Messina in tilt per il maltempo. FOTO e VIDEO allagamenti - Tempostretto

Messina in tilt per il maltempo. FOTO e VIDEO allagamenti

Redazione

Messina in tilt per il maltempo. FOTO e VIDEO allagamenti

venerdì 12 Agosto 2022 - 09:36

Le piogge torrenziali di stamattina stanno creando disagi e allagamenti in molte zone della città

MESSINA – Dallo svincolo di San Filippo (nella foto in evidenza) a Torre Faro e Pistunina, Messina è allagata in molte zone. Le piogge torrenziali di stamattina hanno messo a dura a prova i cittadini. Arrivano intanto segnalazioni di Contrada Mella, a San Saba, isolata. “Il torrente Giudeo ha reso non transitabile l’unica via d’accesso alla Contrada. Allertata la protezione civile. I residenti e i villeggianti chiedono il ripristino della viabilità”. Nel frattempo, è stato attivato il Centro operativo comunale per il piano di emergenza.

File in via Garibaldi, sul viale Libertà e agli imbarcaderi

Il caos in città, con molte zone bloccate, ha provocato pure forti ritardi e file agli imbarcaderi. In particolare, risultano bloccate via Garibaldi e il viale della Libertà.

File in via Garibaldi

La Polizia municipale riferisce di “vari allagamenti e distacco del manto stradale su Torre Faro, oltre a diverse criticità sulla zona nord”.

Uno scenario previsto da Tempostretto: “Le probabilità maggiori di un temporale la mattina di venerdì 12, quando il passaggio di una modesta “anomalia della tropopausa dinamica” (una depressione in alta quota, contenente aria più fresca e molto secca) potrebbe favorire lo sviluppo di diversi temporali marittimi sul basso Tirreno, in mare aperto. Le correnti in quota spingeranno questi temporali in rotta verso le coste del reggino tirrenico, e con buona probabilità potrebbero coinvolgere pure le Eolie e la costa tirrenica messinese, fino al capoluogo e all’area dello Stretto di Messina”.

Sabato 13 agosto tempo instabile, soprattutto al pomeriggio, miglioramenti definitivi da domenica 14 agosto.

Nel video in evidenza una lettrice di Torre Faro segnala la consuetudine dei disagi da pioggia e allagamento, puntuali con i temporali.

Annullato il trasferimento di Mata e Grifone a Camaro

A causa delle avverse condizioni meteorologiche, è stato annullato oggi il previsto trasferimento, da Camaro Superiore a Camaro Inferiore, dei Giganti e del cammello, che compatibilmente con le condizioni atmosferiche, domani, sabato 13, saranno trasportati direttamente da Camaro Superiore in Piazza Unione Europea.

Minutoli: “Gli interventi delle associazioni di Protezione civile”

A seguito degli eventi meteorici che hanno colpito la Città di Messina l’assessore alla Protezione civile Massimiliano Minutoli rende noto che “già nelle prime ore di stamattina è stata attivata la macchina operativa di Protezione civile con i presidi territoriali dei geologi, il Piano comunale di emergenza e il Coc già operativo, nonchè le parti interessate al fine di fornire riscontro alle emergenze segnalate dalla cittadinanza. L’attività di monitoraggio dei tratti dei torrenti esondati, è in corso – precisa l’assessore – dove alcune famiglie sono rimaste isolate, mentre le ditte di Protezione civile sono in campo operative unitamente ai volontari delle associazioni Accir, Mari e Monti 2004 e Soccorriamoli, che stanno operando con le idrovore. Nonostante l’elevata portata di acqua caduta in città, le relazioni redatte dai geologi non evidenziano particolari emergenze, pertanto – conclude Minutoli – i corsi d’acqua hanno tenuto il loro regolare flusso all’interno dell’alveo”

Il cordolo di largo La Rosa

Il consigliere della II Municipalità, Paolo Scivolone, denuncia la condizione di pericolo e di rischio che riguarda lo spartitraffico in cemento in via Taormina, via Largo La Rosa e via Adolfo Celi.

“Si tratta di una struttura che, necessaria per motivi legati alla viabilità e alla sicurezza stradale, ha più volte causato incidenti stradali e problemi alle attività commerciali del territorio. Con il temporale di questa mattina poi, come già successo in passato, lo spartitraffico si è trasformato in una vera e propria diga limitando il, già complesso, deflusso delle acque piovane. Lo slargo di fronte al XXIV Artiglieria si è cosi trasformato, in pochi minuti, in un lago di acqua e fango, con gravissime conseguenze per la viabilità e per i tanti esercenti del posto. Occorre che l’Amministrazione Comunale assuma presto iniziative decise e definitive. Come richiesto in una petizione lanciata negli scorsi giorni da cittadini e commercianti, si proceda con la massima urgenza alla sostituzione dello spartitraffico in cemento con un cordolo in gomma e/o delineatore stradale flessibile per evitare una situazione come quella di oggi e ridurre i rischi per veicoli e pedoni”.

Un albero caduto a Santa Maria Alemanna

Tra i consueti disagi, anche la caduta degli alberi. In particolare, nei pressi dell’ex chiesa di Santa Maria Alemanna.

L’albero caduto a Santa Maria Alemanna


Articoli correlati

Tag:

8 commenti

  1. Era prevedibile che succedesse questo perché le caditoie i tombini non sono liberi per fare defluire l’acqua

    23
    11
    1. per far danni ho visto il giovedi scorso che alcuni pezzi di…hanno scaricato delle bottiglie di plastica nelle caditoie solo per dispetto. Tutto documentato, inviato ai carabinieri

      17
      7
  2. Cittadino sconvolto 12 Agosto 2022 11:58

    Scusate,ma Messina non è stata la prima per “capacità di spesa”?…..siamo in questo stato pietoso per quale motivo?…e la tanto decantata “buona amministrazione”… che interventi ha prodotto?… Sarà anche questa volta colpa dei “Messinesi nzivati”….?Non capisco e sono sempre più sconvolto….

    41
    38
    1. infatti alcuni stronzi hanno svuotato dei sacchi nei tombini

      12
      8
  3. TANTO TUONÒ FINCHÉ PIOVVE😱Uno scenario PREVISTO da TEMPOSTRETTO NON SOLO nelle sue AZZECCATISSIME previsioni del tempo ,ma anche nei suoi numerosissimi articoli riguardo le condizioni del territorio di Messina in caso di fenomeni come questi … Tra l’altro, parecchie criticità sono state ripristinare SOLTANTO GRAZIE all ‘ intervento di questa testata che batte SEMPRE sul pezzo che nuoce ai cittadini e al territorio ….mentre TEMPOSTRETTO non ci lascia soli e fa PIÙ degli ordini preposti , l’amministrazione fa tavoli tecnici per la PREVENZIONE 😳🤔…..c’era TUTTO il tempo per non farsi trovare IMPREPARATI e non aspettare i DANNI che per fortuna non hanno causato vittime se questa prevenzione di SCENA fosse stata messa invece in ATTO……ancora non avete capito che ci siamo stancati delle vostre CHIACCHERE che stanno a ZERO…….TAGLIATO😤😡😖

    15
    16
  4. Non avete ancora capito che siamo nelle mani di SCASSAPAGGHIARI ovvero di gente incopetente. Quel pagliaccio di Sindaco che ora aspira di fare il Presidente della Regione aveva detto che erano stati puliti tutti i tombini della città! Come mai appena arrivata la pioggia si è allagato tutto! Come mai scassapagghiaru che non sei altro! Rispondi pagliaccio! Lavori fatti a muzzu senza testa! Ah che gente che abbiamo a Messina!

    24
    24
    1. Mesi fa un grosso automezzo ha pulito tombino per tombino il viale Annunziata, non avevo mai visto nulla di simile in precedenza, e posso assicurare che le caditoie erano libere. Un servizio sicuramente pagato dalle tasche dei messinesi che so essere stato effettuato in molte parti della città, un servizio che però da altri messinesi incivili viene vanificato a causa della loro inciviltà e dell’abitudine di buttare ancora rifiuti per strada, nonostante la raccolta differenziata sia ormai diventata un servizio molto efficiente, che forse nemmeno ci aspettavamo che funzionasse così. Bisogna dare atto degli sforzi di questa Amministrazione invece che criticare in maniera sterile e insultare, e bisognerebbe cercare di avere più coscienza civica, solo così potremo fare un grosso passo avanti.

      6
      7
  5. Caro Diego, lei mi parla di coscienza civica in una città come Messina? Una città abitata da gente volgare e sudicia che non hai mai rispettato le regole del vivere civile e che io definisco semplicemente come Feccia! Questa feccia si può educare in un solo modo: con il pugno di ferro! Questa estate abbiamo avuto in Sicilia 3,5 milioni di turisti. Ebbene l’isola è stracolma di spazzatura! Nelle strade delle città cumuli di immondizia fanno bella vista per la gioia dei visitarori che non verranno mai più. Questi grandi aministratori che si sono avvicendati in tutti questi anni, in una Regione Autonoma a Statuto Speciale cosa hanno fatto con i soldi dei contrubuenti? Perchè non hanno dotato la Sicilia dei moderni Termovalorizzatori che ci sono in tutta Europa? Io non voglio insultare nessuno! Registro lo stato d’abbandono delle nostra isola, amministrata in modo clientelare e mafioso!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007