Musolino: "Persi 35 milioni per Messina, Basile un disastro"

Musolino: “Persi 35 milioni per Messina, Basile un disastro”

Redazione

Musolino: “Persi 35 milioni per Messina, Basile un disastro”

Tag:

martedì 21 Maggio 2024 - 15:03

La senatrice insiste in relazione ai Fondi Fsc e Pon Metro: "Il sindaco studi come si amministra"

MESSINA – La senatrice Dafne Musolino insiste. Per l’esponente di Italia Viva, ex Sud chiama Nord, “c’è una gestione inefficiente delle risorse finanziarie del Pon Metro. Sono stati persi oltre oltre 35 milioni di risorse per Messina. Il sindaco Basile studi come amministrare la città”. Una convinzione contestata dal primo cittadino. Da una parte l’attacco dei senatori Germanà e Musolino; dall’altra le tesi di Basile e del direttore generale Puccio (“Sono operazioni tecniche, non abbiamo perso fondi”).

Dichiara invece la senatrice: “Mentre il sindaco tuona contro il ministro Fitto per la revoca di circa 100 milioni di euro non spesi del Pnrr, il 7 maggio 2024 propone una delibera alla Giunta in cui attesta una nuova, evidente gestione inefficiente delle risorse finanziarie del Pon Metro. Dalla delibera n. 187 del 7 maggio 2024 emerge chiaramente che, nonostante l’ammontare delle risorse disponibili fosse pari a €153.099.011,02, il Comune è riuscito a spendere solo €117.325.828,24 entro la scadenza del 31 dicembre 2023. Questo significa che sono stati persi ben €35.773.183 di finanziamenti. Risorse preziose che avrebbero potuto essere investite per migliorare i servizi e le infrastrutture della nostra città”.

“Il sindaco – polemizza Musolino, ex assessora delle Giunte De Luca e Basile –  deve studiare per amministrare una città. La sua è una gestione disastrosa. Invece di scagliarsi contro altri, dovrebbe concentrarsi sulla sua incapacità di utilizzare efficacemente i fondi a disposizione. I cittadini meritano un’amministrazione capace e responsabile”.

Nella foto il coordinatore regionale di Sud chiama Nord Danilo Lo Giudice e Basile con Musolino prima della rottura politica.

Articoli correlati

7 commenti

  1. Stavolta la Musolino ha ragione .
    Basile una delusione come politico, ho sbagliato a votarlo.
    De Luca ci ha imposto una persona sbagliata.

    12
    11
  2. Queste continue e stressanti esternazioni non so se sono il frutto della campagna elettorale, astio, rabbia o altro, comunque sia stanno diventando un incubo! Bastaaaaa!

    37
    38
  3. Sulle abilità amministrative di Basile vi sono pesanti inadempienze, a scarse capacità, ma che questi rilievi li faccia la Musolino è il colmo.

    8
    7
  4. Il vero disastro non è che non sono stati persi 40 milioni di euro, ma questi soldi. dati da questa maledetta Europa, sono soldi bruciati che pagheranno i cittadini. I soldi del PNRR non dovevano essere concessi perché’ alla fine sono stati spesi malissimo, i cittadini non hanno avuto nessun beneficio;i benefici li hanno avuto solo le ditte appaltatrici, e le amministrazioni. I soldi andavano utilizzati per creare lavoro, per rafforzare le reti idriche , ampliamenti di cimiteri,sanità’ pubblica , invece sono state create solo cavolate come piste ciclabili, parcheggi a pagamento,restringimento di incroci .Questa amministrazione incapace e incompetente su tutto deve essere cacciata, Messinesi svegliatevi, altrimenti noi cittadini ci impoveriamo.

    7
    6
  5. Non siamo contro questa amministrazione , incapace su tutto, è ifatti lo dimostrano.I cittadini sono stati tartassati su tutto tutto basato per fare entrare soldi nelle casse de Comune.Dall’amministrazione De Luca a Basile,i cittadini sono tartassati di verbali alle macchine, portandoli con i carri attrezzi, anche in casi di non necessità’.Infatti questo servizio viene espletato dall’ATM, ecco perché’furbescamente sono stati regalati migliaia di abbonamenti a 20 euro annuale, ma dopo cosa accadrà’,forse l’ abbonamento annuale salirà’ a 200 euro annuo; insomma una presa in giro,;ma non finita qui si notano centinaia di bus quasi vuoti, ma chi pagherà’ tutto questo spreco di carburante, e personale, insomma in ogni cosa c’è’ un limite,inoltre sono state create le fermate dei bus per fare scendere e salire i passeggeri ,con degli spazi enormi, e cioè’ oltre il rettangolo hanno abusato sia a destra e a sinistra di altri spazi diminuendo il parcheggio di almeno 10 macchine ;riteniamo molto grave perché’ sono stati tolti almeno mille posti macchina in città’ ,I cittadini sono esasperati di non trovare piu’ parcheggi gratis, ma questa è
    una violenza e un abuso di potere che va condannato.Tutto questo e’ stato realizzato per fare incassi altrimenti l’ATM , andrebbe a fallimento; insomma non c’era la necessità in quanto non transitano bus uno dietro l’altro, transita un pulman ogni mezz’ora circa .Nessuna amministrazione può’ obbligare i cittadini a prendere i mezzi pubblici,per vari motivi. Dopo questi disatri in questi giorni apprendiamo un altro disatro, di rifare la condotta idrica terziaria sostenendo che la scarsità’ delle perdite e’ in suddetta condotta, ma le perdite sono appena dello 0,1 %. Questi lavori vanno subito sospesi in quanto dannoso e sperpero di denaro e creando disagi ai cittafini .Il vero intervento e’ da fare sulla condotta principale , aumentando la portata, attingendo a nuovi pozzi, solo così ci sarà’ acqua H24. Per cui questi interventi sulla condotta terziaria non si risolverà’ nulla,questi incompetenti vanno cacciati via.Messinesi ma e’ possile mai che state dormendo. possiamo capire che molti cittadini non sono esperti di idraulica, ma il peggio c’è sono ing generi e nessuno dice che quanto sta accadendo, ma i soldi del PNRR sprecati li pagheranno tutti ì cittadini non pagando bollette salate. Qui scrive un esperto in tutti i settori avendo anni di esperienza su tutti i livelli specie nel campo idraulico.

    0
    0
  6. Cortesemente la segnalazione scritta ieri sui lavori della condotta terziaria, e sui disastri già’ realizzati non e’ ancora stata pubblicata.ci sembrava opportuno informare i cittadini, quanto e’ stato realizzato sui danni commessi da questa amministrazione.I guai stanno continuando su viale Europa: una arteria importante e’ stata sacrificata sia per il restringimento delle due carreggiate di circa due metri; detta arteria forse andava allargata, in quanto porta all’accesso all’autostrada Palermo-Messina. Ancora più’ grave e’ ubicato l’ospedale Piemonte costringendo sia i dipendenti dell’ospedale,e i parenti dei degenti a pagare il parcheggio. Una decisione molto grave, ma solo fare incassi sulla povera gente, inoltre e’ stata. resta una bruttura all’arredo urbano ,insomma sembra un recinto di pecore.Il viale Europa deve ritornare come prima, togliere questa schifezza di ringhiera.Non si può’ nemmeno contestare quanto sta avvenendo.Cortesemente pubblicare tutte le osservazioni dei cittadini, pero’ il guaio e’ che i cittadini dormono ma si devono svegliare e protestare.

    0
    0
  7. Mi scuso e’ saltato qualche errore, Messina Catania—-Messina Palermo

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007