Messina, blitz al vivaio: costa 120 mila euro l'anno, produce un centesimo - Tempo Stretto

Messina, blitz al vivaio: costa 120 mila euro l’anno, produce un centesimo

Redazione

Messina, blitz al vivaio: costa 120 mila euro l’anno, produce un centesimo

sabato 20 Luglio 2019 - 07:20
Messina, blitz al vivaio: costa 120 mila euro l’anno, produce un centesimo

Le kenzie vengono in gran parte noleggiate con introiti minimi, ma al vivaio ci sono 4 dipendenti comunali

Il Comune di Messina ha anche un vivaio, sebbene il fatto sia poco noto e la struttura poco produttiva. Eppure ci sono 4 impiegati addetti al vivaio, che costano alle casse comunale 120 mila euro l’anno, a fronte d’introiti di poco più di mille euro. E’ quanto ha spiegato De Luca dopo aver fatto un blitz nella struttura di via San Cosimo ed essersi intrattenuto con uno dei dipendenti ed aver visionato il registro di vendite e noleggi delle piante.

I dati

I dati relativi alla produttività sono questi:

2013
Prestiti piante ornamentali 14;
2014
18 prestiti piante ornamentali;
2015
19 prestiti piante ornamentali;
2016
15 prestiti piante ornamentali;
2017
12 prestiti piante ornamentali;
2018
10 prestiti piante ornamentali;

150 kenzie l’anno…

In definitiva vengono prestate per rappresentanza circa 150 chenzie all’anno che per il 90% rientrano al vivaio- spiega De Luca– Il noleggio di una chenzia costa circa 10,00 euro al giorno quindi il valore della produzione annua del vivaio è’ di circa 2 mila euro annui. Ma il comune spende circa 800 euro a chenzia in quanto quattro unità lavorative costano circa 120 mila euro annui”.

Il sindaco evidenzia le condizioni non ottimali del vivaio che invece andrebbe valorizzato e messo in condizioni di diventare davvero produttivo. Nel mirino finiscono i dirigenti che non hanno adeguatamente vigilato sul settore lasciando che il vivaio restasse in queste condizioni.

IL VIDEO DI DE LUCA SU FACEBOOK

Blitz al vivaio comunale!Per la serie le sorprese non finiscono mai!!!!

Publiée par De Luca Sindaco di Messina sur Vendredi 19 juillet 2019

Tag:

5 commenti

  1. sig. Sindaco pur condividento in toto il suo pensiero che 120 mila euro l’anno sono uno sproposito di fronte ad un incasso di appena di 2000 euro se va bene annuali, mi farei anche altre domande cattive, Sono state acquistate con bando piante che in teoria si potevano produrre nel vivaio, quindi qua c’è un altro filone di disastri e di cattiva gestione di tutto, comunque tornando al Vivaio, purtroppo una struttura per essere mantenuta in piedi ha un suo costo, in questo caso è negativo purtroppo, due sono le soluzioni, la prima chiuderla e chi si è visto si è visto e destinare il personale ad altro, la seconda se realizzata potrebbe essere sia la piu’ logica anche se dispendiosa ma anche naturalmente compatibile, Abbiamo terreni Comunali nudi, percorsi da incendi insomma in un disfacimento totale, perchè non piantiamo alberi per le generazioni future? oppure tutte le aree bruciate nel comune di messina dove sono vincolate per decenni e si possono ripristinare diciamo gli alberi, si occupano a ZERO EURO per 10 anni, il tempo giusto per cui si possa riformare un piccolo habitat, naturalmente ci saranno delle opposizioni, vabbè in tal caso secondo la legge sono obbligati annualmente a tenerlo pulito appunto per evitare incendi, cosi’ il vivaio ha una ragione di essere i suoi operai manutentori del verde o cosa siano pure invece di pulire quattro aiuole, ed in caso vi fate pure cantieri scuola come piantumazione alberi etc etc, ovviamente queste piantine se non potete farle tutte nel vivaio anche per questioni di quota di crescita di alcuni alberi potete coinvolgere anche gli uffici regionali quali Esa,Conzorsi, Azienda Foreste, perche non è possibile vedere ogni anno le nostre colline bruciare e dopo tutte incenerite oppure abbandonate e senza alberi, se non lo facciamo per noi lasciamo qualcosa a chi viene dopo, non siamo egoisti.

    10
    0
  2. …ora mi chiedo ” ma se nell’ azienda dove lavoro se sono inadempiente ..mi licenziano qui perchè non si può fare?”
    Bravo Sindaco…vai fino in fondo, siamo stufi di essere presi in giro da dirigenti parassiti e lestofanti.

    10
    2
  3. a pacchia finiu

    1
    0
  4. Sono sicurissimo che qualcuno avrà da ridire circa l’operato, giustissimo, del Sindaco che mette palesemente in luce l’ennesimo danno erariale perpetrato negli anni a danni, non del Comune di Messina, ma dei suoi abitanti… “Sindacalisti… delle radici e lava… foglie ne abbiamo?”. Son sempre pronti a far storie per difendere le cattive abitudini, non mi meraviglierei se…

    0
    1
  5. Ho letto anche vendita o sbaglio?? Se si publicizzassero queste informazioni Sig Sindaco…… magari qualcuno l avrebbe comprata qualche pianta e non ci sarebbe bisogno di chiudere il vivaio ma anzi di ampliarlo.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007