Rifiuti, l'ass. Musolino: "Orgogliosi dei risultati. Ora tocca alla Regione" VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Rifiuti, l’ass. Musolino: “Orgogliosi dei risultati. Ora tocca alla Regione” VIDEO

Rosaria Brancato

Rifiuti, l’ass. Musolino: “Orgogliosi dei risultati. Ora tocca alla Regione” VIDEO

venerdì 28 Febbraio 2020 - 16:29

"Messina è uscita dalla black list dei comuni inquinanti, adesso anche la Regione deve fare la sua parte e sostenerci"

Più volte nei mesi scorsi l’assessore Dafne Musolino ha invitato l’assessore regionale Pierobon a verificare quanto è stato fatto in riva allo Stretto sul fronte gestione dei rifiuti e non solo. Proprio per questo il percorso “a tappe” che l’esponente della giunta Musumeci ha fatto oggi è servito sia a rafforzare i progetti in itinere che ad evidenziare percorsi da seguire.

Puccio, Pierobon e Musolino

Ora tocca alla Regione

Siamo riusciti a fare tanto in un anno e mezzo, è in sintesi il messaggio, adesso ci aspettiamo che la Regione faccia la sua parte. Non a caso l’assessore Dafne Musolino ha inserito anche l’ex Sanderson tra le tappe, in vista di un via libera ad un progetto di bonifica ma soprattutto di valorizzazione e funzionalizzazione dell’area.

Messina fuori dalla black list

La presenza dell’Assessore regionale è stata l’occasione per illustrare – ha sottolineato Dafne Musolino – la strategia attuata dal Comune per la gestione del ciclo dei rifiuti che ha comportato il raggiungimento della quota del 30% della raccolta differenziata. Siamo usciti dalla black list dei Comuni siciliani inquinanti (dove capofila sono proprio le altre città metropolitane di Catania e Palermo) . Ci siamo attestati tra i Comuni che stanno concretamente attuando una efficiente politica di gestione del ciclo dei rifiuti”.

Pace impianto esterno

L’assessore Pierobon ha visitato sia Portella Arena che l’impianto di Pace. A seguire ha visitato il depuratore di Mili ed il sito per la prossima realizzazione dell’impianto di trattamento della frazione umido. Risolvere il problema dell’umido consentirebbe alla città piena autonomia e notevole risparmio rispetto alle cifre attualmente sostenute.

kit differenziata

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. E’ giusto essere orgogliosi, però la strategia attuata dal comune è figlia di chi ha predisposto tutto prima che De Luca arrivasse. I mezzi per la differenziata, l’impianto di Pace l’accesso nel ciclo CONAI.
    Sono tutti passi fatti dalla giunta Accorinti e non sarebbe certo un segno di debolezza o incompetenza ammetterlo, piuttosto che insultare sempre tutti.

    0
    1

Rispondi a Arcistufo2.0 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007