verso la vara
Prossimo appuntamento domani, sabato 12, alle 7, quando da Camaro Superiore i Giganti raggiungeranno lo slargo di via Comunale Camaro, in prossimità della sede della III Circoscrizione; domenica 13, alle 18, arriveranno a piazza Unione Europea
Venerdì, 11. Agosto 2017 - 8:42
Categoria: società


Ieri è iniziata la tradizionale Passeggiata dei Giganti, inserita nell’ambito del cartellone delle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale per l’edizione 2017 del Ferragosto messinese. Mata e Grifone sono stati trasferiti dal deposito di via Catania a Camaro Superiore, in piazza Fazio, percorrendo via Catania, in senso contrario rispetto al normale transito, e viale Europa.

Prossimo appuntamento domani, sabato 12, alle 7, quando da Camaro Superiore i Giganti raggiungeranno lo slargo di via Comunale Camaro, in prossimità della sede della III Circoscrizione; domenica 13, alle 18, arriveranno a piazza Unione Europea, seguendo l’itinerario viale Europa, via Cesare Battisti, via Garibaldi; lunedì 14, alle 22, la Passeggiata dei Giganti Mata e Grifone, da piazza Unione Europea, lungo la carreggiata lato mare di via Garibaldi sino al viale Giostra, per fare ritorno sulla carreggiata lato monte, sempre di via Garibaldi, fino all’intersezione con le vie Cicala e Trapani, con arrivo previsto intorno alle 24, a piazza Unione Europea. Infine, lunedì 4 settembre, Mata e Grifone da piazza Unione Europea rientreranno al deposito di via Catania, attraverso le vie Garibaldi e Cesare Battisti, in senso contrario rispetto al normale transito veicolare.

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

node comment

MA DATE FUOCO A QUESTI DUE ASINACCI!!!!!!!!!!!!!!!!!

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007