Concorsi truccati all'università, si sgonfia la "pista" messinese - Tempostretto

Concorsi truccati all’università, si sgonfia la “pista” messinese

Alessandra Serio

Concorsi truccati all’università, si sgonfia la “pista” messinese

Tag:

martedì 02 Agosto 2022 - 13:16

21 indagati finali a Palermo per i concorsi al Policlinico. Stralciata la posizione dell'allora specializzando a Messina

PALERMO – Non c’è il filone che riguarda Messina tra le carte dell’inchiesta della Procura di Palermo sui concorsi truccati all’Università, sfociata ad aprile scorso nell’arresto di padre e figlia, rispettivamente ex chirurgo e docente e chirurgo in servizio al policlinico Paolo Giannacone di Palermo.

Gli inquirenti palermitani hanno concluso gli accertamenti e notificato l’avviso di chiusura delle indagini a 21 indagati, i due arrestati ed altre 19 persone tra medici, docenti e agenti. Stralciata invece la posizione di Leonardo Gulotta, specializzando a Messina. Inizialmente sospeso, il Riesame aveva revocato l’interdizione e poi l’obbligo di firma.

Resta indagato invece il padre Gaspare Gulotta e Mario Adelfio Latteri del Dipartimento di discipline chirurgiche, oncologiche e stomatologiche, principali protagonisti dei fatti scoperti dai Nas dei Carabinieri, che hanno svelato i retroscena di cinque concorsi, secondo l’accusa pilotati. Tra gli indagati inizialmente nel mirino, anche un docente ordinario allora in servizio a Messina, componente di una commissione d’esame.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007