Brandara a San Pier Niceto: "Presto un intervento nella zona industriale" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Brandara a San Pier Niceto: “Presto un intervento nella zona industriale”

Giovanni Passalacqua

Brandara a San Pier Niceto: “Presto un intervento nella zona industriale”

mercoledì 03 Maggio 2017 - 14:53
Brandara a San Pier Niceto: “Presto un intervento nella zona industriale”

Il commissario Irsap ha incontrato sindaci e aziende del comprensorio per affrontare il degrado che da anni caratterizza l'area ex Asi tra Milazzo e Valdina. Pronti 2.600.000 euro per la messa in sicurezza dell'asse viario, ma ci vorranno due anni prima della conclusione dei lavori. Intanto, servono soluzioni contro discariche abusive e vegetazione incontrollata

Si è svolto oggi a San Pier Niceto un incontro tra il commissario straordinario Irsap Mariagrazia Brandara e i sindaci e le aziende del comprensorio del Mela, per discutere dell’emergenza viabilità nell’area industriale ex Asi. Alla riunione, promossa dall’associazione Adasc, hanno partecipato le amministrazioni comunali del territorio, il comitato delle aziende locali, la Città metropolitana e l’Autorità portuale. La zona è preda del degrado, sia per quel che riguarda la carreggiata, sia per la presenza di una folta vegetazione e numerose discariche di rifiuti.

Nella riunione di oggi si è cercato di trovare soluzioni alla mancanza di risorse che affligge l’Irsap – Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive -, e che è alla base del degrado della zona, di cui l’istituto è proprietario. Una boccata d’ossigeno verrà dai 2.600.000 euro finanziati dal Masterplan: Brandara ha preso l’impegno di rendere il progetto esecutivo entro un mese. I fondi verranno utilizzati per mettere in sicurezza la strada che attraversa la zona industriale. Per il completamento dei lavori, tuttavia, bisognerà attendere almeno due anni.

“Le disastrose condizioni delle strade dell’area industriale sono un freno allo sviluppo del comprensorio” – ha spiegato Peppe Maimone, presidente Adasc – “ho accompagnato personalmente il commissario lungo tutta la carreggiata, e ha potuto constatare da sè il degrado e l’abbandono che caratterizzano la zona. Proprio per i rischi legati alla sicurezza, una parte dell’asse viario che attraversa l’area è stato chiuso al transito, creando ulteriori disagi alle aziende e ai cittadini”.

L’autorità portuale ha dato la sua disponibilità a effettuare interventi nell’area di propria pertinenza. È stata anche ribadita la possibilità di siglare un protocollo d’intesa con i Comuni per l’installazione di autovelox: i fondi ottenuti dalle contravvenzioni potrebbero essere destinati alla manutenzione stradale. A proposito di competenze, è stato chiarito che la gestione dei rifiuti spetta ai Comuni, mentre lo scerbamento è a carico di Irsap.

“Sono soddisfatto dell’incontro” – ha dichiarato Maimone a margine della riunione – “finalmente tutti i soggetti coinvolti si sono seduti intorno ad un tavolo per discutere di interventi concreti. L’impegno, la determinazione del commissario Brandara e il finanziamento di ben 2.600.000 euro sono elementi che danno speranza a un territorio che attende risposte”.

Soddisfatto anche l’assessore Alessandro Cambria, che da diversi anni lotta contro il fenomeno delle microdiscariche: “L’incontro è stato proficuo, anche se bisogna ancora chiarire qualche aspetto. Gli interventi sono però indispensabili per rilanciare l’economia del territorio. L’auspicio è quello di attrarre investitori per l’insediamento di attività produttive compatibili con il territorio”.

“Prendiamo atto delle difficoltà dell’Ente” – ha dichiarato inoltre Pino Galluzzo, del Comitato delle aziende locali – “ci auguriamo che si porti avanti in tempi brevi il progetto finanziato dal masterplan. Il problema della zona industriale di Milazzo è un problema di una intera comunità e non solo delle imprese: ogni giorno vi transitano lavoratori e cittadini di tutti i Comuni, che rischiano la vita a causa di un asse viario ormai distrutto. Senza contare l’emergenza igienico-sanitaria. Pertanto aspetteremo con fiducia gli interventi delle istituzioni e faremo la nostra parte, ma non staremo di certo a guardare se la situazione non cambierà”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007