Messina incivile. Ecco cosa accade nella V Municipalità. FOTO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina incivile. Ecco cosa accade nella V Municipalità. FOTO

Redazione

Messina incivile. Ecco cosa accade nella V Municipalità. FOTO

domenica 10 Ottobre 2021 - 07:07

La denuncia del consigliere della V circoscrizione Franco Laimo: "Messinesi che evidentemente poco amano il territorio e vivono nell'anarchia ed inciviltà"

MESSINA – Nonostante la campagna di sensibilizzazione e le tante foto-trappole che l’Amministrazione Comunale sta mettendo in campo non si arresta l’inciviltà di svariati messinesi. Questi pur di non abituarsi a differenziare o per non censirsi, al fine di eludere la relativa imposta Tari, preferiscono e continuano a depositare sui marciapiedi del territorio circoscrizionale ogni qualsivoglia rifiuto.

Ancora una volta a denunciare tali episodi è il consigliere della V Circoscrizione Franco Laimo. Le immagini che seguono immortalano gli incivili, e come è possibile notare, chi getta l’immondizia deve per forza di cose essere gente del luogo o cittadini residenti non troppo distanti dai cumuli di rifiuti che si vengono a creare.

La segnalazione del consigliere Laimo

“È una lotta continua – dice il consigliere Laimo -, il tempo che gli uomini di Messinaservizi ripuliscono e già a poche ore di distanza si ritrovano nuovamente sacchetti di spazzatura sui marciapiedi.

Nella fattispecie ci troviamo in Via Manzoni, Rione Giostra, dove tanti altri residenti sono esasperati da questi continui atti di inciviltà, messi in atto da altri cittadini messinesi che evidentemente poco amano il territorio e vivono nell’anarchia ed inciviltà.

Stamani era tutto pulito grazie all’intervento della partecipata Messinaservizi, ma quanto potrà durare? Tanti i presidi predisposti anche in borghese da parte del Corpo di Polizia municipale – conclude Laimo – e tanti altri punti di foto-trappole stanno per essere collocati, al fine di scoraggiare e contrastare tale fenomeno. Confidiamo anche nella collaborazione dei cittadini che amano e rispettano la propria città”.

Articoli correlati

Tag:

11 commenti

  1. Foto-trappole, multa adeguata e gogna mediatica con tanto di foto, nome e cognome! E per la legge del contrappasso, pena che preveda la cura e pulizia della città!

    30
    0
  2. Incivili che non vogliono essere censiti per non pagare la Tari? Allora si passi alle manieri forti con un censimento porta a porta con il controllo visus dei bollettini pagamento Tari, bene per chi li può far vedere per chi non li ha scatti automaticamente l’iscrizione e l’invio delle bollette. A mali estremi, estremi rimedi.

    19
    0
  3. Sanzioni certe e severe. Solo cosí potremo entrare nel novero delle città civili. Tanti, troppi cittadini messinesi sono decisamente incivili. Gente che non ha senso civico nel 2021 va perseguita molto severamente. Senza alcuna pietà. La rubrica di questa testata giornalistica è eloquente, giorno per giorno. Costoro vanificano i sacrifici dei cittadini civili e delle istituzioni che, ad onor del vero, in qualche modo hanno migliorato il servizio. Ma se questa gentaglia continuerà impunità, sarà tutto vano. È necessario un cambio di rotta. Ricordo di aver letto su questa testata che i crocieristi, appositamente intervistati, hanno segnalato la presenza di troppa sporcizia nella nostra città. Da vergognarsi ….

    19
    0
  4. Non li vogliono scovare. Poi perché nascondete le loro facce? Tutti devono conoscere chi sono questi zozzoni.

    17
    0
  5. COGITO ERGO SUM 10 Ottobre 2021 14:42

    MA SI’, OSCURINO PURE LE FACCE. Mi basta solo che gente simile abbia a pagare delle salatissime multe e subire lo scherno di parenti, mogli (amanti), figli ed amici. Perchè , certo, chi conosce quella persona, presa in questa foto, non potrà NON aver capito di chi si tratta e dove il fatto è successo. ….. della serie “.Milla, me cumpari, ti f…..u alla megghiu manera …..”

    8
    0
  6. Il Messinese è uno zallo e incivile non ci sono speranze

    11
    1
    1. è troppo vero non ci sono speranze stavolta nessuna colpa allo sceriffo del sindaco lui ha cercato di risolverla nei modi buoni ma nessuna speranza

      7
      0
  7. Bisogna fare verbali a lavare. E non censuriamo facce, tanto sono di c…o, sicuramente! Ma soprattutto, se si vedono persone del genere in giro,fargli cadere la faccia davanti a tutti.

    8
    0
  8. ..heilà messinese..sei il piu lurido essere umano che ci sia sulla terra….cancellate questi vermi dalle liste, dalle graduatorie, da tutto, interrompete luce gas acqua..cacciateli dalla nostra città…feccia umana.
    Rioni degni soltanto di essere lasciati senza servizi..altro che case.. al posto delle baracche..puahh.

    4
    0
  9. Non avete mai pensato che forse non c’è la volontà di censire chi le tasse sulla spazzatura non le ha mai pagate? Se il comune volesse basterebbe soltanto incrociare i dati della bollette luce gas acqua.

    7
    2
    1. Concordo.

      2
      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x