Eccellenza. Jonica e Nebros si annullano, Igea supera Rocca Acquedolcese - Tempostretto

Eccellenza. Jonica e Nebros si annullano, Igea supera Rocca Acquedolcese

Simone Milioti

Eccellenza. Jonica e Nebros si annullano, Igea supera Rocca Acquedolcese

lunedì 03 Ottobre 2022 - 11:32

Stesso risultato, pareggio sul 2-2, per il Città di Taormina, in casa del Comiso, e il Milazzo, che ospitava l'Acicatena

Nella quarta giornata del campionato di Eccellenza siciliano erano previsti due derby tra squadre della provincia di Messina. La Nuova Igea Virtus ha ritrovato la Rocca Acquedolcese dopo l’impegno in Coppa Italia, ma il risultato è stato identico 2-0 per i tirrenici.

L’altro derby si è giocato sulla costa orientale e ha visto di fronte Jonica e Nebros. Al Nuovo Comunale Bucalo di Santa Teresa di Riva ha fatto tutto la squadra di mister Ferraro che dopo essere passata in vantaggio ha restituito la rete di vantaggio con un autogol nel finale.

Le altre due squadre messinesi impegnate erano Città di Taormina, che acciuffa il pari nel finale sul campo del Comiso, e il Milazzo che al contrario si fa rimontare dall’Acicatena in casa. Per entrambe il risultato finale è di 2-2.

La classifica del girone B vede la Nuova Igea Virtus imbattuta e al primo posto con 10 punti, seguono Siracusa e Leonzio a 9. Poi Città di Taormina ad 8 punti e Nebros, Modica e Rocca Acquedolcese a 7. A metà classifica la Jonica a 5 punti, mentre il Milazzo è a 3 nei piani bassi della classifica.

Jonica – Nebros 1-1

Partita avvincente ed quilibrata in quel di Santa Teresa dove la Jonica si porta avanti con Alegria, abile in ripartenza a sfruttare un assist di Cragnolini, poco dopo la mezz’ora di gioco. Nel finale di tempo la squadra di casa ha anche altre occasioni per raddoppiare.

La ripresa inizia con la novità di Emanuele Ferraro che si trasferisce in tribuna dopo un’espulsione rimediata negli spogliatoi. Gli ospiti della Nebros scendono con un piglio diverso in campo e sotto la pressione ospite la Jonica si fa male da sola: al 47′ Zirignon involontariamente trafigge il suo portiere Pontet in uscita.

C’è quasi un intero tempo da disputare ma le due squadre, nonostante le occasioni, non riusciranno più a muovere il punteggio. Nel finale più propositiva la squadra di casa con la Nebros che si chiude in difesa difendendo il risultato che sta maturando in una complicata trasferta.

Rocca Acquedolcese – Nuova Igea Virtus 0-2

Si erano incontrate appena quattro giorni fa in Coppa ma a distanza di pochi giorni la Rocca Aqudolcese non è riuscita a “vendicarsi” in casa propria. Un gol per tempo ha deciso la sfida in favore dei giallorossi capolisti in Eccellenza. Idoyaga al 13′ ha aperto la gara che è rimasta comunque in equilibrio fino alla rete finale di Vincenzi che ha raddoppiato chiudendo il discorso al 90′.

Comiso – Taormina 2-2

Predominio territoriale del Città di Taormina in avvio. Spunto personale di Lucarelli al 10′, messo giù un area da Valerio. Rigore che Cannavò non sbaglia. Il Comiso pareggia immediatamente: cross di Charty e colpo di testa vincente di Bojang che si inserisce coi tempi giusti sul secondo palo. Daniele Balba, dopo la mezz’ora, si accentra da sinistra, calcia sul primo palo e pesca il 2-1 con l’aiuto del legno.

Nella ripresa Città di Taormina più concentrato rispetto alla seconda parte del primo tempo e al 55′, su azione d’angolo, Cannavò risolve la mischia con caparbietà e firma la doppietta personale. 2-2, ma il gioco ostruzionistico del Comiso ha la meglio e le occasioni latitano. Nel finale il Città di Taormina si riversa in avanti alla ricerca del vantaggio e si espone ai contropiede del Comiso. Trovato all’87’ su Diara e Assenzio al 92′ evitano guai peggiori alla difesa biancazzurra.

Milazzo – Acicatena 2-2

Il Milazzo rinvia ancora l’appuntamento con la prima vittoria e nel match contro l’Acicatena il sentimento prevalente è la rabbia per non essere riusciti a gestire il doppio vantaggio e ottenere l’intera posta in palio.

Il Milazzo parte nel primo tempo e al 10′ arriva il vantaggio mamertino: spunto di Arena sulla sinistra, palla in area per Lo Presti che cicca il pallone ma poi lo recupera caparbiamente scaricando in rete alle spalle dell’incolpevole Nicotra. Al 28′ il raddoppio: Lopresti penetra in area ed è sgambettato da Marrone. E’ rigore, della battuta si incarica Mondello che realizza, nonostante l’intuizione giusta di Nicotra che tocca il pallone. Dopo la mezz’ora il Città di Acicatena appronta una reazione e al 31′ guadagna un penalty per un ingenuo fallo di Muzzo su Aleo. Caruso realizza nonostante il tocco di Fassari. Dopo il gol gli ospiti sembrano più vivi ma non creano particolari pericoli fino al termine della prima frazione.

Dopo due minuti dall’inizio della ripresa il Milazzo va ancora vicino al gol con un gran destro di Frassica dal limite che sibila l’incrocio dei pali. Al 49′ il Città di Acicatena perviene al pareggio con Barbagallo che, servito da De Vries dalla linea di fondo, ha il tempo di stoppare la sfera in piena area di rigore e calciare all’angolino alla destra di Fassari. Dopo una fase di match in sostanziale equilibrio, nell’ultimo quarto d’ora il Milazzo inizia a cingere d’assedio la porta ospite provandoci fino all’ultimo minuto ma collezionando diversi corner e creando qualche mischia pericolosa senza però cambiare il risultato in proprio favore.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007