S. Teresa. Difesa costiera, slittano i lavori ma il progetto è quasi pronto - Tempostretto

S. Teresa. Difesa costiera, slittano i lavori ma il progetto è quasi pronto

Gianluca Santisi

S. Teresa. Difesa costiera, slittano i lavori ma il progetto è quasi pronto

martedì 25 Gennaio 2022 - 17:20

Domani amministratori e progettisti a Palermo per un confronto con l'Ufficio per il dissesto idrogeologico

S. TERESA – Intoppi e rallentamenti (non ultimo il cambio di progettisti a causa di vicende giudiziarie) non hanno consentito l’avvio dei lavori di salvaguardia della spiaggia di S. Teresa nei tempi programmati: ottobre 2021, aveva detto il sindaco Danilo Lo Giudice. Probabilmente se ne parlerà in primavera, con stop durante l’estate per consentire il regolare svolgimento della stagione balneare. Intanto il progetto è quasi pronto. Ieri mattina in Municipio, il sindaco Lo Giudice e i tecnici hanno verificato la progettazione esecutiva dell’intervento di difesa costiera.

“È stato indispensabile, per avere una progettazione esecutiva concreta – ha spiegato il primo cittadino – redigere le nuove batimetrie a seguito dei rilievi fatti e anche in considerazione dell’evoluzione che la nostra spiaggia ha avuto negli ultimi anni. Abbiamo visionato la proposta progettuale con le modifiche che sono state redatte – ha aggiunto il primo cittadino di S. Teresa – che consentirà un risultato nettamente migliore grazie alla realizzazione di pennelli e barriera soffolta con massi in pietra, oltre al ripascimento mediante impiego della sabbia prelevata dal torrente Savoca”.

Lo Giudice ha fatto il punto sulle prossime tappe prima dell’atteso avvio dei lavori. “Domani mattina saremo a Palermo presso la struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico per condividere il percorso, per poi proseguire con gli step successivi. I lavori sono già aggiudicati – ha spiegato il sindaco – per cui una volta concluse le fasi di progettazione e di condivisione con l’assessorato regionale al Territorio e Ambiente, potremo dare il via anche a questo intervento”.

L’erosione ha cancellato decine di metri di spiaggia

Il territorio santateresino non può più attendere. La spiaggia negli ultimi anni si è sensibilmente ridotta. Il risultato tangibile di ciò è che l’erosione sta continuando a divorare una piazzetta sul lungomare, all’altezza di via del Gambero, al centro del paese. L’affaccio a mare aveva già dato i primi segnali di cedimento il 6 dicembre del 2020. Nell’aprile successivo si è invece aperta una vera a propria voragine e la piazzetta è stata immediatamente chiusa. Da allora è off limits. Difficile che venga recuperata mentre sembra più probabile l’ipotesi della sua definitiva rimozione. I lavori di difesa costiera sono attesi da tempo. La gara per l’assegnazione è durata più di un anno. A marzo del 2021 era stato firmato il decreto di aggiudicazione definitiva dell’appalto integrato per la salvaguardia della costa santateresina, relativo alla progettazione esecutiva e successiva realizzazione delle opere finanziate dalla Regione con 10,6 milioni di euro.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007