Verso le Regionali
Da oggi e per tutta la settimana i lettori potranno esprimere la loro opinione sull'ipotesi di candidatura di Pietro Grasso alla Presidenza della Regione.
Lunedì, 15. Maggio 2017 - 7:10
Scritto da: R.Br
Categoria: politica


Il primo a lanciare l’idea è stato Enzo Bianco, declinando l’invito che da più parti lo spingeva a lasciare la poltrona di sindaco di Catania per gettarsi nell’agone delle Regionali. Per Bianco l’unico in grado di mettere d’accordo tutti, giocarsela fino in fondo contro il M5S è l’attuale presidente del Senato Pietro Grasso. Ex magistrato, figura istituzionale sempre equilibrata e mai fuori dalle righe, la suggestione Grasso sta iniziando a trovare consensi nel Pd e tra gli alleati. Finora nulla è trapelato rispetto alle sue intenzioni, certo è che qualora dovesse trovarsi la quadra sul suo nome le primarie del centro-sinistra potrebbero non essere così scontate.

Al momento la maggioranza di centro sinistra è impegnata al primo test, le amministrative di primavera (riflettori puntati soprattutto su Palermo, sulla sfida Orlando-Ferrandelli), superate le quali la tappa successiva dovrebbero essere le primarie per la candidatura alla Presidenza della Regione. La data individuata dovrebbe essere quella del 2 luglio. Le primarie non saranno targate solo Pd ma aperte agli alleati della coalizione. Così oltre ai nomi di Crocetta, Faraone e Cracolici si stanno già scaldando l’europarlamentare Giovanni La Via e l’ex rettore di Palermo Roberto Lagalla. Tra le indiscrezioni c’è anche chi fa il nome dell’ex ministro Gianpiero D’Alia (leggi qui articolo)

Ancora presto per dare certezze, anche perché le Regionali del 5 novembre saranno il banco di prova in vista delle Politiche di febbraio 2018. La Sicilia è stata la Caporetto del Referendum del 4 dicembre per Renzi e il governo, pertanto i riflettori sono tutti puntati sull’isola per evitare una nuova disfatta o comunque limitare i danni.

In vista dei prossimi movimenti Tempostretto lancia un primo sondaggio tra i lettori per sapere come vedrebbero la candidatura del presidente del senato Pietro Grasso alla presidenza della Regione(vedi sondaggio in homepage).

Sarà possibile votare per tutta la settimana.

R.Br.

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

node comment

Dopo il governo crocetta, anche paperino sarebbe un miglioramento ma, forse, la Sicilia avrebbe bisogno di qualcuno che non sia legato alla vecchia politica, specialmente se è espressione di una classe dirigente che massacra giornalmente il sud. Basta con sinistra, centro-sinistra e compagnia cantabile. Hanno avuto la loro occasione, hanno fallito! Votare nuovamente questi incapaci, sarebbe da masochisti. O vogliamo credere ancora alle sciocchezze che ci raccontano in campagna elettorale? Svegliamoci!

Non capisco proprio come si possa essere favorevoli a una presidenza della Sicilia targata Pietro Grasso. Ovviamente, in piena continuità di una politica per il Sud che ci massacra da decenni. Una politica che ha sacrificato il domani dei meridionali per salvare l'oggi dei settentrionali. Triste quella regione nella quale basta essere onesti per essere votati. La Sicilia ha bisogno urgente di una visione politica che la porti in Europa. Se non troverà chi è in grado di impersonarla, tra vent'anni avrà meno di 4 milioni di abitanti e sarà terra di vecchi pensionati.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007