"Dalla rivoluzione nei servizi al Salva Taormina", il primo anno da sindaco di Cateno De Luca

“Dalla rivoluzione nei servizi al Salva Taormina”, il primo anno da sindaco di Cateno De Luca

Carmelo Caspanello

“Dalla rivoluzione nei servizi al Salva Taormina”, il primo anno da sindaco di Cateno De Luca

sabato 06 Luglio 2024 - 13:40

Il primo cittadino ha ricordato la manovra “Salva Taormina” come il passo decisivo per avviare un processo di rinascita per la città

di Carmelo Caspanello
TAORMINA – La lunga narrazione di un anno da sindaco di Taormina, contenuta in 300 pagine, si è consumata nell’aula consiliare di Palazzo dei Giurati. “Questo momento,” ha esordito il primo cittadino Cateno De Luca “è la massima espressione della democrazia di una comunità: dare conto del proprio operato con un metodo dialogico e dialettico”. De Luca ha inoltre annunciato l’iniziativa “A te il microfono!” prevista per domenica 7 luglio, invitando tutti i cittadini, compresi i critici più accaniti sui social media, a esprimere le loro osservazioni e critiche.

Un Bilancio Intenso e Positivo

Il sindaco ha tracciato un bilancio dettagliato e complesso dell’attività svolta nei primi 365 giorni di mandato, evidenziando le numerose difficoltà affrontate e i successi raggiunti. “Non è stato semplice arrivare a una sintesi compiuta ed esaustiva dell’intensa attività fin qui svolta” ha dichiarato De Luca. “In questo primo anno abbiamo messo in atto azioni amministrative volte a far uscire la città da anni di immobilismo amministrativo”.

La Manovra “Salva Taormina”

Il primo cittadino ha ricordato la manovra “Salva Taormina” come il passo decisivo per avviare un processo di rinascita per la città. De Luca ha sottolineato come Taormina fosse stata “vittima di logiche che avevano portato l’ente comunale al collasso finanziario, con la dichiarazione dello stato di dissesto approvata dal Consiglio comunale il 22 luglio 2021”. Non mancano le bordate ai funzionari del Comune (non tutti), in particolare ai responsabili dell’Ufficio tecnico, l’ingegnere Massimo Puglisi e della Polizia locale, Daniele Lo Presti.

Rivoluzione nei Servizi e Lotta alle Lobby

Tra le azioni più rilevanti, De Luca ha menzionato la rivoluzione nella gestione del servizio di raccolta rifiuti, spazzamento e pulizia del territorio comunale, “passata da una gestione esterna a un servizio in-house grazie ad Asm”.

Recupero del Palacongressi e Riforma della Fondazione Taormina Arte

“Significativi anche i risultati ottenuti nel recupero della gestione del Palacongressi e nella riforma della Fondazione Taormina Arte”, in precedenza controllata in maggioranza dalla Regione. De Luca ha evidenziato la modifica della legge regionale numero 20 del 2000, che ora consente al Comune di Taormina di usufruire di giornate per eventi culturali e musicali e di ricevere una percentuale degli incassi della vendita dei biglietti.

Altri Successi e Prospettive Future

Tra gli altri successi, il sindaco ha citato l’ottenimento della bandiera blu per la spiaggia di Mazzeo, la riapertura della funivia in tempo per le festività pasquali e la revoca della convenzione con Rfi per evitare problemi tecnici nelle opere previste a Taormina. De Luca ha anche sottolineato l’importanza della lotta all’evasione fiscale e del miglioramento nella riscossione dei tributi. “Abbiamo già impresso una marcia in più alla nostra azione amministrativa,” ha concluso. “Ora continueremo a lavorare per raggiungere tutti gli obiettivi che ci siamo posti, determinati a trasformare Taormina in una città migliore per tutti i suoi cittadini”. A chi lo cridica risponde ricordando che il suo programma da sindaco “è stato apprezzato e votato dal 63,5% dei taorminesi”.

10 commenti

  1. Franco Fabiano 6 Luglio 2024 15:26

    Il primo anno di sindaco a Taormina?…i primi 15 giorni vorrà dire! Comunque al di là del tempo, come sempre risolve tutti i problemi delle città che amministra! Voglio complimentarmi col bommacaro di Fiumedinisi…è stato bravo, che dico bravo, bravissimo! Secondo me, la mattina, mentre fa la barba guardandosi allo specchio, si manda tanti bacetti di compiacimento…gli stessi bacetti che gli manderanno i Taorminesi, i Messinesi e i Siciliani, alle prossime elezioni!

    26
    24
  2. Condivido pienamente il commento di Franco Fabiano,…..avrei scritto quasi come lui…. dunque ,il” Dalai Lama” dei sindaci ( mitico Fiorello nella sua “stilettata”👏👏👏👏👏) con la sua innegabile pacatezza 🙄ci illustra le meraviglie compiute a Taormina guarda caso più o meno come quelle di Messina 😳…. rivoluzione nei servizi 🤔….certo , togliendo e creando partecipate oer come meglio gli aggrada 😤….chi c’è a capo dell’ Asm????Lotta alle lobby 🤔…. certo,le 🖐️✋ nella marmellata non le devono mettere gli altri😏( Direttore ,mi “avvalgo “della stessa facoltà del sindaco di Taormina, di usare le stesse parole che lui adopera verso gli altri, per par condicio😁) recuperi,riforme, successi 🧐….certo , è il numero uno in teoria e nei numeri 🙄…..peccato che le sue “pratiche”, sono un copia e incolla studiate a tavolino per raggranellare voti e consensi 😖……alla luce dei fatti ,tutti i nodi vengono al pettine ,ed è pressoché inutile vantarsi dei suoi successi ,senza menzionare anche gli insuccessi 😤che ci sono( vedi il problema idrico )un altra cosa mi preme dire….. fare di Taormina la “perla dei ricchi” 😳e snobbare chi non può permettersi di spendere ( lo ha detto lui )è di una pochezza che cozza con la tanto decantata libertà per tutti….. sì….di quelli prescelti da lui😏!!!!!PS.a te il microfono del 7 luglio, sarà tale e quale a quella che c è stata a Messina 😱….quindi più che a te ,a lei😖😤😡!!!!!

    22
    20
  3. Invito gli autori dei commenti di cui sopra e a tutti quelli che la pensano come loro, d’intervenire se hanno il coraggio, domani domenica 8 luglio alle 19,30 a piazza Duomo a Taormina.

    11
    12
  4. Franco Fabiano 6 Luglio 2024 22:34

    Parla di coraggio “l’annebbiato” del bommacaro di Fiumedinisi!

    17
    15
  5. Le chiacchiere stanno a zero, con microfono o senza microfono. Messina in macerie dopo sei anni di saccheggio da parte degli ionici, le partecipate a servizio del sistema, i bilanci che “non si sa”, le opposizioni, ora gli uni e ora gli altri, che fanno di volta in volta da stampella, che tanto la pappa è scodellata per tutti nello stesso piatto e nessuno vuole rischiare di rinunciarci. Le chiacchiere stanno a zero. Duole pensarlo, ma solo in Dio si può confidare, come i colpiti da epidemia mortale.

    16
    14
  6. E ancora che avete visto?…Quando salirà sul trono di Sicilia compirà miracoli che neanche gli Elohim o Annunachi che dir si voglia…..

    16
    13
  7. Egregio Giovanni, più che invitare noi ad avere coraggio 🙄inviti il suo “prediletto “ad avere lui il coraggio di smetterla di prenderci per i fondelli 😖😤😡…. aggiungo che sia io che Franco Fabiano ( mi permetto di parlare di lui ” conoscendolo “virtualmente proprio per la sua audacia e schiettezza)di coraggio ne abbiamo abbastanza, in quanto commentiamo con i nostri nomi originali ( tra l’ altro lui pure il cognome)senza nasconderci nei pseudonimi o nomi fittizi😖😤😡….mi preme dirle che personalmente io a Messina, ho cercato più volte di prendere parola per contestarlo, ma mi è stata negata dal suo staff,e quando un cittadino l’ ha presa con la “forza “è stato apostrofato con male parole dal sindaco in questione ( in rete dovrebbe esserci ancora il video) inoltre mi sono inserita tramite whatsapp in una nota trasmissione locale, dove il pubblico poteva interagire e fare qualsiasi domanda e pure telefonare in diretta ,e in entrambi i casi non ho avuto la possibilità di dire la mia😤 forse eravamo in troppi 😏….. vedrà il coraggio nello scegliere ,chi parlerà oggi in piazza😖 ……….sono fermamente convinta che le persone contrarie alla sua amministrazione ,anche questa volta non saliranno quel palco, perché lui i confronti diretti con le “contestazioni scomode” li evita magistralmente ignorando ,sorvolando o contrattaccando insultando ,per come gli ho visto fare in questi anni nelle sue dirette e interviste…..un vero contraddittorio a mio avviso,non c è mai stato😤😖😡!!!!!

    16
    14
  8. In un paese democratico i confronti si fanno con moderatori neutrali,non siamo in Corea del nord…

    13
    6
  9. Cara Rosaria ma non lo sai che in questo paese o ti allinei al sistema o ti tagliano fuori?
    La democrazia è sospesa da tempo ormai.

    2
    3
  10. 300 pagine che nessuno leggerà. Fumo negli occhi per i soliti babbei. E i taorminesi come tutti gli altri?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Premi qui per commentare
o leggere i commenti
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007