Sanità in Calabria, convenzione Regione-Invitalia per ospedale di Locri e radioterapie oncologiche - Tempostretto

Sanità in Calabria, convenzione Regione-Invitalia per ospedale di Locri e radioterapie oncologiche

Redazione

Sanità in Calabria, convenzione Regione-Invitalia per ospedale di Locri e radioterapie oncologiche

venerdì 23 Settembre 2022 - 16:30

Attueranno l'intervento jonico l’Uoa “Investimenti sanitari” del Dipartimento Tutela della salute e l’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA – Il presidente della Regione Calabria e Commissario ad acta per la sanità, Roberto Occhiuto, ha sottoscritto una convenzione con Invitalia per accelerare l’attuazione degli interventi previsti dal programma di riqualificazione dei servizi di radioterapia oncologica di ultima generazione nelle Regioni del Mezzogiorno.

In ballo 10 milioni di euro (quasi tutti fondi statali)

Il programma ha un importo finanziario di 10 milioni di euro – di cui 9 milioni e 400 mila euro a carico dello Stato, e 600 mila euro a carico della Regione Calabria – ed ha l’obiettivo di garantire attività sanitarie radioterapiche più appropriate e di ridurre i tempi di attesa per l’erogazione delle corrispondenti prestazioni.
Il commissario si avvarrà di Invitalia, quale centrale di committenza per lo svolgimento delle gare d’appalto per la fornitura di acceleratori lineari e servizi accessori presso l’Azienda Ospedaliera “Annunziata” di Cosenza, l’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, e il Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria. L’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa seguirà anche la realizzazione del nuovo bunker per l’Azienda Ospedaliera di Cosenza, attraverso servizi tecnici di progettazione definitiva/esecutiva, indagini, direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e in fase di esecuzione; servizi di verifica della progettazione; esecuzioni dei lavori; servizi di collaudo.

Intanto, Occhiuto ha altresì sottoscritto una convenzione con la stessa Invitalia per la ristrutturazione e la messa a norma del presidio ospedaliero di Locri.

Ai sensi della convenzione, il commissario ad acta si avvale di Invitalia quale centrale di committenza per lo svolgimento delle attività di indizione e gestione di tutte le procedure per l’aggiudicazione dei contratti pubblici, dei lavori, delle prestazione di servizi, degli acquisti di beni e forniture.
Sono state già avviate le interlocuzioni con Invitalia per la predisposizione degli atti propedeutici all’indizione delle gare per l’affidamento dei servizi di progettazione e di verifica.

Il ruolo di Dipartimento e Asp di Reggio Calabria

Per l’attuazione dell’intervento il Commissario ad acta si avvale dell’Uoa “Investimenti sanitari” del Dipartimento Tutela della Salute e dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, che ha preso atto dell’aggiornamento del progetto preliminare predisposto dalla Struttura Tecnica Aziendale, inerente alla ristrutturazione e messa a norma del padiglione denominato “Greca” del PO di Locri e contestualmente ha approvato il relativo Quadro Tecnico Economico, di importo complessivo pari a € 14.460.793,17.

«Locri, passo simbolico». E Occhiuto cita anche il “caso”-Scilla

«Siamo soddisfatti della convenzione firmata con Invitalia, perché così la Regione potrà avvalersi della preziosa collaborazione di una struttura abituata a gestire situazioni complesse in modo preciso e ordinato – afferma il presidente della Regione, Roberto Occhiuto -. Vogliamo intervenire in modo puntuale, ove possibile, per riqualificare gli edifici dei nostri ospedali e dei nostri presidi sanitari. Lo faremo a Locri, lo faremo a Scilla, e interverremo in tutte le province della Calabria.
Siamo consapevoli di avere a che fare con strutture spesso fatiscenti e che negli anni non hanno ricevuto le adeguate opere di manutenzione.

Siamo dunque, costantemente, impegnati a reperire risorse adeguate per la ristrutturazione degli edifici e per la messa a norma di parte del patrimonio immobiliare sanitario della Regione.
Oggi facciamo un passo importante e simbolico con Locri – luogo complesso, negli ultimi giorni alla ribalta anche nazionale per vicende che poco ci lusingano – e continueremo su questa strada».

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007