elezioni politiche 2013

I compensi degli scrutatori. Domani il sorteggio

Per i compensi spettanti ai componenti dei seggi, la legge 70/1980 attribuisce per i presidenti un compenso di 187 euro, e ad ognuno degli scrutatori e segretari, 145 euro; per i seggi speciali i compensi saranno rispettivamente 90 euro e 61 euro. Al Comune la sostituzione delle tessere elettorali

Domani mercoledì 30, alle ore 10.30, sarà effettuato nel salone delle Bandiere di palazzo Zanca, il sorteggio degli scrutatori che saranno impegnati per l'appuntamento con le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio.

Dall'elenco dei 20974 iscritti - 2398 i nuovi inserimenti - la commissione elettorale comunale procederà all'estrazione dei 1036 scrutatori che saranno impegnati per le consultazioni elettorali per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica.

Per l'appuntamento elettorale di domenica 24 e lunedì 25, saranno quattro gli scrutatori per ognuna delle 254 sezioni elettorali, a cui se ne aggiungeranno complessivamente venti per i 10 seggi speciali.

Per i compensi spettanti ai componenti dei seggi, l'art. 1 della legge 13 marzo 1980, n°70 attribuisce per i presidenti un compenso di 187 euro, e ad ognuno degli scrutatori e segretari, 145 euro; per i seggi speciali i compensi saranno rispettivamente 90 euro e 61 euro.

Con un avviso del Ministero dell'Interno, divulgato tramite un manifesto affisso da stamani, viene ricordato che per esercitare il diritto di voto alle prossime elezioni amministrative del 24 e 25 febbraio, l’elettore dovrà esibire, unitamente ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale. Nel caso in cui quest’ultima fosse deteriorata o inutilizzabile si potrà sostituirla all’ufficio elettorale del Comune ed in caso di smarrimento si potrà chiederne un duplicato, presentando una dichiarazione attestante lo smarrimento. Per i giorni precedenti la consultazione e nelle giornate di votazione saranno allestite postazioni a palazzo Zanca, ove sarà possibile richiedere la tessera elettorale. Distribuito per la prima volta a tutti gli elettori del Comune per le politiche del 2001, il documento ha sostituito il vecchio certificato elettorale, utilizzato sino all’appuntamento referendario dell’aprile del 1999. Coloro che hanno votato in tutte le 18 tornate elettorali e referendarie, svoltesi dopo quella sostituzione, non potranno più utilizzare la tessera elettorale in loro possesso in quanto tutte le caselle che si trovano nella parte interna del documento, timbrate di volta in volta per attestare la partecipazione al voto, risultano esaurite. Chi deve sostituire la tessera elettorale può quindi rivolgersi, al più presto, all'ufficio elettorale del Comune, a palazzo Zanca, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13, ed il martedì e giovedì anche nel pomeriggio, dalle 15 alle 16.30.

COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

Tempo Stretto.it - Quotidiano on line di Messina Editrice Tempo Stretto srl, Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
info@tempostretto.it - tel 331.9200713 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007