Parità di genere? Per i giovani è sempre più lontana - Tempostretto

Parità di genere? Per i giovani è sempre più lontana

Alessandra Serio

Parità di genere? Per i giovani è sempre più lontana

venerdì 25 Novembre 2022 - 06:50

L'allarme del Centro donne antiviolenza: pregiudizi sempre più radicati tra i giovani, le ragazze hanno paura di essere giudicate

MESSINA – E’ un vero e proprio allarme quello che il Centro donne antiviolenza di Messina lancia nella giornata mondiale per la lotta alla violenza di genere e ai femminicidi: “Tra le nuove generazioni il pregiudizio di genere è più forte rispetto a dieci anni fa, un segnale che deve farci riflettere e che personalmente impressiona molto”, racconta la presidente del Cedav Maria Gianquinto.

Un fenomeno raccontato anche dagli insegnati, dagli altri operatori del settore, negli ultimi anni: da ogni confronto con le scuole, anno dopo anno, si esce con lo smarrimento e la spiacevole sensazione di veder riemergere modelli, comportamenti, pregiudizi che si pensava quasi del tutto superati. Anche per questo giornate come quelle del 25 novembre e tutte le iniziative che parlino di parità di genere, violenza, educazione al rispetto, sono sempre più importanti.

“Il #25novembre è importante perché la violenza di genere è ancora un problema. Come ogni anno partecipiamo a tutte le iniziative sul tema e in particolare a tutte quelle che ci consentono di incontrare i giovani perché il contrasto alla violenza parte dalla sensibilizzazione, dalla ricerca di un punto di riferimento, un modello diverso da indicare ai giovani”, afferma la presidente del Centro.

Leggi qui TUTTE LE INIZIATIVE

“Non soltanto la violenza di genere è ancora presente – spiega la Gianquinto -ma non è cambiata e peggiora. Soprattutto tra i giovani. Sui social, sulla rete, nelle chat, la violenza si è evoluta in nuove, invasive e pericolosissime forme di discriminazione, come quelle che definiamo revenge porn o dissing. Mentre tutto questo accade, di contro ragazzi e ragazze sembrano tornare indietro, rispetto alla consapevolezza della parità di genere. Quando parlo con liceali o universitari dei primi anni mi accorgo che alcuni pregiudizi esistono, riemergono mentre anni fa sembravano superati. Tra le giovani esiste la paura di uscire da sola, di andare a consumare il caffè con un amico, di essere per questo additata, giudicata. Sono affermazioni che mi hanno lasciato sgomenta, non lo nascondo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007