Deturpato il graffito di Blu dell'ex Casa del Portuale. LE FOTO - Tempostretto

Deturpato il graffito di Blu dell’ex Casa del Portuale. LE FOTO

Claudio Panebianco

Deturpato il graffito di Blu dell’ex Casa del Portuale. LE FOTO

mercoledì 31 Dicembre 2014 - 10:16
Deturpato il graffito di Blu dell’ex Casa del Portuale. LE FOTO

Il murales messinese dello street artist italiano di fame internazionale, Blu, è stato in parte coperto con della vernice nera e azzurra da ignoti, rovinando uno dei capolavori dell'artista. Il Circolo Arci Thomas Sankara ha denunciato, con delle foto, l'accaduto

Nel Luglio del 2013 Messina ha ricevuto un regalo inaspettato. Blu, artista di fama internazionale la cui vera identità rimane ancora celata dietro il mistero del suo pseudonimo, è arrivato nella città dello Stretto e, "dopo il mare e la granita", come scrisse lui stesso, nel centro urbano ha visto una grande tela da decorare con uno dei suoi capolavori. Considerato dal "The Observer" uno dei dieci migliori street artist viventi, Blu ha dipinto in America, Europa e Medio Oriente.

Sede del suo lavoro è stato uno dei muri dell'Ex Casa del Portuale, all'epoca ancora occupata dai ragazzi del Pinelli. La street art è una forma d'espressione artistica a tutti gli effetti. Achille Bonito Oliva, critico d'arte di fama internazionale, riguardo alla questione dichiarò in un'intervista "E' l'affermazione di un'identità macroscopica che assume e assorbe le forme della pop art, del kitsch e inconsciamente anche della tipografia futurista. Trovo tutto questo molto interessante e creativo".

Già danneggiato una volta, il graffito è stato poi sistemato per evitare che un gioiello così importante (Blu è oggi uno degli artisti più apprezzati al mondo) fosse deturpato. Aggiunto ovviamente tra la collezione online dell'artista, consultabile sul suo sito ufficiale, il murales della cortina del porto è stato vittima di un altro raid vandalico. Ignoti infatti, nei giorni scorsi, hanno devastato la parete, rovinando il disegno. A denunciare il tutto, con delle foto su Facebook, è stato il Circolo Arci Thomas Sankara.

Nelle immagini si può notare come un amo della costruzione sia stato coperto da uno scarabocchio nero, come una linea ondulata serpeggi in una parte della "tela" e come la scritta "Merry X – Mas" capeggi su una fiancata. Anche il nome "Chiara", scritto con una tonalità di colore differente da quello dell'opera, ha rovinato l'intera esposizione. Indignazione è stata manifestata da parte dei membri del Circolo e dai cittadini. "A Messina na cosa bona c'era" appare come un must anche sotto capodanno, purtroppo.

Claudio Panebianco

Tag:

20 commenti

  1. Non poteva che essere opera di fascisti. Ma che possiamo farci, le malattie mentali sono una grave piaga. Se non facessero schifo, farebbero pena.

    0
    0
  2. Non poteva che essere opera di fascisti. Ma che possiamo farci, le malattie mentali sono una grave piaga. Se non facessero schifo, farebbero pena.

    0
    0
  3. come avviene da sempre per cose di maggior valore, rispetto a un disegno abusivo di dubbio gusto

    0
    0
  4. come avviene da sempre per cose di maggior valore, rispetto a un disegno abusivo di dubbio gusto

    0
    0
  5. gli stessi fascisti che hanno deturpato la galleria fascista VE III? ahahah, che ridere sti buddaci

    0
    0
  6. gli stessi fascisti che hanno deturpato la galleria fascista VE III? ahahah, che ridere sti buddaci

    0
    0
  7. Disegno abusivo di dubbio gusto … rispetto alla “bellezza” che ha, putroppo “per te”, ricoperto!!!

    In tante parti del mondo non potendo ristrutturare le brutezze ereditate li valorizzano con dei grafiti … e noi invece abbiamo i Napoleoni di turno che, invece di condannare l’abusivismo diffuso in questa città sfregiata, da “poveri” budaciotti paragonano questi “disegnacci” ai vari scarabbocchi tipo “fascisti di m…” o “comunisti ebrei” ma ancor più a … “CAMMELA SI A ME VITA”!

    A ben risentirci!

    0
    0
  8. Disegno abusivo di dubbio gusto … rispetto alla “bellezza” che ha, putroppo “per te”, ricoperto!!!

    In tante parti del mondo non potendo ristrutturare le brutezze ereditate li valorizzano con dei grafiti … e noi invece abbiamo i Napoleoni di turno che, invece di condannare l’abusivismo diffuso in questa città sfregiata, da “poveri” budaciotti paragonano questi “disegnacci” ai vari scarabbocchi tipo “fascisti di m…” o “comunisti ebrei” ma ancor più a … “CAMMELA SI A ME VITA”!

    A ben risentirci!

    0
    0
  9. La visione bigotta di questo commentatore , manifesta una tale ignoranza da far cadere le braccia.
    A Napoleone Bonaparte consiglierei di farsi un giro in Sardegna per capire cosa hanno significato e significano I Murales anche dal punto economico. Magari ad Orgosolo. Ma dubito che una mente così limitata possa concepire qualcosa di talmente coraggioso: scoprire un mondo diverso!

    0
    0
  10. La visione bigotta di questo commentatore , manifesta una tale ignoranza da far cadere le braccia.
    A Napoleone Bonaparte consiglierei di farsi un giro in Sardegna per capire cosa hanno significato e significano I Murales anche dal punto economico. Magari ad Orgosolo. Ma dubito che una mente così limitata possa concepire qualcosa di talmente coraggioso: scoprire un mondo diverso!

    0
    0
  11. abusivo perchè fuorilegge, di dubbio gusto perchè può non piacere a tutti.Ma dimenticavo che messina è la città dell’anarchia e dell’indifferenza assoluta, tranne che per queste fesserie, vai vai in pace

    0
    0
  12. abusivo perchè fuorilegge, di dubbio gusto perchè può non piacere a tutti.Ma dimenticavo che messina è la città dell’anarchia e dell’indifferenza assoluta, tranne che per queste fesserie, vai vai in pace

    0
    0
  13. Fascisti o no si tratta comunque di imbecilli, ignoranti, che non hanno niente da fare e che a modo loro hanno fatto una cosa scaltra. Purtroppo Messina è piena di questa gente, a parlare di pulizia etnica risulterei anche io fascista allora chiamiamola opera di bene

    0
    0
  14. Fascisti o no si tratta comunque di imbecilli, ignoranti, che non hanno niente da fare e che a modo loro hanno fatto una cosa scaltra. Purtroppo Messina è piena di questa gente, a parlare di pulizia etnica risulterei anche io fascista allora chiamiamola opera di bene

    0
    0
  15. RIGURGITI DI FASCISMO…..e “golpe striscianti”.
    Anche questo è annoverabile tra i “miracoli accorintiani” in riva allo Stretto. Ha dato respiro allo spirito “fascista” che da sempre serpeggia a Messina.
    Si noti che la Casa del Portuale è vicinissima sia alla “Casa di Vincenzo” sia al Circolo Arci Sankara oggetto recentemente di raid vandalici ripetuti.
    Si noti anche la scritta “X-MAS” (che non è l’abbreviazione di “Christmas” usata spesso negli sms) ma un messaggio in codice in “tema” che rimanda alla X°-
    Si noti la “Y” di “MERRY” e che la “X” è stata scritta con le “grazie” del carattere proprio per sottolineare che allude al Dieci Romano. Non è il frutto di una “Ragazzata”

    0
    0
  16. RIGURGITI DI FASCISMO…..e “golpe striscianti”.
    Anche questo è annoverabile tra i “miracoli accorintiani” in riva allo Stretto. Ha dato respiro allo spirito “fascista” che da sempre serpeggia a Messina.
    Si noti che la Casa del Portuale è vicinissima sia alla “Casa di Vincenzo” sia al Circolo Arci Sankara oggetto recentemente di raid vandalici ripetuti.
    Si noti anche la scritta “X-MAS” (che non è l’abbreviazione di “Christmas” usata spesso negli sms) ma un messaggio in codice in “tema” che rimanda alla X°-
    Si noti la “Y” di “MERRY” e che la “X” è stata scritta con le “grazie” del carattere proprio per sottolineare che allude al Dieci Romano. Non è il frutto di una “Ragazzata”

    0
    0
  17. Mi dispiace contraddirti Napoleone. Ci sono graffiti che sono stati “tagliati” dal muro e rivenduti a peso d’oro. Ci sono graffiti che sono diventati simboli.
    E comunque pur non condividendo il movimentismo pinellino ti posso assicurare che quella era un’opera d’arte unica e, l’unica cosa buona che i pinellini abbiano “prodotto” a Messina tra i tanti danni, anche psicologici che hanno fatto alla città.

    0
    0
  18. Mi dispiace contraddirti Napoleone. Ci sono graffiti che sono stati “tagliati” dal muro e rivenduti a peso d’oro. Ci sono graffiti che sono diventati simboli.
    E comunque pur non condividendo il movimentismo pinellino ti posso assicurare che quella era un’opera d’arte unica e, l’unica cosa buona che i pinellini abbiano “prodotto” a Messina tra i tanti danni, anche psicologici che hanno fatto alla città.

    0
    0
  19. Fascisti sicuramente, imbecilli forse, ignoranti non direi. Quello è un messaggio in “tema” ed “in codice”…. Nota la scritta “Merry X-mas”. Nota come è scritta la “X” che non allude al modo di scrivere “Christmas” via sms, ma al 10° romano. E guasrda anche il modo di scrivere la “Y” di “Merry” ovvero una “svastica”. Ricorda la famosa X-MAS fascista comandata dal principe Borghese, quello del tentato golpe del 70…

    0
    0
  20. Fascisti sicuramente, imbecilli forse, ignoranti non direi. Quello è un messaggio in “tema” ed “in codice”…. Nota la scritta “Merry X-mas”. Nota come è scritta la “X” che non allude al modo di scrivere “Christmas” via sms, ma al 10° romano. E guasrda anche il modo di scrivere la “Y” di “Merry” ovvero una “svastica”. Ricorda la famosa X-MAS fascista comandata dal principe Borghese, quello del tentato golpe del 70…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007