Cinema, Favino sarà il comandante messinese Salvatore Todaro - Tempostretto

Cinema, Favino sarà il comandante messinese Salvatore Todaro

Redazione

Cinema, Favino sarà il comandante messinese Salvatore Todaro

lunedì 21 Novembre 2022 - 11:30

Nato nel 1908, il militare della Marina è famoso per aver salvato 26 nemici dopo un attacco a un sommergibile belga nel 1940

La storia dell’eroe messinese Salvatore Todaro diventa un film e a interpretare il concittadino, nato nel 1908 e celebre comandante di sommergibili della Marina Militare italiana, sarà Pierfrancesco Favino (nella foto di Lia Pasqualino). Il celebre e pluripremiato attore sarà il volto centrale del film diretto da Edoardo De Angelis. Al centro la storia di Todaro, protagonista a bordo del sottomarino Cappellini.

La battaglia contro il “Kabalo”

I fatti risalgono al 15 ottobre 1940, quando nell’Oceano Atlantico il sottomarino Cappellini, con Todaro al comando, ha affondato la nave mercantile belga “Kabalo”, che trasportava componenti di aerei e batteva bandiera inglese. Ma la storia vede soprattutto l’atto di umanità di Todaro, che va contro gli ordini dei suoi superiori e salva 26 membri dell’equipaggio nemico, portandoli a bordo contro ogni protocollo. La storia, che ha i contorni della leggenda, racconta che il messinese rispose, a chi gli chiedeva il motivo di esporsi a un rischio simile, “perché siamo italiani”.

De Angelis: “Il nemico inerme non è solo un nemico”

Ansa riporta le parole di De Angelis, autore emergente e regista del film in lavorazione: “Un nemico indifeso non è più un nemico, è solo un altro essere umano. Salvatore conosce le leggi eterne che governano il cielo e il mare. L’uomo alla guida di una trireme romana duemila anni fa è lo stesso che comanda un sommergibile nel 1940, in Atlantico, in piena guerra. Quell’uomo si chiama Salvatore ed è forte. Affonda il ferro delle navi nemiche senza paura e senza pietà. Ma il nemico inerme non è più nemico, è solo un altro uomo e allora lo salva. Perché l’essere umano davvero forte è quello capace di tendere la mano al debole. Salvatore è nato duemila anni fa: è un italiano”.

Il film è stato girato per lo più a Taranto, su un sommergibile che ricalca fedelmente il Cappellini del 1940, lungo 73 metri costruito con oltre 70 tonnellate di acciaio. Soltanto per questo sono serviti 8 mesi di lavori e oltre 100 professionisti, tra ingegneri, costruttori e artigiani. Salvatore Todaro è morto due anni dopo rispetto alla storia narrata dal film. Nato nel 1908, poco più di 3 mesi prima del terremoto del 28 dicembre, il comandante si è spento in battaglia al largo della Tunisia, il 14 dicembre 1942, a 34 anni.

Tag:

2 commenti

  1. veramente Todaro rispose così (cit Wikipedia):
    Todaro si sentì chiedere dal secondo ufficiale del Kabalo: “Ma lei, visto che tratta così un nemico, che razza di uomo è? Vede, se quando ci ha attaccati di sorpresa non avessi dormito nella mia cabina, le avrei sparato addosso con il cannone, scusi la mia franchezza”. Al che Salvatore Todaro rispose: “Sono un uomo di mare come lei. Sono convinto che al mio posto lei avrebbe fatto come me”. L’ufficiale italiano portò la mano alla visiera in segno di saluto e fece per andarsene, ma vedendo il secondo ufficiale guardarlo, si fermò e gli chiese: “Ha dimenticato qualcosa?”, “Sì” – gli rispose l’altro con le lacrime agli occhi -“Ho dimenticato di dirle che ho quattro bambini: se non vuole dirmi il suo nome per mia soddisfazione personale, accetti di dirmelo perché i miei bambini la possano ricordare nelle loro preghiere”. Risposta: “Dica ai suoi bambini di ricordare nelle loro preghiere Salvatore Todaro”.

    5
    0
  2. Autentica Gente di MARE. Anche Hans Lunderdorff , comandante della Graf Von Spee, fece lo stesso.

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007