Droga tra Milazzo e Barcellona, nuovo pentito accusa indagati I NOMI - Tempostretto

Droga tra Milazzo e Barcellona, nuovo pentito accusa indagati I NOMI

Alessandra Serio

Droga tra Milazzo e Barcellona, nuovo pentito accusa indagati I NOMI

Tag:

venerdì 11 Novembre 2022 - 07:05

Accuse più pesanti per i pusher del Longano dopo le rivelazioni di Abbas sul traffico di droga con Messina

MESSINA – Slitta a fine mese l’udienza preliminare dell’operazione Montanari sul giro di droga tra Milazzo e Barcellona. Si tratta di uno filone della più grossa inchiesta sfociata nel maxi blitz antimafia del 12 febbraio scorso. Ma c’è già un colpo di scena: un nuovo pentito, che con le sue rivelazioni ha aggravato le accuse per i principali protagonisti delle vicende al centro dell’inchiesta.

Il pentito accusa

Si tratta di Gabriele Antonino Abbas, 27 anni, anche lui coinvolto nel blitz. La Procura di Messina qualche giorno fa ha depositato i verbali con le sue dichiarazioni, che entrano quindi nel processo. Abbas conferma quello che gli investigatori hanno scoperto, chiarendo in particolare i ruoli dei protagonisti e i loro legami. Alla luce delle sue rivelazioni il pubblico ministero Francesco Massara ha perciò aggravato le accuse mosse agli indagati. Il dossier con le nuove accuse e alcuni problemi procedurali fanno quindi slittare la prima udienza davanti al Giudice Eugenio Fiorentino, che ha fissato altre due date per definire tutto il quadro. In tanti, infatti, hanno scelto di definire la loro posizione in questa fase, optato per il rito ordinario. Tra fine mese e metà dicembre, quindi, parlerà l’Accusa, farà le sue richieste, saranno poi sentiti i difensori e il giudice emetterà sentenza per il primo filone.

Tutti i nomi

Coinvolti nell’inchiesta, che prende il nome dal soprannome di due degli indagati, sono: Tommaso Pantè, 42 anni di Milazzo, Gabriele Antonino Abbas (27), Alessandro Abbas (21), Teresa Morici (41) di Palermo, Maria Di Biase (41) di Messina, Caterina Papale (27)di Milazzo, Patrick Emanuele (25) e Daniele “Danielino” Mazza (29) entrambi di Messina, Massimo Pirri (32) nato in Russia, Filippo Rosario Natoli (23) di Milazzo, Tindaro “Geppetto” Papale (31) di Santa Lucia del Mela, Salvatore Benenati (47) di Barcellona; Desirè Cambria (23) e Alessio Materazzi (24) entrambi di Milazzo; Elena Sottile (23) di Venetico, Santo Genovese (32) di Barcellona; Gabriele Naluz “Il nero” (23) e Salvatore “Colposecco” Parasole (36) entrambi di Milazzo; Maria Concetta Lenzi (64) di Barcellona, Anna Maria Morgavi (23) di Milazzo; Fabrizio Beneduce (32) e Cristian Celi (35) entrambi di Barcellona; Emmanuel Mondello (24) di Milazzo, Sonia Sirugo (50) originaria di Avola ma domiciliata a Milazzo, Giuseppe Cosenza (43) di Catania, Filippo La Macchia (45) di Falcone, Giuseppe Francesco Calabrese (39) di Barcellona, Davide “Davidone” Emanuele (32) di Milazzo, Emilian Jonut Aproetese (26) di Gualtieri Sicaminò, Salvatore Leo (38) di Rometta, Yassine Lakhlifi (28) di Castroreale, Antonino Grasso (24) di Merì, Othmanr Tuijri (24) di Barcellona.

La rotta della droga, tra Messina e le Eolie

Sono accusati a vario titolo di aver acquistato droga, soprattutto cocaina ma anche marijuana, a Messina nella zona di Mangialupi, poi spacciata dai pusher tra Milazzo e le isole eolie, soprattutto nel 2017. Gli Abbas sono sospettati avere tenuto due fucili a canne mozze con matricola abrasa, calibri 16 e 12.

Impegnati nelle difese gli avvocati Antonio Spiccia, Diego Lanza, Cinzia Panebianco, Tommaso Autru Ryolo, Annalisa Munafò, Antonietta Pugliese, Filippo Barbera, Salvatore Silvestro, Pinuccio Calabrò, Gaetano Pino, Elisabetta Sindoni, Carolina Stroscio, Carmela Zarcone, Rosa Guglielmo, Alberto Calzavara.

Un commento

  1. Ma in tutta questa storia che cavolo c’entrano le immagini di Giampilieri?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007