Si "accende" il Natale a Piazza Cairoli, nel ricordo di Fifì e Nanna. - Tempostretto

Si “accende” il Natale a Piazza Cairoli, nel ricordo di Fifì e Nanna.

Rosaria Brancato

Si “accende” il Natale a Piazza Cairoli, nel ricordo di Fifì e Nanna.

venerdì 07 Dicembre 2018 - 14:33
Si “accende” il Natale a Piazza Cairoli, nel ricordo di Fifì e Nanna.

L'accensione dell'albero e delle luci, alle 19, sarà un momento di raccoglimento nel ricordo dei fratellini Messina morti nel rogo della loro abitazione. Ricco il programma di eventi programmati da Messina Incentro grazie ad un gruppo di imprenditori ed esercenti

A vincere è stata la squadra. Solo così è stato possibile superare gli ostacoli dei tempi ristretti e del difficile contesto economico che non consente al Comune di dare apporto se non in termini di servizi.

Se nella serata dell'Immacolata si “accenderà” il Natale a Piazza Cairoli, dando l’inizio ad una serie di eventi che si concluderanno il 6 gennaio, è stato possibile solo grazie ad un lavoro di squadra ed alla voglia di un gruppo di imprenditori ed esercenti di rimboccarsi le maniche. L’inaugurazione sarà inoltre un momento di raccoglimento nel ricordo di Fifì e Nanna, i due piccoli fratelli Messina scomparsi nel tragico rogo della loro abitazione in via dei Mille. Non sarà infatti la “Festa” dell’ accensione, ma il gesto di accendere le luci sulla piazza, sull’Abete, sul villaggio di Babbo Natale e sulla Ruota Panoramica, sarà accompagnato da un ricordo e una preghiera per due stelle che continueranno a brillare nel cielo messinese.

A presentare gli eventi sono stati questa mattina in conferenza stampa a Palazzo Zanca l’assessore Pippo Scattareggia, il presidente dell’associazione Messina Incentro Lino Santoro Amante, il presidente della IV circoscrizione Alberto De Luca, Cristina Rossitto Puglisi dell’associazione Invisibili.

Come evidenziato dal giornalista professionista Davide Gambale, portavoce dell’associazione Messina Incentro “Il Natale si farà grazie ai privati che stanno sostenendo tutte le spese ed all’assessore Scattareggia che ha messo pazienza e disponibilità. Non ci sarà la Festa nel senso del termine, ma un momento di raccoglimento in ricordo di Fifì e Nanna alla presenza del vescovo monsignor Di Pietro. Sono già in calendario una serie di eventi che coinvolgeranno sia i più piccoli che un pubblico più adulto, con alcuni spettacoli di grande richiamo”.

In programma una serie di iniziative per i bambini e poi 5 eventi serali con il coro di voci bianche “Biancosuono”, lo spettacolo con Salvo La Rosa, la band Kaneba, la corale “Eugenio Arena”, le “Glorius Vocal Quartet” ed il 28 il Gospel di Laura Wilson & Nu Movement nella chiesa di Santa Caterina Valverde dedicato ai fratellini Messina (il ricavato della serata sarà devoluto a due istituzioni, una scelta dalla Chiesa ed una scelta dalla famiglia Messina). Non potranno mancare gli zampognari, vero e proprio “pallino” del sindaco De Luca. Previsti anche eventi con l’associazione Informa donna.

Finalmente è tornato un abete di Natale a Piazza Cairoli- ha commentato l’assessore Scattareggia– In questi anni abbiamo visto di tutto, ma finalmente è tornato un albero vero. Devo ringraziare l’associazione Messina Incentro perché dopo il passo indietro della precedente associazione “Piazza Cairoli”, che aveva deciso di dettare i tempi su tutto, sono riusciti in poco tempo a realizzare eventi importanti. La Ruota Panoramica quest’anno è pazzesca, è altissima, è attrezzata anche per i diversamente abili. Il villaggio di Babbo Natale vedrà presenti anche le associazioni di volontariato. L’esempio di questi imprenditori, che si sono sobbarcati tutti i costi, sta diventando contagioso perché Messina si sta risvegliando e anche nei villaggi ci saranno manifestazioni”.

E’ stato il presidente dell’associazione Messina Incentro a ringraziare gli imprenditori che hanno consentito l’allestimento della piazza: “Quando ho letto la mail di Bellantone che annunciava in modo inspiegabile il passo indietro dell’associazione della quale facevo parte rispetto al Natale non ci ho pensato su neanche un attimo- ha detto Lino Santoro AmanteMai avrei fatto lo stesso. Mi ha telefonato Francesco Barbera e mi ha detto: vai avanti e ti sostengo, basta che non fai un mercatino. Voglio un Natale dedicato ai più piccoli. Da quel momento in pochi giorni ho ricevuto chiamate da commercianti e imprenditori di via Tommaso Cannizzaro, via Ugo Bassi, piccoli e grandi nomi, tantissimi, con la voglia di fare qualcosa. Mi spiace solo che a mancare all’appello siano stati gran parte degli esercenti di Piazza Cairoli. Ma noi andiamo avanti, sarà un grande Natale”.

I maggiori sponsor sono Caffè Barbera, Caselli, Fontalba, Mollura CelerTrasporti, Orazio Gugliandolo petroli, Deutsche Bank, Gazzetta del sud ed un ringraziamento è andato anche ad AlbaLux per l’allestimento dell’albero che avrà 30 mila led (e potrà alternare luci fredde o calde nel corso delle settimane).

L’associazione ha compiuto un piccolo miracolo visti i tempi ristretti- ha commentato il presidente della IV circoscrizione Alberto De Luca– E’ importante in questo periodo di grande depressione economica rimboccarsi le maniche. Aggiungo che sarà isola pedonale anche la via Sacchi, al momento solo temporanea ma la nostra richiesta è definitiva. Lì c’è un asilo, il gabinetto di lettura, può diventare un’area di eventi di vario genere. La dedicheremo ai fratellini Messina”.

Il 22 dicembre a Piazza Cairoli dalle 17 alle 19 si svolgerà infine, come annunciato da Cristina Rossitto Puglisi la sesta edizione della consegna dei giocattoli organizzata dagli Invisibili “Quest’anno a causa del gran lavoro che stiamo destinando a Benefit pensavamo di non riuscirci, invece grazie all’associazione Morgana che vede impegnati tanti studenti universitari, il 22 dicembre riusciremo a donare i giocattoli. L’anno scorso erano 1.500, i nostri sponsor sono i messinesi, che hanno un cuore immenso. Ringrazio Messina Incentro perché la depressione non è solo economica, ma anche sociale e piscologica ed è importante vedere le luci intorno e respirare aria di festa. Il bene porta bene”.

Anche quest’anno basterà portare in dono un giocattolo (anche usato) presso l’associazione Morgana in via del Vespro (lunedì-mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18).

L’associazione inoltre organizza il 19 dicembre all’Officina la “Notte del regalo”: invece del biglietto d’ingresso basterà portare un giocattolo per entrare nel locale.

Rosaria Brancato

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007