Baraccopoli sulla spiaggia di via Oreto. Così Messina valorizza il suo mare. FOTO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Baraccopoli sulla spiaggia di via Oreto. Così Messina valorizza il suo mare. FOTO

Baraccopoli sulla spiaggia di via Oreto. Così Messina valorizza il suo mare. FOTO

martedì 19 Maggio 2015 - 07:14
Baraccopoli sulla spiaggia di via Oreto. Così Messina valorizza il suo mare. FOTO

Il consigliere comunale Libero Gioveni si rivolge al Comandante della Capitaneria di porto Samiani, al sindaco Accorinti e all'assessore al Risanamento Pino. In questo tratto di litorale vivono 13 famiglie da ben 25 anni

Una schiera di baracche in cui vivono dieci famiglie maghrebine e tre famiglie messinesi, tutte regolarmente residenti e con allacci alle utenze. Ci troviamo nella parte bassa di via Oreto, a ridosso della spiaggia sotto la Zona Industriale Regionale.

“Le foto – afferma il consigliere comunale Libero Gioveni – mostrano tanto degrado e abbandono, che però non rendono lo stesso l'idea delle condizioni da vero terzo mondo in cui questi nuclei sono costretti a vivere, con topi che vi scorrazzano accanto, con tossicodipendenti che sono soliti raggiungere questi luoghi per appartarsi e soddisfare le loro esigenze, con quintali di rifiuti e discariche abusive che fanno da contorno e, come se non bastasse, nelle ore serali vi è un vero e proprio coprifuoco a causa della totale assenza di illuminazione che naturalmente rende i luoghi, oltre che indecorosi, anche e soprattutto pericolosi”.

Gioveni si dice consapevole delle difficoltà del risanamento, ma trattandosi di area demaniale ha ritenuto opportuno rivolgersi anche alla Capitaneria di Porto perché possa agire in sinergia con il Comune. L’interrogazione è, dunque, rivolta al comandante Samiani, oltre che al sindaco Accorinti e all’assessore Pino. “Come e quando intendono agire per risanare questa importante porzione di territorio a cui necessità ridare il decoro che merita? Come intendono procedere per l'assegnazione di alloggi alle famiglie residenti nella baraccopoli di via Oreto al fine di dare loro una dimora dignitosa?”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

4 commenti

  1. Notare la parabola satellitare, nella buona tradizione dei “baraccati” messeni.
    George

    0
    0
  2. Notare la parabola satellitare, nella buona tradizione dei “baraccati” messeni.
    George

    0
    0
  3. MESSINA NELLA ROVINA CHE’ PECCATO ABBIAMO UNA COSTA BELLISSIMA MA PER NIENTE VALORIZZATA POTEVA ESSERE MEGLIO DI RIMINI E RICCIONE INVECE ANCORA OGGI SI VEDENO QUESTE COSE E LE SPIAGGIA ABBANDONATE

    0
    0
  4. MESSINA NELLA ROVINA CHE’ PECCATO ABBIAMO UNA COSTA BELLISSIMA MA PER NIENTE VALORIZZATA POTEVA ESSERE MEGLIO DI RIMINI E RICCIONE INVECE ANCORA OGGI SI VEDENO QUESTE COSE E LE SPIAGGIA ABBANDONATE

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007