Ordine degli architetti, Falzea sfiduciato. Longo nuovo presidente - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Ordine degli architetti, Falzea sfiduciato. Longo nuovo presidente

Ordine degli architetti, Falzea sfiduciato. Longo nuovo presidente

mercoledì 16 Gennaio 2019 - 09:56
cambio al vertice

MESSINA – Antonello Longo è il nuovo presidente dell’Ordine degli architetti. Prende il posto di Pino Falzea, sfiduciato dal Consiglio dopo una progressiva frattura, consumata per la mancata condivisione degli obiettivi originari.

Nel 2017 era stato letto Giovanni Lazzari, con un ampio consenso, tanto che gli schieramenti opposti non avevano portato nessun esponente in Consiglio. Ma Lazzari era decaduto a seguito di una norma, la cui sentenza attende ancora il parere della Cassazione.

Otto consiglieri (Maria Nuccia Calanni Macchio, Fabrizio Ciappina, Antonello Longo, Caterina Sartori, Massimo Stracuzzi, Clelia Testa Camillo, Giuseppe Cannetti e Salvatore Pantano) hanno sfiduciato l’intero direttivo e proceduto al rinnovo.

Il vicepresidente vicario sarà Salvatore Pantano, la segretaria Caterina Sartori, la tesoriera Clelia Camillo Testa, il vicepresidente con delega alla formazione Fabrizio Ciappina, i vicepresidenti con delega territoriale Maria Nuccia Calanni Macchio (area nebroidea) e Massimo Stracuzzi (area jonica}.

“Falzea – scrivono i componenti del nuovo direttivo – non ha svolto il ruolo di garante delia coesione e della continuità programmatica del gruppo con il quale era schierato in tempo di elezioni, ossia di quella compagine che aveva affidato a lui la presidenza dell'Ordine. Non ha agito per evitare la frattura che si era da tempo insinuata nelle attività consiliari ma, al contrario, ha favorito un processo di accelerazione della crisi, sino alla sua irreversibilità”.

I consiglieri evidenziano di avere ripetutamente manifestato il proprio disagio a Falzea che, “con il supporto di una minoranza consiliare, non è riuscito o non ha voluto garantire la coesione di un gruppo, peraltro molto più ampio di quello rappresentato dallo stesso Consiglio, favorendo divisioni e contrapposizioni che hanno creato uno stato di paralisi, una assenza del direttivo nell'affrontare le molteplici problematiche che incombono giornalmente sulla categoria e, quindi, un grande danno per tutti gli iscritti”.

L'altro punto su cui viene incardinata la mozione è quello relativo alla gestione dei rapporti con il Consiglio Nazionale degli Architetti, “all'attività del quale il presidente Falzea si sarebbe mostrato del tutto prono, senza salvaguardare così una autonomia di pensiero e di azione da parte del Consiglio dell'Ordine, in un momento di grandi tensioni nell'ambito delle politiche professionali sia a livello nazionale che regionale”.

Altra questione oggetto di mozione è infine quella legata alla gestione delia Fondazione degli Architetti del Mediterraneo e alla individuazione del suo direttivo che, a parere dei consiglieri firmatari, “avrebbe dovuto costituire occasione per una ricomposizione delle divisioni consiliari e che invece, sempre in funzione delle future prospettive elettorali, è stata dilazionata a tal punto da comportare l'elusione di qualsiasi confronto, e con esso, anche il non perseguimento degli obiettivi comuni del più ampio gruppo originario, nel rispetto del mandato elettorale ricevuto”.

Il consigliere Pantano, in particolare, ha lamentato inoltre “l'assenza di un reale impegno del presidente Falzea relativamente alla politica professionale, che si sarebbe fermato a mere promesse, strumentali al mantenimento di un consenso maggioritario in Consiglio”.

Il nuovo Direttivo dell'Ordine, appena insediatosi, ha già ripreso le attività finalizzate ad un riscontro, quanto più celere possibile, alle diverse problematiche che affliggono la categoria, con l'intendimento di coinvolgere, a breve, tutti gli iscritti, anche con la ricostituzione di alcune commissioni, tra le quali, in particolare, quella inerente i lavori pubblici, ritenuta essenziale per le attività cui è preposto l'Ordine, e che, “fino al suo scioglimento ad opera del presidente Falzea, lavorava con impegno e capacità, con il coordinamento dell'arch. Filippo D'Arrigo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x