenuto fare una considerazione:"E' compito di un'amministrazione portare in città una persona che parli di pace? Celo siamo chiesti un po' tutti in questi giorni. Il compito di un'amministrazione è fornire servizi, ma anche dare messaggi, dare delle opportunità di riflessione. Quindi se un'amministrazione dà ospitalità ad una persona che da un messaggio universale, non può che essere una persona accolta". 

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

node comment

Ritratto di Carlo Cucinotta

Facciamo finta che sia tutto a posto e "legale", ma la Fondazione, sulla quale si è tanto blaterato, dove è finita ?

Rispettare ma non condividere la scorciatoia di un vivere secondo il proprio istinto e legittimato da un pensiero filosofico primitivo. Chi si professa cattolico deve avere un serio cammino di vita e spirituale per una vita ascetica (preghiera) e mistica (in relazione cin Dio). http://www.lectiodivina.it/

Rispettare ma non condividere la scorciatoia di un vivere secondo il proprio istinto e legittimato da un pensiero filosofico primitivo. Chi si professa cattolico deve avere un serio cammino di vita e spirituale per una vita ascetica (preghiera) e mistica (in relazione cin Dio). http://www.lectiodivina.it/

Mi viene da pensare..... e se il Dalaia Lama fosse stato Americano..... all'eeroporto ci sarebbe stato solo il Sindaco Bianco, per coerenza penso proprio che sarebbe stato così.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007