Le ultime piogge hanno di nuovo portato a valle del torrente Sant'Agata e in mare rifiuti di ogni genere, in particolar modo cospicue quantità di resti di scerbatura. Un residente della zona, Marcello Puglisi, chiede se non sia meno costoso installare un sistema di videosorveglianza invece che procedere a continui interventi straordinari da parte di Messinambiente.

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007