Reddito di cittadinanza, il caso dei navigator: "Siamo 1.500, vogliamo risposte" VIDEO - Tempostretto

Reddito di cittadinanza, il caso dei navigator: “Siamo 1.500, vogliamo risposte” VIDEO

Giuseppe Fontana

Reddito di cittadinanza, il caso dei navigator: “Siamo 1.500, vogliamo risposte” VIDEO

Tag:

giovedì 01 Dicembre 2022 - 11:00

I contratti in scadenza il 31 ottobre non sono stati prorogati. Sulla vicenda il parere di Daria Lucchesi, per tre anni navigator e ora in attesa come gli altri

di Giuseppe Fontana, riprese e montaggio Silvia De Domenico

MESSINA – “Il 31 ottobre è scaduto il nostro contratto. Siamo in 1.500”. Daria Lucchesi è una ormai ex navigator, una di quelle figure chiave durante tutto l’iter del reddito di cittadinanza. Con il governo intenzionato ad abolire la norma, i primi ad aver perso il posto di lavoro sono proprio loro, che avevano il compito di cercarlo ai percettori del sussidio. “Il ministro ha mandato una nota alle Regioni per capire chi volesse prorogare i nostri contratti. Alla Regione siciliana interessava, ma poi non se n’è fatto nulla”.

Contratti scaduti il 31 ottobre

“Aspettiamo una convocazione che doveva esserci il primo dicembre – racconta Daria Lucchesi – ma non c’è mai stata data risposta. Ci auguriamo che il governo trovi una soluzione strutturale per 1.500 lavoratori. Non bisogna sottovalutare che per formarci sono state usate delle risorse pubbliche. E che i centri per l’impiego sono in affanno, non solo per il reddito di cittadinanza ma per tutte le mansioni svolte in questo periodo, spesso sostituendoci proprio ai lavoratori del centro per l’impiego”.

Lucchesi: “Nostra esperienza a 360 gradi”

I navigator sono stati istituiti nel 2019: “Siamo stati assunti nell’agosto del 2019 e il nostro contratto è scaduto il 31 ottobre 2022. In questi tre anni abbiamo affrontato anche la pandemia, scoppiata quasi appena abbiamo iniziato. Ma per me è stato un orgoglio. Siamo stati premiati dalla Corte dei Conti perché in un periodo così difficile siamo riusciti a dare occupazione a 352mila persone. Non ci siamo solo occupati di reddito di cittadinanza, ma abbiamo fatto anche le Did, i patti di servizio, fatto colloqui e proposte formative, oltre a pensare all’assolvimento scolastico. La nostra esperienza è a 360 gradi, potremmo aiutare già da domattina”.

“Il problema è occupazionale”

Daria Lucchesi si concentra poi su cosa ha funzionato e cosa no nella norma: “Il reddito di cittadinanza è fondamentale. Basta pensare che c’è una legge simile in tutti i Paesi europei. Non possiamo abbandonare gli ultimi o chi ha difficoltà a reinserirsi nel mondo del lavoro. Sicuramente, però, va migliorato, anche per quanto riguarda l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro. Abbiamo avuto difficoltà tecniche, dal punto di vista degli strumenti con cui lavorare. Il problema però è occupazionale: se non si investe in un’occupazione sana non si potrà mai colmare la disoccupazione vissuta in tutta Italia”.

I navigator restano “fiduciosi”

E sulla riforma Meloni? “In realtà non va a cambiare nulla. La formazione è sempre esistita, l’assolvimento dell’obbligo scolastico pure. Così va soltanto a eliminare il reddito di cittadinanza a 600mila persone che definisce occupabili. Ma in 8 mesi, se non si investe nell’occupazione, come si possono reinserire nel mondo del lavoro?“. Lucchesi poi chiude: “Noi navigator siamo arrabbiati ma anche fiduciosi. Vogliamo lottare, siamo fiduciosi perché crediamo di essere risorse importanti per il nuovo governo. Speriamo che arrivi presto un tavolo tecnico coi sindacati e ci diano risposte”.

Articoli correlati

9 commenti

  1. La risposta è una sola, cercatelo per voi il lavoro visto che non siete riusciti a trovarlo per gli altri.

    5
    0
  2. Meglio non commentare

    4
    0
  3. Anche i disoccupati volevano risposte.

    4
    0
  4. Premesso che, non bisogna mai sparare sulla Croce Rossa – ritengo che non sia giusto “sistemare gli ex Navigator” – ma fare dei concorsi affinché TUTTI possano partecipare.

    5
    0
  5. “figure chiave durante tutto l’iter del reddito di cittadinanza”…
    Chiave per chi, per chi doveva prendere il sussidio o per chi voleva trovare lavoro???

    4
    0
  6. Vai a fare il concorso come fanno tutti, c’è gente che studia dalla mattina alla sera per migliorarsi, poi i centri per l’impiego non sono in affanno, perchè non rispondono neanche al telefono, mi ricorso io da 40 anni non lavorano.

    1
    0
  7. Silvio Sfravara 3 Dicembre 2022 09:12

    NAVIGATOR: L’inutilità allo stato puro.

    3
    0
  8. figure inutili.

    3
    0
  9. Salvatore Musumeci 5 Dicembre 2022 14:30

    Dato che Daria Lucchesi è stata così brava a trovare lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza, non ho dubbi che non avrà problemi a trovare lavoro per sé stessa.

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007