Messina. Vandali in azione al "Campo George Floyd": staccati anche i canestri VIDEO - Tempostretto

Messina. Vandali in azione al “Campo George Floyd”: staccati anche i canestri VIDEO

Giuseppe Fontana

Messina. Vandali in azione al “Campo George Floyd”: staccati anche i canestri VIDEO

lunedì 20 Giugno 2022 - 15:24

Nella notte è stato vandalizzato l'impianto donato da Renato Accorinti alla città: un'area di gioco e svago gratuita, che ora versa in condizioni di degrado

di Giuseppe Fontana e Silvia De Domenico

MESSINA – Il “Campo libero George Floyd” è stato vandalizzato. Il playground donato dall’ex sindaco Renato Accorinti, che ha destinato parte della differenza tra l’indennità di sindaco e lo stipendio di professore dei cinque anni in cui è stato primo cittadino alla realizzazione del campo da basket gratuito, adesso non sarà più utilizzabile. O quantomeno non nelle condizioni attuali. Tra reti divelte e immondizia, la struttura non versa nelle migliori condizioni ma c’è chi ha pensato, durante la notte, di staccare perfino i canestri.

Il campo è stato inaugurato nel settembre 2020

Un atto assurdo e senza senso, che va a toccare un’area sportiva, libera e d’aggregazione, che dal settembre 2020 a oggi ha ospitato ragazze e ragazzi, bambine e bambine, che gratuitamente hanno potuto giocare e stare insieme in piena zona falcata. Un vero peccato vedere il degrado generato dall’azione dei vandali a pochi passi dai murales con il volto di George Floyd e quello di Kobe Bryant, stella del basket scomparsa qualche anno fa. “L’importante è uscire dal campo felici”, si legge citando proprio una frase del campione. Ma da oggi, felici, non si potrà più uscire.

Tag:

2 commenti

  1. Che tristezza, e poi ci offendiamo quando ci apostrofano “Messina è una cloaca”. Possibile che tutto questo avviene a Messina? I vandali li abbiamo solo noi? Perché non si pensava a mettere qualche telecamera? E poi a pochi metri dalla Base navale con tanto di carabinieri, guardiani e marinai di servizio al corpo di guardia. Nessuno sente e vede niente?

    2
    0
  2. antonio d'angelo 21 Giugno 2022 06:11

    Che ci siano ancora dei vandali non è strano, lo vediamo nella quotidianità, però quello che manca è il controllo della cosa pubblica e la tutela degli interessi di quei cittadini che pagano le tasse e stanno zitti, anzi subiscono. Ma chi deve controllare c’è oppure è in vacanza ?
    Davanti a situazioni come queste il controllo e la dissuasione sono dovuti, non è da FASCISTI.
    comunque se queste cose accadono è anche un fallimento delle istituzioni.

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007