Savoca. Itinera, viaggio nell'arte in uno dei borghi più belli d'Italia - Tempostretto

Savoca. Itinera, viaggio nell’arte in uno dei borghi più belli d’Italia

Carmelo Caspanello

Savoca. Itinera, viaggio nell’arte in uno dei borghi più belli d’Italia

sabato 19 Agosto 2017 - 07:14
Savoca. Itinera, viaggio nell’arte in uno dei borghi più belli d’Italia

Un percorso lungo due giorni fatto di musica, cinema, fotografia, pittura, scultura, teatro, danza, letteratura, fumettistica e artigianato. L'obiettivo è bissare il successo della scorsa edizione che ha fatto registrare 10mila presenze

SAVOCA. Itinera. Un viaggio nell’arte lungo due giorni nel palcoscenico naturale di uno dei borghi più belli d’Italia. Una kermesse in cui sono gli artisti ad adeguarsi all’ambiente destinato ad ospitare gli spettacoli. La scommessa del Comune e dei direttori artistici Carmelo Ucchino e Gianfranco Stracuzzi è ambiziosa: bissare il successo dell’edizione 2016 che ha portato a Savoca 10mila persone in 48 ore. Il viaggio nell’arte, in programma domenica 20 agosto e lunedì 21 è stato presentato nel corso di una conferenza stampa nel giardino dello storico Bar Vitelli.

Sono intervenuti il sindaco, Nino Bartolotta, l’assessore alla Cultura Enico Salemi, i direttori artistici Carmelo Ucchino e Gianfranco Stracuzzi, l’assessore Carmela Miuccio, il vicesindaco Pippo Trimarchi e la cantante Giovanna D’Angi. Ad aprire i lavori Enico Salemi, il quale ha spiegato che “lo scopo di Itinera è quello di far conoscere il borgo savocese e valorizzarlo nel giusto modo, con artisti che possano esaltarne le peculiarità. Tutto esclusivamente in funzione dello stesso borgo. Non siamo impresari teatrali, bensì amministratori che cercano di lanciare l’essenza del paese mediante gli artisti”.

LA PECULIARITA' DELLA KERMESSE

A fargli eco è il sindaco Bartolotta: “Percorsi artistici e culturali sono diversificati – esordisce – ma lanciano un unico messaggio, quello della compatibilità con il patrimonio artistico del nostro paese. Itinera non poteva prendere le strade delle sagre, senza nulla togliere a queste manifestazioni. Deve essere una manifestazione peculiare. E gli artisti che abbiamo voluto ne sono la dimostrazione: Rita Botto, i fratelli Napoli, Giovanna D’Angi. I fratelli Napoli – sottolinea il sindaco – che lunedì metteranno in scena ‘Il duello di Agricane e Orlando’ attraverso l’opera dei pupi, sono stati riconosciuti patrimonio dell’Unesco. Sarà una due giorni che permetterà al turista che vuole venire a Savoca di approfittarne anche per pernottare. L’augurio è che si possa replicare il successo degli anni scorsi in particolare del 2016 che ha fatto registrare 10mila presenze. Ed un pubblico di qualità. L’obiettivo è di impreziosire Itinera di anno in anno, di nuovi tasselli”.

L'ANTEPRIMA NAZIONALE

Per Giovanna D’Angi “è un piacere tornare per il secondo anno. E l’invito rappresenta un’occasione per portare qui uno spettacolo (‘Sicilia: l’amuri, lu mitu e la storia’, domenica alle 22,30) che sarà una anteprima nazionale. Uno spettacolo che mette insieme la mia storia in Sicilia. Sono cresciuta nella tradizione popolare, in un gruppo folkloristico. Ho messo insieme l’amuri, lu mito e la storia. Pe questa terra meravigliosa. Non c’era occasione migliore per l’anteprima”. All’unisono i direttori artistici. “Itinera – chiosa Carmelo Ucchino – non è una notte bianca, non è una sagra. C’è un filtro che utilizziamo per mettere insieme gli artisti. L’artista si deve adattare e creare una fusione con il luogo. Quest’anno si è puntato sulla Sicilia, la storia e l’amore per questa terra. Non mancano i temi sociali. Gli incendi assurdi, che non solo un fenomeno siciliano. E la violenza sulle donne”.

"AMBIENTE DA GUSTARE"

Da Gianfranco Stracuzzi giunge un invito: “Girando per Savoca, quando sarà tutto allestito, gustatevi l’ambiente. C’è un grande sforzo ad adattarsi ai luoghi da parte degli artisti con regolazione audio e luci pertinenti”. Il programma di Itinera è ricco di contenuti e si svilupperà in diverse location: dalla porta della Città al museo etnoantropologico; dalla chiesa di S. Lucia al Centro filarmonico. Un percorso artistico lungo due giorni. Fatto di musica, cinema, fotografia, pittura, scultura, teatro, danza, letteratura, fumettistica e artigianato.

Carmelo Caspanello

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007