Repressione venditori abusivi, sequestri all'alba in piazza Duomo e al Vascone - Tempostretto

Repressione venditori abusivi, sequestri all’alba in piazza Duomo e al Vascone

C. C.

Repressione venditori abusivi, sequestri all’alba in piazza Duomo e al Vascone

C. C. |
martedì 25 Settembre 2018 - 14:25
Repressione venditori abusivi, sequestri all’alba in piazza Duomo e al Vascone

Sequestrate dalla sezione annonaria della Polizia municipale tre grosse gabbie al mercato, incatenate e tassellate. In piazza Duomo sono state rimosse ben 13 carrozzine

Il blitz contro l’abusivosmo è scattato alle prime luci dell’alba in piazza Duomo e nella zona esterna al mercato Vascone. Ad eseguirlo, la sezione Annonaria del Corpo di Polizia municipale di Messina.

Nell’area adiacente il mercato sono state rimosse tre grosse gabbie, incatenate e tassellate. In piazza Duomo gli uomini della Polizia municipale hanno portato via ben 13 carrozzine usate dagli ambulanti. Anche queste erano ben “custodite” con catene e lucchetti. Per portare via tutto il materiale sequestrato sono stati riempiti ben due cassoni messi a disposizione dalla MessinaServizi.

Il sindaco Cateno De Luca ha parlato di una “imponente azione di repressione del fenomeno dei venditori abusivi” in due aree importanti della città.

Tag:

3 commenti

  1. Adesso si può passare alle autovetture ed ai motocicli abbandonati ovunque, anche sui marciapiedi.

    0
    0
  2. Mentre su viale Europa e Contesse gli abusivi proliferano indisturbati rendendo Messina simile a una città nord africana

    0
    0
  3. Abbìamo osservato tutti, increduli, negli ultimi anni, piazza Duomo ridotta a una kasba o mercatino rionale. Ci chiedevamo, ormai rassegnati, per quale ragione l’amministrazione ambientalista per antonomasia non interbenisse per ripristinare il decoro almeno nel centro storico della città. Incapacità, strafottenza, indifferenza. Perchè l’amministrazione precedente abbia lasciato fetere piazza Duomo resta un mistero senza risposta. Onore al merito pwr il sindaco ch, senza fregiarsi ipocritamente di falsi appellativi, procede nella sua azione di ordinaria amministrazione. Abbiano un poco di vergogna gli attori del precedente disastro e rispettino un dignitoso silenzio.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007