Luci spente nei cimiteri di Pezzolo, Santo Stefano Briga e Mili San Marco - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Luci spente nei cimiteri di Pezzolo, Santo Stefano Briga e Mili San Marco

Luci spente nei cimiteri di Pezzolo, Santo Stefano Briga e Mili San Marco

giovedì 02 Novembre 2017 - 10:46
Luci spente nei cimiteri di Pezzolo, Santo Stefano Briga e Mili San Marco

La ditta aveva comunicato ad aprile che avrebbe interrotto il servizio il 31 ottobre. Ma negli ultimi sei mesi non si è posto rimedio

"E' paradossale come nel silenzio più totale degli Uffici preposti venga interrotto il servizio di lampade votive nei cimiteri sub urbani di Pezzolo, S. Stefano Briga e Mili S. Marco in corrispondenza della ricorrenza del 2 novembre". Lo dice il presidente della I circoscrizione, Vincenzo Messina, che racconta: "Sembrerebbe che la ditta Mosca che gestiva il sevizio in concessione (ma senza alcun atto ufficiale) attraverso il proprio Legale ha comunicato con due pec una del 02 febbraio 2017 ed una del 28 aprile 2017 al Dipartimento Cimiteri la volontà di non espletare questa servizio a far data dal 31 ottobre 2017 con relativa cessazione delle utenze Enel, senza ricevere alcuna risposta. Non si comprende come un Ente Pubblico non ha posto in essere la regolarizzazione di tale rapporto contrattuale prorogandolo tacitamente dal lontano 1988, scadenza della prima concessione trentennale, ma solo una nota nel 2005 il dirigente dell'epoca diffidava la ditta a continuare il servizio fino a nuovo affidamento. Ancor più incomprensibile è come una concessione scaduta venga tramandata da padre in figlio senza alcun atto ufficiale".

Dopo le proteste dei cittadini, Messina chiede all'assessore Ialacqua e al segretario Le Donne di chiarire "chi in questi lunghi anni ha preferito riporre la polvere sotto il tappeto e non fare il proprio dovere di funzionario pubblico, procurando rabbia ai cittadini e arrecando possibilmente un danno erariale".

Tag:

Insieme per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. scommetto che la colpa è sempre dell’assessore . Povero Ialacqua lo state immolando a vittima sacrificale , senza vedere di chi è la responsabilità del cortocircuito amministrativo

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007