Furci. Rigano si candida a sindaco. Ed è subito scontro politico - Tempostretto

Furci. Rigano si candida a sindaco. Ed è subito scontro politico

Carmelo Caspanello

Furci. Rigano si candida a sindaco. Ed è subito scontro politico

lunedì 25 Settembre 2017 - 07:34

Significativo l'annuncio prima delle Regionali. Dura replica dell'assessore Ucchino alle dichiarazioni dell'avvocato: "Parlare di mancanza di onestà e legalità dell'attuale amministrazione mi sembra esagerato, non rispondente alla verità"

FURCI. L’avvocato Francesco Rigano questa volta non ha perso tempo. Non ha tergiversato. E al contrario di cinque anni addietro, quando la candidatura alla più ambita poltrona del Palazzo municipale venne polverizzata a poche settimane dal voto (appannaggio di Matteo Francilia), ha annunciato di essere candidato alle amministrative del 2018. Lo ha fatto prima delle elezioni regionali del 5 novembre prossimo, alle quali è candidato Francilia. Un segnale preciso, che rimarca la piena indipendenza di Rigano dal punto di vista politico.

“Mi candido ad essere l’espressione tangibile di un mutamento istituzionale – esordisce Rigano, al momento capogruppo di minoranza in Consiglio – di cui il nostro paese necessita e, proprio per questa ragione, sono pronto a mettere a servizio della collettività la mia persona per vivere a Furci il luogo della rinascita della buona politica”. Rigano aggiunge che “tale ufficializzazione è il frutto del coinvolgimento di buona parte della cittadinanza che da tempo auspica un cambiamento nel segno della legalità, dell’onestà e della concretezza. Dopo l’esperienza di una coerente opposizione all’attuale esecutivo ed una fondamentale e produttiva attività amministrativa nel quinquennio precedente in qualità di assessore e poi di vicesindaco della nostra comunità – incalza l’avvocato – ritengo di aver conseguito infatti la giusta maturità politica, oltre ad avere le giuste competenze tecnico-professionali per risollevare una macchina amministrativa oramai allo sbando. Sostengo pertanto come non si possa più aspettare nell’intraprendere un cammino – conclude Rigano – che nel segno di una rinnovata concezione della politica locale, allontani il nostro paese da una manifesta recessione economico-sociale che oramai negli ultimi anni ha raggiunto dimensioni non più sostenibili”. Presto sarà organizzata una conferenza stampa.

Le parole di Rigano hanno subito acceso il dibattito politico. E lo scontro. Dopo un in bocca al lupo di rito, l’assessore Rosaria Ucchino ha replicato alle dichiarazioni dell’avvocato: “Mi sa che si è partiti con il piede sbagliato e mancano ancora 9 mesi… Parlare di mancanza di onestà e legalità dell'attuale amministrazione – sbotta Ucchino – mi sembra esagerato e soprattutto non rispondente alla verità, una menzogna insomma. Se l'avvocato ha prove a tal riguardo, parli di fatti e non dica solo parole. Ancora non si è capito che ciò che manca a Furci è una comunità. E continuando a gettare fango, inesistente peraltro, sugli altri, certo le cose non miglioreranno”.

Carmelo Caspanello

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007