99eLode a Palermo: prima tappa del campus digitale per le studentesse migliori d’Italia - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

99eLode a Palermo: prima tappa del campus digitale per le studentesse migliori d’Italia

Emanuela Giorgianni

99eLode a Palermo: prima tappa del campus digitale per le studentesse migliori d’Italia

sabato 18 Gennaio 2020 - 15:34
99eLode a Palermo: prima tappa del campus digitale per le studentesse migliori d’Italia

iO Donna, insieme a Fastweb Digital Academy e Cariplo Factory ha organizzato un percorso formativo sul digitale dedicato alle migliori 99 studentesse d’Italia. 33 a Palermo, 33 a Roma e 33 a Milano. La prima tappa è a Palermo e ha riunito tante brillanti ragazze siciliane e non solo per una settimana intensa di studio, crescita e formazione sugli strumenti digitali più richiesti dal mondo del mercato.

“Il periodo che segue la laurea credo che sia per tutti una fase di grande incertezza e, di certo, una società in continua trasformazione come la nostra complica, ulteriormente, il quadro delle possibili strade da imboccare. Quando ho visto sui social il progetto non ho esitato ad inviare la mia candidatura. Da laureata in Filologia Moderna e Italianistica mi incuriosiva capire in che modo le mie competenze, di tipo umanistico, potessero dialogare con quelle richieste dalle nuove professioni digitali. Le mie aspettative sono state pienamente soddisfatte: trovo che gli argomenti trattati nelle varie lezioni siano stati davvero interessanti e che il confronto con gli insegnanti sia stato costruttivo e di grande ispirazione. L’aver condiviso il progetto con altre 32 ragazze ha reso questa esperienza ancora più stimolante proprio perché ci ha permesso di crescere e arricchirci non soltanto sotto un profilo strettamente professionale ma anche umano”.

Questa è la testimonianza di Ivana Giglio, brillante e caparbia protagonista di 99eLode. E queste parole racchiudono a pieno l’esperienza vissuta da lei e dalle sue compagne di viaggio grazie al progetto. iO Donna, insieme a Fastweb Digital Academy e Cariplo Factory, ha scelto tramite una dura selezione le laureate migliori d’Italia. 99 ragazze, su più di 1400 a provarci, tra i 22 e i 27 anni, che hanno concluso il loro percorso di studi con il massimo dei voti, vivranno una settimana all’interno del mondo del digitale, conoscendo le professioni più richieste dal mercato attuale del lavoro, apprendendone gli strumenti e relazionandosi con i suoi più grandi esponenti.

33 ragazze svolgeranno il corso di formazione a Palermo, 33 a Roma e 33 a Milano. È proprio Palermo ad avviare il progetto, raccogliendo al Best Western Ai Cavalieri Hotel le 33 giovani laureate, diverse per provenienza e studi, dalla Fisica alla Storia dell’Arte, dalla Biologia alla Psicologia, principalmente del Sud ma non soltanto, da Messina ad Agrigento, da Taranto ad Udine, tutte diverse ma unite dagli stessi sogni ed ideali.

Una settimana di formazione intensa a contatto con i leader del digital, il cui bagaglio esperienziale è stato motivante scoprire non così distante da quello delle ragazze; tante testimonianze, dalle figure di punta di Bain, iO Donna e Fastweb, o dal mondo social con Perfectly Imperfect e la sua rivoluzione della bellezza, tante storie a loro affini, iniziate dalla voglia di scrivere, da una laurea in Filosofia o in Scienze delle Comunicazione e sfociate poi nel digitale.

Una settimana di energia, motivazione, voglia di fare e di mettersi in gioco, in cui lezioni teoriche si alternano a workshop pratici. La più meritevole tra tutte le 99 riceverà una borsa di studio per partecipare ad un Master in comunicazione di Rcs Academy Business School a Milano. Tutte le partecipanti, invece, avranno accesso prioritario ad un corso tra quelli erogati da Fastweb Digital Academy, che potranno frequentare, entro un anno, nella sede che preferiscono.

Dà inizio e fine al campus Marianna Poletti, CEO di JustKnock, start up di successo che costituisce una nuova porta per i giovani verso il mondo del lavoro, ponendosi da tramite tra ragazzi e aziende, permettendo loro di farsi conoscere e, se va bene, assumere, per ciò che sono, tramite un’idea o un progetto vincente, soltanto dopo si parlerà di curriculum. Marianna fornisce skills e consigli utili su come presentarsi al mondo del lavoro, e a quello sempre più richiesto del mercato digital.

Adam Cavallari è fondatore della design factory 21am, della start up Noon Care per l’assistenza della persona, facilitando al caregiver la cura di chi si assiste, abilitando l’innovazione digitale nel sociale e, inoltre, profuma il mondo con Jijide, la fragranza che unisce Oriente e Occidente. Con Adam si scopre la realtà dell’UX design e di tutta l’User Experience, quella relazione tra persona e prodotto molto più variegata, reale e comprensibile di quanto possa apparire agli estranei alla materia e fondamentale, poi, per lo sviluppo della quarta rivoluzione industriale.

Paola Bonesu è una delle prime e pochissime donne Data Analyst, co fondatrice e direttrice di Elif Lab; ha svelato alle ragazze i segreti dell’analisi dati e come avvicinarvisi anche partendo da campi totalmente diversi. Lei per prima ha studiato comunicazione e scienze politiche.

Laura Nacci, direttrice di SheTech e della SheTech Master School, organizzazione che vuole essere un tramite tra le donne e il mondo tecnologico, ha parlato di social e di Digital marketing, rendendo per un giorno le ragazze manager digitali capaci di creare piani editoriali e promuovere eventi.

Con Franco Ricchiuti, fondatore di House264, start up di Video Marketing di Cariplo Factory, le ragazze hanno visionato insieme i video di presentazione che erano state invitate a fare prima di partecipare al corso, scoprendone errori e punti di forza, confrontandosi e crescendo insieme.

Un campus innovativo, un’esperienza irripetibile, tutto dedicato alle donne, alle loro capacità e alla loro determinazione. Troppo poche sono, infatti, le donne nel digitale, pochissime le laureate in discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Math), il 46% non pensa di averne le qualità. Solo il 25% lavora in azienda tra i Big Data Engineer e i Digital Information Officer e il 15-25% tra gli Esperti in Internet of Things, Cyber Security, Data Protection. Per questo 99eLode vuole dimostrare loro che le qualità le possiedono eccome, e che questa realtà non è poi così avulsa, basta avere il coraggio di intraprenderla e di credere in se stesse. 99eLode vuole essere una porta per il loro futuro.

In un periodo complicato come quello dopo la laurea, in cui si potrebbe realizzare qualsiasi cosa, ma le strade sono tante e tutte tortuose, in un mondo come il nostro in continua evoluzione, dove poche sono le certezze, è stato incoraggiante trovare chi investe e crede nelle donne, ha fede nel loro impegno, nei loro sforzi e nelle loro possibilità, regalando una settimana che resterà sempre impressa ed incisiva nel loro percorso di vita. Probabilmente alcune intraprenderanno la carriera digitale, probabilmente altre no, ma portano tutte a casa nuove competenze e consapevolezze fondamentali per se stesse e il loro futuro.

“Tornano con me tanta esperienza, innovazione, una porta aperta nel digitale, e la voglia di dimostrare che anche facoltà apparentemente distanti possono indirizzarsi verso questa nuova realtà” afferma Arianna Paladino.

“Io porto tanta competenza, tante persone che vorrei rivedere nella mia vita e la consapevolezza che non bisogna fermarsi, che non bisogna mai restare ferme ad aspettare un’opportunità, ma lanciarsi nel nuovo e nel diverso” continua Federica, Frida per tutti, Morra.

Hanno condiviso per sei giorni spazi, momenti ed idee, scoprendo di avere gli stessi sogni, le stesse aspirazioni e difficoltà. Tra le tante nozioni apprese, è stata loro spiegata l’efficacia del fare networking, ma il networking più bello l’hanno costruito loro stesse, un networking prima di tutto personale, un nuovo bagaglio di conoscenze e amicizie, con il quale comprendere che le stesse paure, se condivise, smettono di essere tali e che i sogni, se confrontati, acquisiscono forza e concretezza. Il futuro ha tanto in serbo per loro.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007