De Luca incontra i dirigenti: entro il 10 certezze su debiti e personale - Tempostretto

De Luca incontra i dirigenti: entro il 10 certezze su debiti e personale

De Luca incontra i dirigenti: entro il 10 certezze su debiti e personale

lunedì 08 Ottobre 2018 - 11:06
De Luca incontra i dirigenti: entro il 10 certezze su debiti e personale

Entro mercoledì i dirigenti dovranno fornire un quadro esaustivo dei debiti dei singoli dipartimenti e della situazione dell'organico. In ufficio dovranno stare solo i dipendenti di categoria C e D come prevede la legge

Sin dalle scorse settimane il sindaco aveva avviato il confronto con i dirigenti ai quali aveva chiarito una serie di aspetti, primo fra tutti la necessità di avere CERTEZZA sui debiti e sulle somme eventualmente rimaste nei cassetti. Secondo aspetto la ricognizione sul personale, in vista di una riorganizzazione della macchina organizzativa che si basi su un criterio semplice: ogni dipendente deve fare il lavoro per il quale è stato assunto. Se serve la riqualificazione e lo spostamento in altri settori lo si deve fare in base alle necessità del Comune e non per favorire spese con affidamenti ad esterni.

I dirigenti ENTRO MERCOLEDI’ dovranno fornire il quadro chiaro delle risorse e dei debiti. Oggi c’è stato un nuovo incontro tra De Luca ed i dirigenti ed il sindaco ha ribadito i punti:

1. Debiti: entro il 10 ottobre ognuno deve comunicare tutto ciò che c’è nei cassetti. Scaduto tale termine i dirigenti saranno ritenuti responsabili anche sotto il profilo contabile delle omissioni o disattenzioni in merito;

2. Riorganizzazione del personale:
gli impiegati di categoria A, circa 200 unità, (attività manuali) non possono più stare negli uffici ma devono fare le pulizie, la manutenzione, la scerbatura, gli attacchini e le altre attività prettamente manuli;
gli impiegati di categoria B, circa 300, (attività manuali specializzate, operatori di ufficio con mansioni semplici tipo archivisti, autisti) devono prioritariamente diventare operai specializzati, autisti, addetti al corpo di polizia mentre negli uffici una residua parte per archivi e supporti da definire e concordare con il sindaco;
– Gli impiegati C e D negli uffici o al Corpo di polizia municipale;

3. Bilancio di previsione 2019/2021 tutto deve essere pronto entro il 31 ottobre per avviare il percorso ed approvare tutto entro il 20 dicembre;

4. Progetto “Salva Messina”: suggerimenti entro il 10 ottobre;

5. piano di riequilibrio: sapere entro il 10 ottobre dai diretti responsabili, per le rispettive competenze, le motivazioni del fallimento di alcune previsioni che hanno generato un buco di oltre 50 milioni di euro nel periodo 2014/2017.

Anche ieri il sindaco aveva posto il problema dell’operatività di alcuni dei dirigenti. Il buco di 50 milioni al quale fa riferimento è la mancata attuazione di obiettivi e la scarsa capacità di attrarre risorse, portare avanti i progetti avviati.

Tag:

3 commenti

  1. MessineseAttenta 8 Ottobre 2018 16:53

    Se un impiegato di fascia B è inquadrato (per concorso o per cambio profilo professionale a causa di patologia) tra gli Amministrativi, de luca (col minuscolo assolutamente voluto) può piangere in greco e si può buttare per terra che a fare l’operaio o l’attacchino non ci andrà mai.
    I Vigili partono dalla ex 6^ qualifica (Fascia C) ed arrivano fino alla D.
    Quindi niente Fascia B.
    Gli autisti sono fascia B ex 5 livello, se sono autisti di auto. Se guidano camion o pulmann sono Fascia C ex 6^ livello.
    de luca (col minuscolo assolutamente voluto) non ha la minima conoscenza dei contratti e dell’inquadramento professionale dei Dipendenti e da quello che dice dimostra a tutti la sua ignoranza in materia.

    0
    0
  2. Benissimo! Attività all aperto : in 25 anni di lavoro mi sono sempre comportata con dedizione e spirito di servizio. In ufficio siamo in 3 : il capo sezione, una collega categoria A ed io categoria B. Tutti fuori? Sarà venuto il tempo che i miei due interventi vengano considerati tramite perizia di un medico legale. Farò ogni cosa lecita per lavorare il meno possibile. Il capo ufficio restera solo : finalmente saremo FANNULLONI E SCARSI. Ma questa volta veramente è non mistificando la Realtà!! Vergogna!! Perché invece il. Sig sindaco non ci VALUTAVA? EH! bastano due parole per comprendere la preparazione di una persona!! Invece di additare e buttare a mare l impegno e la professionalità maturata in più di 20 anni!!

    0
    0
  3. Nene a pacchia finiu. Mi auguro che poi i cosiddetti responsabili in negativo e condizionati da ordini…superiori delle scorse edizioni…di Sindaci e loro entourage …siano definitivamente messi alla porta. Le mele marce fetono…Buon lavoro a tutti. Forza ce la faremo a risollevare questa splendida città. Me lo auguro ha vissuto tempi molto ma molto tempo fa di entusiasmo di vita !!!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007