Alluvione
Dopo i gravi danni riscontrati in mattinata un’altra cattiva notizia per i cittadini di Milazzo. L’amministrazione, rilevando un pericolo per la salute dei cittadini, ha infatti diramato il divieto di utilizzare l’acqua proveniente dall'acquedotto comunale a causa della possibile presenza di fanghi. Nella zona di Bastione i danni sono più gravi, molti i cittadini con le case allagate. La Croce Rossa e gli Scout dell'Agesci Sicilia hanno provveduto a fornire 150 posti agli sfollati.
Sabato, 10. Ottobre 2015 - 18:48
Scritto da: Salvatore Di Trapani
Categoria: tirreno


Gravi danni nella zona di Milazzo e in particolare a Bastione. Dopo gli allagamenti registrati in mattinata e le esondazioni dei fiumi arriva il divieto dall’amministrazione Formica di utilizzare l’acqua proveniente dagli acquedotti comunali come acqua potabile. Attualmente sono infatti in corso dei controlli per accertare la presenza di fanghi e altre sostanze dannose per la salute dei cittadini.

Disastrosa la situazione a Bastione dove sono molti i cittadini impossibilitati a rientrare a casa. La Croce Rossa e gli Scout dell'Agesci Sicilia hanno provveduto già a fornire 150 posti e attualmente è in corso la distribuzione di cibo e abiti. Il sindaco Formica ha concordato con il comandante della Compagnia dei Carabinieri che a partire dalle ore serali vi sia un servizio di controllo delle abitazioni interessate dall’alluvione al fine di evitare il verificarsi di episodi di sciacallaggio. Vietato inoltre il transito veicolare nelle zone interessate dall'alluvione di questa mattina. Il provvedimento prevede il divieto con decorrenza immediata.

A seguito dell'alluvione di questa mattina in contrada Bastione inoltre, il sindaco Formica, intervenuto sul posto non appena è scattato l'allarme, dopo aver disposto assieme agli assessori alla Protezione Civile, Ciccio Italiano e all'Ambiente, Damiano Maisano, i primi soccorsi, con l'ausilio delle ruspe e del personale comunale, affiancato da numerosi volontari, ha istituito il centro di prima accoglienza presso la Scuola Primaria di Bastione, situato in c.da Bastione.

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente Crocetta che ha contattato il sindaco Formica chiedendo di essere costantemente aggiornato sulla situazione e dichiarandosi a disposizione per aiuti di qualsiasi tipo. 

Salvatore Di Trapani

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007