Festività liturgica
La chiesa è il più antico luogo di culto dedicato all'Annunziata nell'arcidiocesi. Articolato il programma liturgico previsto fino al 26 marzo
Lunedì, 20. Marzo 2017 - 9:36
Categoria: società


Nell'antica e suggestiva chiesa della SS. Annunziata dei Catalani anche quest'anno verrà solennizzata la festività liturgica dell'Annunciazione del Signore alla Beata Vergine Maria. Si tratta del più antico luogo di culto dedicato alla SS. Annunziata presente nel territorio dell'Arcidiocesi e fino al 1908 si venerava una antica tavola della Vergine Maria che riceve il messaggio dell'Arcangelo Gabriele. Il dipinto fu fatto realizzare dalla stessa Arciconfraternita nel 1505 al frate carmelitano Giovanni d'Anglia, importante capolavoro d'arte che dopo il terremoto fu trasferito nel locale Museo. La Nobile Arciconfraternita SS. Annunziata dei Catalani, in sinergia con l'Ente Ecclesiastico Basilica Cattedrale, ha stilato un articolato programma liturgico e culturale che culminerà Sabato 25 Marzo alle ore 17.00 con una solenne celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Giuseppe La Speme Delegato Arcivescovile per la Basilica Cattedrale e Cappellano dell'Arciconfraternita dei Catalani. Alla funzione religiosa interverranno le confraternita della città e dei villaggi con in testa il Consiglio Direttivo del Centro Interconfraternale Diocesano. L'animazione liturgica sarà curata dalla Corale Polifonica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” diretta dal Maestro Dario Tindaro Pino. La solennità liturgica sarà introdotta da un Triduo che si svolgerà da Martedì 21 a Giovedì 23 Marzo con inizio alle ore 18.00 con il Santo Rosario cantato e alle 18.30 la Celebrazione Eucaristica.

Il primo giorno del Triduo presiederà la funzione Mons. Angelo Oteri, Decano del Capitolo Protometropolitano della Basilica Cattedrale, con la partecipazione dell'Arciconfraternita di Santa Maria della Purificazione sotto il titolo di Sacra Milizia dei Verdi e della ricostituenda Compagnia di San Placido. Il secondo giorno vedrà l'intervento di Mons. Giacinto Tavilla, Parroco di Santa Caterina Vergine e Martire, con la partecipazione degli Operatori Pastorali e della Comunità Parrocchiale di Santa Caterina Vergine e Martire. Mentre l'ultimo giorno del Triduo presiederà il Confrate Onorario dell'Arciconfraternita dei Catalani Mons. Mario Di Pietro,Vicario Foraneo di Messina Centro “Madonna della Lettera”, con la partecipazione del Gruppo Padre Pio della Basilica Cattedrale, dell'Arciconfraternita della SS. Trinità dei Pellegrini, della Confraternita di San Giuseppe al Palazzo e della Confraternita di San Michele Arcangelo al Tirone. Le celebrazioni si concluderanno Domenica 26 Marzo alle ore 18.00 con “A Prijera du Venneri” - Voci e Suoni della Passione nella cultura popolare siciliana con l'esibizione di Pinello Drago (voce, chitarra e flauto basso), Giuseppe Baglio (zampogna a paro bassa) e Diego Cannizzaro (organo portativo), evento organizzato in collaborazione con il Museo di Musica e Cultura Popolare dei Peloritani e l'Associazione Kiklos. Per l'occasione, dal 21 al 26 Marzo la Chiesa dei Catalani potrà essere visitata da scolaresche, turisti e semplici cittadini dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.00. La Nobile Arciconfraternita SS. Annunziata dei Catalani, presieduta dal Governatore Dott. Marco Grassi, continua sul solco tracciato dai propri antenati di promuovere e diffondere il culto alla SS. Annunziata ma anche la splendida Chiesa dei Catalani, gioiello di architettura religiosa che merita sempre più l'attenzione della Città.

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007