Messina a metà tra bellezza e monnezza. "C'è speranza?" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina a metà tra bellezza e monnezza. “C’è speranza?”

Segnalazione WhatsApp

Messina a metà tra bellezza e monnezza. “C’è speranza?”

lunedì 02 Agosto 2021 - 17:49

Sanny ogni giorno, camminando sulla via Consolare Pompea, vive un dualismo: una città bellissima e la spazzatura. C'è speranza di migliorare?

MESSINA – Una riflessione da parte di una nostra lettrice che ha inviato foto e video, al nostro numero whatsapp 366.8726275, di ciò che vede uscendo di casa a Paradiso.

“Il mio nome è Sanny sono messinese da sempre innamorata ed appassionata alla mia terra. Vivo a Paradiso e sulla via Consolare Pompea e vado su e giù tutti i giorni e tutti i giorni vivo questo dualismo: da una parte una bellezza mozzafiato e dall’altra la monnezza ‘mozzamano’. Già perché cadono le braccia a terra, questi è lo spettacolo che ci tocca vedere ogni giorno. C’è speranza, chiedo a me stessa, ma anche a tutti voi?”.

Tag:

5 commenti

  1. Giovanni Patti 2 Agosto 2021 21:20

    per certi porci il detto “lavar la faccia al porco é tempo perso” é sempre attuale.

    4
    0
  2. No non c’è speranza. Troppa gioventù bruciata allevata a suon di strafottenza!!!
    Vieterei la vendita da asporto, se vuoi bere bevi e lascia la bottiglia nel locale.

    3
    0
    1. Troppa gioventù bruciata? No non vale più come scusa…è da 30 anni almeno che c’è lo schifo, a farla erano i 20enni che ora hanno 50 anni e oggi, come genitori e nonni, quando il bambino mangia il gelato prendono il fazzolettino e lo buttano a terra.
      Troppo facile buttarla sui giovani.

      E non si risolve nemmeno coi i divieti. Perchè non si mettono 5/6 vigili urbani in litoranea? Prima bottiglia di birra per terra: 200 euro di multa. Vedi come in 3 giorni tutti cercano i cestini (da potenziare).

      3
      0
  3. Chi è loddu rimani loddu….

    2
    0
  4. ..speranza? futuro? ….non vedo nulla.
    Volevo rispondere al Signor Luigi:
    ho 60 anni e quando io ne avevo 30…noi.. e dico noi eravamo puliti, educati e civili e rispettavamo la nostra città, i nonni che si comportano da incivili sono altri, sono i nonni moderni quelli a cui piace che il nipote sia “movidoso”.
    Soluzione? concordo con Luigi..ma si sa i vigili urbani…neanche a pagarli a peso d’ oro.
    Metteteli su un barcone e…..

    4
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x