De Luca lancia la sfida: "Alle Europee ci saremo. Boom di tesserati in tutta Italia"

De Luca lancia la sfida: “Alle Europee ci saremo. Boom di tesserati in tutta Italia”

Redazione

De Luca lancia la sfida: “Alle Europee ci saremo. Boom di tesserati in tutta Italia”

venerdì 01 Marzo 2024 - 20:03

Si è aperta a Taormina l'assemblea nazionale di Sud chiama Nord. Il leader carica i suoi: "Facciamo sul serio e lo vedrete"

TAORMINA – Prima giornata dell’assemblea nazionale di Sud Chiama Nord a Palacongressi ed è subito De Luca show. Davanti ai tesserati che hanno riempito la sala, il leader del partito ha subito messo le cose in chiaro: “Noi che abbiamo i titoli conquistati sul campo, siamo il primo movimento politico in Sicilia e lo abbiamo dimostrato con i numeri in una elezione regionale. E lo continuiamo a fare. In Sardegna siamo riusciti a eleggere tre candidati regionali con Orizzonte Comune di Francesco Cuccureddu, lista federata a Sud chiama Nord, dimostrando ancora una volta la nostra forza. Oggi diamo vita al progetto nazionale – ha aggiunto De Luca – saremo presenti alle prossime elezioni europee. Diremo le cose per come stanno, ci batteremo per la libertà degli italiani e contrasteremo le politiche romanocentriche dei partiti tradizionali, compresa la Lega di Salvini. Facciamo sul serio e lo vedrete”.

Cateno De Luca ha fatto il punto sulla campagna tesseramento e sulla crescita del suo partito sul territorio. “Siamo l’esempio – ha detto sul palco del Palacongressi – della crescita autentica del civismo. Un movimento che è riuscito ad imporsi ai partiti nazionali. E dati alla mano sta continuando a farlo. I nostri obiettivi erano 10mila iscritti. A livello nazionale Laura Castelli, il nostro presidente, aveva il compito di radicare il partito in tutte le regioni d’Italia. Siamo andati ben oltre le nostre aspettative, arrivando a oltre 15mila tesserati in tutta Italia coprendo tutto il Paese. Abbiamo costituito quasi 300 comitati”. 

Articoli correlati

4 commenti

  1. Quali sono le percentuali nelle singole regioni?
    Quanti tra i dipendenti delle partecipate?
    Nulla da recriminare, ma a livello statistico sarebbe comunque un dato interessante per comprendere l’evoluzione del fenomeno.

    5
    6
  2. ANSA:
    “Altro che paura dell’autonomia differenziata, noi vogliamo il Regno delle Due Sicilie. Noi siamo federalisti e puntiamo ad aggregare nel rispetto dell’autonomia, non vogliamo più uno Stato centralista”

    Nessuno vuole più uno stato centralista.
    È il mantra della politica attira voti di questi tempi, come se il problema fosse il centralismo e non chi lo gestisce.

    6
    0
  3. 15.000 tesserati !? Togliete quelli che lavorano direttamente o indirettamente per lui e i dipendenti delle partecipate e restano Lui e quattro amanti del turpiloquio e dell’insulto .
    Riesce ad avere un minimo di seguito solo grazie all’ analfabetismo funzionale presente in italia e purtroppo in maniera ancora maggiore nella mia Sicilia .
    Il suo smodato ego lo autodistruggerà , ci vorrà solo tempo , non si vive di odio e insulti .

    0
    1
  4. Puliziatotale 2 Marzo 2024 12:55

    Li trovi come vuoi tu, tutta gente che vuole lavorare seduta

    0
    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007