Traffico di droga tra Albania, Puglia e Messina: 9 arresti VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Traffico di droga tra Albania, Puglia e Messina: 9 arresti VIDEO

Ve. Cro.

Traffico di droga tra Albania, Puglia e Messina: 9 arresti VIDEO

martedì 19 Dicembre 2017 - 08:00

L’ordinanza, emessa dal GIP Daniela Urbani, ha colpito 8 cittadini italiani e un cittadino albanese.

Traffico di hashish e cocaina tra l’Albania, la Puglia e Messina. E’ con questa accusa che i finanzieri del Comando Provinciale hanno chiuso il cerchio su un gruppo di nove persone ritenute a capo di un giro di affari di droga di portata internazionale. Per Giacoma Cambria e i fratelli Michele Cambria e Giovanni Cambria si sono immediatamente aprite le porte del carcere mentre Grazia Leo, Domenico Papale, Biagio Merlino, Salvatore Papale, Giovanna Mantineo, Micol Marcu sono finiti ai domiciliari.

L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Messina, ha preso avvio dal sequestro di 5 panetti di hashish, del peso complessivo di circa 5 chilogrammi, scattato agli arrivi degli imbarcaderi della "Caronte & Tourist”. Le successive analisi e indagini, hanno permesso ai finanzieri di ricostruire in breve un giro di droga enorme nonché di chiarire il modus operandi del gruppo per l’approvvigionamento, il trasporto e lo smercio della sostanza. Il gruppo criminale, così come evidenziato, era diretto da Giacoma Cambria che pianificava con i fornitori pugliesi ed albanesi i vari viaggi, grazie all’aiuto di “fedeli” corrieri che sfruttavano il servizio navetta. Proprio da questi “shuttle” deriva il nome dell’intera operazione. I corrieri si avvalevano dei pullman di linea Puglia/Sicilia per trasportare i vari carichi di droga dal capoluogo pugliese a Messina e, una volta in città, consegnavano la sostanza ai pusher locali.

Le partite di hashish e cocaina finite sotto sequestro, secondo una stima fatta dagli inquirenti, avrebbero fruttato quasi mezzo milione di euro.

L’ordinanza, emessa dal GIP Daniela Urbani, ha colpito 8 cittadini italiani e un cittadino albanese. Gli interrogatoi di garanzia si terranno giovedì e ad assistere gli indagati saranno i legali Nino Cacia e Salvatore Silvestro. (Ve. Cro.)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007