Il rugby messinese piange Saverio Plasmati - Tempostretto

Il rugby messinese piange Saverio Plasmati

Redazione

Il rugby messinese piange Saverio Plasmati

martedì 22 Novembre 2022 - 15:40

Il 42enne era socio, dirigente e tecnico della Messina Rugby, che lo ricorda con un lungo post su Facebook

MESSINA – Con un lungo e sentito post su Facebook, il Messina Rugby ha annunciato la scomparsa di Saverio Plasmati, 42enne messinese socio, dirigente e tecnico della società. Ricoverato da circa un mese, l’uomo è scomparso prematuramente, lasciando un grande vuoto nel movimento rugbistico cittadino. Tantissimi i messaggi di cordoglio apparsi su Facebook e i commenti al post del Messina Rugby, che ha voluto ricordare l’importante ruolo rivestito da Saverio.

Il post su Facebook di Messina Rugby

“Non ci sono parole. Ancora una volta Saverio ci hai lasciati senza parole. Perché non ci sono parole per descriverti caro Saverio Plasmati! Non ci sono parole Saverio per descrivere il senso di vuoto, di smarrimento, di mancanza, di inadeguatezza di fronte a un destino patrigno e tiranno. Non ci sono parole per descriverti Saverio, immenso nel cuore e nella tua propositiva umiltà. Non ci sono parole per descrivere ciò che facevi per la nostra squadra: C’è un tubo rotto? Saverio! Manca l’allenatore? Saverio! Il dirigente sta male? Saverio! E’ finito il tensoplast? Saverio! Chi riprende oggi la partita? Saverio! Chi apre l’impianto che il comune deve fare un’ispezione? Saverio! Socio, dirigente, allenatore, ma soprattutto amico. Non ci sono parole, Saverio, per descrivere la tua amicizia silenziosa nelle difficoltà e fragorosa nella gioia, rispettosa nel dolore e spumeggiante nella felicità. Non ci sono parole, Saverio, per descrivere cosa rappresentavi per i tuoi ragazzi: Saverio il fratellone più grande, Saverio il compagno di squadra capitano non giocatore, Saverio l’allenatore, Saverio l’uomo a cui chiedere ciò che è difficile chiedere a chiunque, Saverio l’ultima istanza prima dello sconforto, Non ci sono parole, Saverio, per descrivere la meticolosità con la quale preparavi un allenamento, Non ci sono parole, Saverio, per descrivere la tua compagnia in trasferta, il tuo smorzare la tensione, il tuo richiamare l’attenzione, il tuo parlare ai giocatori prima di una partita, Non ci sono parole, Saverio, per descrivere la tua umiltà, tu che avevi anche vestito la maglia della nazionale under 16 in un torneo internazionale ad Avignone, la tua voglia di crescere e di imparare, tu insieme alla nostra società che hai fondato e visto germogliare e ramificare, Non ci sono parole Saverio, per descrivere la tua bonomia scontata con gli amici e mai scortese neanche con chi colleziona passaggi a vuoto, No Saverio! Non ci sono parole. Ci hai lasciati così come hai vissuto: Poche parole e tanti fatti. Ma, ora, in ogni filo d’erba dello stadio Sciavicco sibilerà il silenzio assordante della tua assenza”.

Un commento

  1. da oltre 20 anni ti conoscevo specialmente in ambito lavorativo eri allegro, scherzoso ma sopratutto disponibile e mai una parola fuori posto. Quando alla guida del mio furgone ho saputo la notizia ho dovuto accostare, per poi scoppiare in un pianto a dirotto. Rimarrai sempre una persona meravigliosa per il mio triste cuore . SAVERIO mi mancherai R.I.P.AMICO MIO, SENTITISSIME CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA ED A PEPPE

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007