Grecia e Italia, una faccia, una razza e una bancarotta?



node comment

gmollicaMer, 02/11/2011 - 20:20 November 02, 2011

Il punto chiave del pezzo non è se sia meglio il default oppure l'obbedienza alle prescriioni dell'Europa, ma la restituzione del potere decisionale ai cittadini. Non si può chiedere più democrazia e poi riservare decisioni così importanti per tutti a un'oligarchia. Per di più di altri Paesi (Francia e Germania). Che, ovviamente pensano più ai loro legittimi interessi che a quelli del popolo greco. Meglio così che far decidere ai Governi, che tutelano sempre i Poteri forti (che coincidono con i responsabili del disastro). Significativo il cambio dei vertici militari, avvenuto nelle ultime ore. La storia insegna sia che il Potere è disposto a tutto pur di non pagare i danni, ma anche che tutte le rivoluzioni che impiccano le classi dominanti finiscono male. Però è sempre meglio che decida il popolo, anche se poi sbaglia.
Max21Mer, 02/11/2011 - 11:32 November 02, 2011

E per concludere visto che parliamo del "povero" popolo greco dove le figlie dei dipendenti pubblici recepiscono una indennità di 1000 euro mese solo perchè zitelle, chi in europa dovrà pagare tutto questo e hanno anche il coraggio di fare un referendum per cosa ? http://www.idealista.it/news/archivio/2010/04/30/05481-grecia-da-rifare-baby-pensioni-zitelle-doro-corruzione-sprechi
Max21Mer, 02/11/2011 - 09:45 November 02, 2011

E un passetto indietro non lo facciamo per vedere cosa faceva la Grecia ai tempi delle vacche grasse ? sul come hanno amministrato e sul come sono finiti tutti i soldi nessuno ne parla ? ora siamo in crisi ma tutti parlano sul come pagare ma nessuno parla sul come siamo entrati in crisi, di chi sono le responsabilità, a mio modesto parere i governi servono anche ad amministrare la nazione, e se tanto mi da tanto visto che noi al governo abbiamo sempre le stesse persone a giro, le responsabilità di chi sono ????