Chiuso il capitolo sfiducia, la giunta Accorinti si ritrova con un assessore in meno. Dopo Luca Eller anche Daniela Ursino lascia la giunta Accorinti. Ha formalizzato questa mattina le sue dimissioni da assessore alla cultura: “Da tecnico non posso stare in una giunta così politicizzata”. Il sindaco in conferenza stampa sottolinea che a determinare la frattura fra l’ormai ex assessore Ursino e la sua amministrazione sono state le distanze politiche e di pensiero. Silvia De Domenico

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

node comment

Dopo questa dichiarazione di Accorinto avrete notato tutti l'impennata del mercati azionari mondiali.

La domanda nasce spontanea. Perché la Ursino è stata scelta come assessore se è distante politicamente da Accorinti&Co? Dopo questo finto tentativo di sfiducia l'atmosfera di Palazzo Zanca assomiglia molto alla notte dei lunghi coltelli.

Ma io dico: e se ne accorge adesso che é distante politicamente? Ma questa le supera tutte!!!

Questo tizio meriterebbe davvero l'oscar alla perdita di memoria...

Vorrei capire il fine pensiero di quest'illuminato: Quindi se un assessore compièe ottimamente il proprio mandato, ma è lontano politicamente dal Mo Vi Mento CMDB va criticata e quindi costretta a dimettersi??? Accorinti non capisce neanche quello che gli esce dalla bocca. Si fa proprio male da solo. Che tristezza e che rovina...

Quoto MessineseAttenta.

Imbarazzatissima dichiarazione del sindaco espressione della destra genovesiana. Nominare una assessore tecnico pur sapendo che politicamente è agli antipodi del movimento di cui si è stati espressione, viol dire non capire come gira il mondo. Questo è uno dei limiti del sindaco genovesiano, che cerca di arrabbattarsi pur di restare a galla, aggrappandosi al relitto di una imbarcazione che era scalcinanta e rattoppata sin dall'inizio. Il successore lo designerà Genovese in persona.

Visto che Lei è attenta ed io distratto mi suggerisce dove poter ascoltare o leggere le dichiarazioni del genovese che sostiene Accorinti ?? Ci illumini anche su cosa coerentemente avrebbe dovuto fare il Sindaco.. però sia onesta..e non dica dimettersi. Grazie..

Cosa avrebbe dovuto fare? La coerenza o la si ha o non la si ha. Non si può rimanere sindaco con il voto di chi hai definito disonesto.

Si figuri. In politica non contano le parole, ma i fatti. Ed i fatti sono quelli che ho elencato. Senza il voto dei genovesiani, ligi agli ordini di scuderia, Accorinti sarebbe stato sfiduciato. La matematica non è un'opinione. Adesso, Accorinti è nelle mani di Genovese, che gli legato mani e piedi o, per dirla con una espressione pesante ma calzante (la Redazione mi perdonerà), che gli ha messo le p....e nel cassetto. Spero Le sia sufficiente per capire il mio pensiero.

E' possibile che genovese non abbia necessità di fare dichiarazioni ma siano i "fatti" a parlare per lui????

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007