7mila firme contro il pedaggio, "non è Villafranca ma Messina Nord"

7mila firme contro il pedaggio, “non è Villafranca ma Messina Nord”

Gianluca Santisi

7mila firme contro il pedaggio, “non è Villafranca ma Messina Nord”

Tag:

giovedì 17 Agosto 2023 - 11:40

Anche Ninni Bruschetta tra i firmatari. Biancuzzo all'attacco: "Pedaggio assurdo e discriminatorio per chi abita nella zona nord della città"

MESSINA – Già settemila firme contro il pedaggio sulla tangenziale tra Messina e Ponte Gallo, chiamato comunemente di Villafranca. L’iniziativa dell’ex consigliere della VI Circoscrizione Mario Biancuzzo prosegue senza sosta e raccoglie anche illustri sostenitori, come l’attore Ninni Bruschetta che ha firmato la petizione. “Ad oggi – dice Biancuzzo – settemila persone dimostrano spontaneamente quanto siano stanchi ed avviliti nel pagare l’assurdo pedaggio a Ponte Gallo, bretella ricadente all’interno della stessa città di Messina. Questa ennesima raccolta firme rappresenta il secondo tentativo per portare all’attenzione delle Istituzioni la necessità impellente di abolire il pedaggio imposto da 51 anni in una località della città di Messina che dovrebbe chiamarsi Ponte Gallo o Messina Nord. Si considera – aggiunge Biancuzzo – che tassare i vettori in transito in entrata e uscita dalla bretella a Ponte Gallo significa ingannare e sostituire la realtà dei fatti per che questo pedaggio non si trova all’interno del Comune di Villafranca ma si trova a Messina e a Messina gli altri svincoli: Giostra, Boccetta, Gazzi, Tremestieri, San Filippo, Messina Centro, Tremestieri non hanno il pedaggio da far pagare”.

“Stop al pedaggio e alle discriminazioni”

“Quindi basta alle discriminazioni – prosegue l’ex consigliere – a danno di una parte di un territorio della città che deve pagare un pedaggio impossibile da spigare per che è talmente assurdo e fazioso che ha come conseguenza impedito ai villaggi collinari e rivieraschi della riviera nord della città di Messina di crescere e svilupparsi. Chiaramente ci sono delle responsabilità ben precise: politiche, istituzionali, amministrative. Questa volta, dopo la raccolta firme, consegnerò alla Procura della Repubblica l’intero carteggio che ho raccolto in 38 anni e che documenta il sordomutismo degli preposti affinché non avvenisse questo ingiusto pagamento del pedaggio. E’ giunta l’ora di riportare legalità anche nella zona nord della città di Messina. Basta pagare 1 euro e 20 per uscire ed 1 euro 20 per rientrare nella stessa abitazione”.

Articoli correlati

3 commenti

  1. Gli enti preposti con la raccolta firme… Per farsi sentire ci vorrebbero delle manifestazioni ben più efficaci. E gesti efficaci come andare ai caselli e non pagare è poi con le multe fare una Class Action.

    4
    4
  2. Piuttosto che togliere il pedaggio faranno una colata di cemento per spostare di venti metri lo sbocco attuale dello svincolo ed essere per un millimetro nel territorio di Villafranca. Vedrete….

    2
    2
    1. E’ più facile che chiudano il minisvincolo, aperto all’epoca solo per favorire gli abitanti di messina nord

      1
      1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007