Le assunzioni nelle coop a fine elezioni, i rapporti coi sindacati, l'Atm - Tempostretto

Le assunzioni nelle coop a fine elezioni, i rapporti coi sindacati, l’Atm

Rosaria Brancato

Le assunzioni nelle coop a fine elezioni, i rapporti coi sindacati, l’Atm

domenica 21 Ottobre 2018 - 21:58
Le assunzioni nelle coop a fine elezioni, i rapporti coi sindacati, l’Atm

Entro dicembre i bandi per la gestione degli stadi, le dirette facebook degli incontri con i sindacati. E ancora le assunzioni nelle coop in periodi elettorali ed il caso degli interinali all'Atm

STADIO SAN FILIPPO

Ho fatto le mie scuse ai tifosi, perché quello che si è verificato non si doveva verificare, ma le istituzioni vanno rispettate. Il Comune non aveva alcuna responsabilità in quella situazione perché spetta alla società presentare la polizza. L’anno scorso l’ACR non ha presentato neanche la polizza assicurativa per i danni. A luglio ho chiesto la polizza ma nessuno mi ha ascoltato. Anche la SCIA doveva presentarla l’Acr così come il CDM. Toccava a loro per norma. Il direttore generale dell’Acr lo sapeva benissimo, eppure ha fatto un post contro di me. Oggi ha giocato il Città di Messina nello stadio a porte aperte con le limitazioni del caso, i nostri documenti sono a posto, tocca alle società presentare i loro e consentire ai tifosi di seguire le squadre del cuore. Ai fratelli Sciotto dico, nessun problema, io sono qui, possono venire a parlare quando vogliono. ENTRO DICEMBRE USCIRANNO I BANDI PER LA GESTIONE PLURIENNALE PER GLI STADI così la finiamo con queste vergogne.

RAPPORTI CON I SINDACATI

De Luca legge prima un whatsapp che il segretario della Uil Ivan Tripodi ha inviato a tutti i dirigenti sindacali ed ai tesserati Uil e con il quale invita alla mobilitazione contro l’amministrazione il 31 e specifica che saranno organizzate le assemblee di categoria il 31 in concomitanza con lo sciopero e nello stesso luogo, Piazza Municipio.

Io sono figlio di contadini e muratori e rispetto i lavoratori, rispetto chi lavora e si busca il pane con umiltà e sacrifici. La Uil in quel messaggio fa riferimento al verbale di concertazione del Salva Messina, scritto all’una di notte del 13 ottobre con le organizzazioni sindacali che sono rimaste fino alle fine cioè Cisl e Cisal che hanno compreso il quadro finanziario e hanno firmato con senso di apertura intervenendo nel testo per arrivare ad un risultato CONDIVISO. Mi è stato chiesto da Cisl e Cisal di prorogare la chiusura di Casa Serena fino al 31 dicembre in attesa di capire il Piano d’interventi. Uil e Cgil NON HANNO FATTO ALCUNA PROPOSTA, ma io invito ugualmente tutte le organizzazioni al confronto futuro per trovare soluzioni.

A Cgil e Uil dico, vi aspetto, vi aspetta Messina, tutti i lavoratori hanno diritto che voi siate a quel tavolo, la vostra presenza è eticamente obbligatoria. Troppo facile abbandonare il tavolo senza dimostrare alcun attaccamento al bene comune.

In questo momento l’unica cosa da fare è SALVARE MESSINA, il Comune, le partecipate. A meno che lo sciopero del 31 non sia politico e dietro lo sciopero ci sono alcuni politici. La città va difesa da chi pensa a tutelare solo gli INTERESSI DELLA CASTA. Lo sciopero del 31 è lo sciopero della casta che difende i suoi interessi esclusivi, i suoi privilegi. Oggi chi prende lo stipendio è un privilegiato, dovrebbe accogliere gli utenti col sorriso, dovrebbe chiedere che l’azienda paghi i contributi, contribuire a risanare l’azienda.

Dal 23 al 29 apriamo il tavolo concertativo con tutti i sindacati e siamo pronti a parlare con tutti, compresa la Cgil e la Uil. Evitiamo il muro contro muro, che fa morti e feriti ed io non ne voglio.

L’altro giorno con Cisl e Cisal ho proposto un’idea, niente più trattative sindacali a PORTE CHIUSE MA SU FACEBOOK COSIì I LAVORATORI POTRANNO VEDERE se c’è chi gioca sporco sulla loro pelle. Segretario della Uil e segretario della Cgil vi aspetto con un caffè al Comune per il bene di Messina.

PALAGIUSTIZIA

Il Palagiustizia è una grande incompiuta, quando ho chiamato il Ministero ho dovuto chiedere scusa perché se ne parla da 30 anni. Però l’amministrazione Accorinti ci ha lasciato in eredità un pacco…. Nessun progetto di massima….. Inoltre dei 17 milioni previsti 5 milioni, anzi ora sono 8, devono prima essere spesi per la realizzazione del nuovo ospedale militare in zona ex Molino Gazzi. Ne restano 9 per il Palagiustizia da realizzare nell’area dell’ex ospedale militare ma solo quando saranno finiti i lavori ed il collaudo del nuovo ospedale….Fatti due conti non solo restano 9 milioni per il Pala giustizia ma i lavori non inizieranno prima di 5 anni, tempo necessario per quelli del nuovo ospedale militare. Insomma prima di 10 anni non ci sarà niente.

Noi abbiamo presentato un’alternativa, con pure la progettazione di massima fatta dagli uffici di progettazione del Dipartimento. E realizzeremmo in metà tempo una struttura in via La Farina dove c’è il cosiddetto “fosso” che avrebbe il doppio dello spazio…. Inoltre l’area è del Comune, quindi a costo zero. L’ex giunta ha fatto solo protocolli d’intesa e chiacchiere.

RISANAMENTO

Stiamo lavorando senza sosta, se l’1 novembre non arriva dal governo nazionale la dichiarazione dello stato d’emergenza assegniamo le prime 600 abitazioni lo stesso (in 15 anni ne sono state consegnate 600 io lo farò in 3 mesi).

L’1 novembre mi prenderò una TENDA E DORMIRO’ OGNI SERA IN UNA ZONA DIVERSA PERCHE’ DEVE ARROSSIRE L’ITALIA FIN QUANDO NON verrà risarcita Messina del torto subito. Siamo la città delle baracche, basta ora.

COOPERATIVE SOCIALI- GENESI

Ho scoperto che ad ogni campagna elettorale spuntavano gli assunti nelle cooperative, Genesi compresa. Guardiamo gli elenchi degli assunti dopo le Regionali. Ho firmato la determina che sposta tutti i funzionari del dipartimento servizi sociali che erano lì da 30 anni nonostante la normativa anticorruzione. Andranno in altri settori.

Ho fatto un paio di calcoli. Con 500 addetti ai servizi sociali, risulta un costo medio di 30 mila euro l’anno ad addetto. In realtà non risulta che gli operatori percepiscano 1500 euro al mese netti, quindi c’è qualcosa che non va con l’intermediazione. Vorrei sapere come mai paghiamo 2 MILIONI E MEZZO l’anno. Poi però ci chiediamo come mai vincano le gare al ribasso del 100%, sono francescani, dobbiamo dirgli grazie….

Facciamo lavorare chi è giusto che lavori, non chi viene assunto a fine campagna elettorale… Busacca della Genesi ammette che la figlia della dirigente dei servizi sociali è dipendente della Genesi ed è direttrice di Casa Serena ma opera nei servizi sociali da 8 anni. Quindi in sostanza dichiara che è così da anni. Mi dice che le gare le fa l’Urega. Ma i bandi chi li fa? Chi stabilisce le regole, le logiche? Il Dipartimento…

Mi chiedo quali lavoratori dei servizi sociali tutelare, quelli che sono stati licenziati per far spazio a chi è stato preso nelle campagne elettorali? I licenziati del sistema non fanno tessere sindacali o di partito, nessuno li ha tutelati. Voglio l’elenco di tutti gli assunti, perché si farà l’albo e l’istituzione dei servizi sociali assumerà da lì, in base a criteri reali. Dobbiamo liberare i lavoratori da certe logiche, non devono più essere BACINI ELETTORALI. L’intermediazione alle coop costa. Tagliamo i soldi per la coop e li diamo direttamente ai lavoratori, così non si perdono posti di lavoro. Così si dà dignità al lavoro, non è macelleria sociale.

.

ATM

Malgrado l’Atm sia sommersa di debiti, gli stipendi dei dipendenti sono stati pagati puntualmente, comprensivi di 13 esima, 14 esima, straordinari e, FATTO FINORA NON ACCADUTO, ANCHE I CONTRIBUTI. Prima non era così, ma non parlava nessuno. Non ho mai detto che l’Atm sarà privatizzata, perché Cgil e Uil dicono questo?

Il presidente dei revisori dei conti Felice Genovese nell’ultimo verbale ripete quello che è stato scritto anche nei verbali precedenti e cioè che i debiti al 31 dicembre 2012 erano 51 milioni 450 milae che i conti non quadravano sin dal 2002. L’amministrazione Accorinti pur essendone a conoscenza ne ha inseriti nel Piano di Riequilibrio 32 milioni. Che fine hanno fatto gli altri? Si sono persi per strada? Eppure i revisori lo dicevano ad Accorinti sin dal 2013 e nel gennaio 2014 è la stessa amministrazione che il 29 manda al consiglio comunale una delibera nella quale parla di liquidazione dell’Atm. Ma il 2 settembre 2014 cambiano idea, perché in 9 mesi è stato concluso l’accordo con l’accordo con la GTT di Torino e l’acquisto dei mezzi dell’azienda ed è stato nominato il nuovo direttore generale SENZA CONCORSO, Giovanni Foti con il compito di rilanciarla. Non parliamo degli autobus che ci hanno dato….

Infine sugli interinali c’era un disegno criminoso: l’assunzione senza concorso. Ora abbiamo la prova: la vertenza fatta da 32 di loro sostenendo che l’assunzione per somministrazione tramite agenzia interinale ed a tempo determinato è valida per poter chiedere l’assunzione a tempo indeterminato… Poi vai a vedere chi sono gli interinali che vogliono essere assunti per sempre senza concorso e scopri che ci sono nomi che riguardano da vicino politici, ma anche figli di autisti, stretti congiunti di sindacalisti. Ecco perché le mancante prove pratiche, il fatto che non c’erano quiz ma colloquio. Su tutto questo, dai verbali agli interinali le carte sono già all’attenzione dei magistrati.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007