La nota
Adamo, Carreri, Mondello e Santalco scrivono al Collegio dei revisori ricordando la situazione di pre-dissesto che impone limiti alle spese: "devono essere evitate accelerazioni rispetto ad atti di ordinaria amministrazione. Si rispetti l'ordine cronologico"
Venerdì, 11. Agosto 2017 - 7:02
Categoria: politica


A scrivere al sindaco, al collegio dei revisori ed al segretario generale sono 4 consiglieri in modo trasversale: Piero Adamo (SiAmoMessina), Franco Mondello (Centristi per l’Europa), Giuseppe Santalco (Felice per Messina) e Nino Carreri (Sicilia Futura).

Il tema non è l’importanza dell’iniziativa che vedrà a Messina il Dalai Lama “ iniziativa legittima che porta in città personalità di indubbio spessore culturale, religioso e politico”, ma la volontà di evidenziare che in questo particolare momento per le casse di Palazzo Zanca e senza bilanci: “qualsiasi forma di erogazione di somme a favore di privati ed enti pubblici, non motivata da carattere di eccezionalità, rispetto al resto degli impegni di spesa assunti dalla stessa amministrazione, che della trasparenza e della legalità ha fatto il proprio cavallo di battaglia NON potrà avere nessuna "corsia preferenziale" e si dovrà rispettare pedissequamente l'ordine di emissione dei mandati”.

Il riferimento dei consiglieri è ai 120 mila euro liquidati lo scorso 4 agosto con delibera di giunta (e impegnati a maggio) nei confronti della Fondazione di Taormina Arte.

La Regione ha inviato un commissario per i bilanci non ancora approvati e la situazione di pre-dissesto impone limiti alle spese.

Adamo, Carreri, Santalco e Mondello “Nell'invitare il Collegio dei Revisori dei Conti a vigilare in merito alla possibilità di erogazione di tali somme in via prioritaria, anche alla luce della fase di predissesto che interessa il nostro comune, ancora oggi privo di bilancio di previsione, riteniamo utile ricordare che il Regolamento di Contabilità Finanziaria che disciplina le procedure per gli impegni di spesa e per la relativa liquidazione, deve essere sempre un punto fermo per chi opera alla luce del sole e nell'interesse supremo della città. Invitiamo quindi gli uffici preposti, ad evitare ingiuste ed immotivate accelerazioni rispetto alla liquidazione di atti che riteniamo di ordinaria amministrazione e pertanto la liquidazione di 120.000.00 euro in favore di Taormina Arte dovrà rispettare l'ordine cronologico.Ogni diversa definizione della liquidazione di tali spese verrà segnalata agli organi competenti

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007