IL CASO
Le case popolari di Furci Siculo
La Commissione comunale ha riesaminato le domande dopo aver annullato in autotutela la precedente graduatoria ed escluso una domanda presentata oltre i termini
Mercoledì, 11. Gennaio 2017 - 0:07
Scritto da: Carmelo Caspanello
Categoria: Jonio


Riesaminate le domande presentate ai fini della formazione della graduatoria per l’assegnazione degli alloggi popolari che a Furci Siculo si renderanno disponibili nel periodo di efficacia della stessa graduatoria. La nuova stesura, ad opera della Commissione composta dai dipendenti comunali Francesco Foti (responsabile del servizio urbanistica), Patrizia Santoro (responsabile dei Servizi sociali) e Lucia Riggio (responsabile degli alloggi popolari) si è resa necessaria in seguito ad un ricorso al Tar di Catania presentato da un cittadino che aveva presentato istanza.

La graduatoria era stata redatta l’11 agosto del 2016 e regolarmente pubblicata all’albo pretorio dell’ente sino al 9 settembre dello scorso anno senza che siano pervenute osservazioni o opposizioni in merito. Ed è stata approvata in via definitiva il 3 ottobre del 2016. Il ricorso al Tar è stato presentato il 2 dicembre dello stesso anno dal legale del ricorrente, l’avvocato Angelo Puglisi. Con quell’atto veniva chiesto l’annullamento della determinazione del 3 ottobre, previa sospensione dell’efficacia della stessa, e quindi della graduatoria, e venivano contestate le modalità di attribuzione dei punteggi con particolare riferimento al reddito e allo stato di invalido civile. Ritenendo che sussistessero i presupposti, l’ufficio comunale preposto ha annullato in autotutela la graduatoria il 19 dicembre scorso. Con lo stesso atto è stato altresì deciso che la Commissione avrebbe riformulato una nuova graduatoria, tenendo conto delle osservazioni e opposizioni presentate al Tribunale amministrativo regionale di Catania.

La Commissione ha preso atto che sono state presentate otto domande, di cui sette entro il termine stabilito del 22 febbraio 2016 ed una fuori termine. Verificata la documentazione prodotta dai richiedenti, con l’esclusione della domanda presentata fuori termine, la Commissione ha riassegnato i punteggi attribuiti. Quindi ha redatto la nuova graduatoria provvisoria. Per eventuali osservazioni ci sono trenta giorni di tempo dalla data di pubblicazione della graduatoria stessa.

Carmelo Caspanello

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007