“Il Teatro a Messina e Taormina negli anni ‘70”, cronaca di un amore - Tempostretto

“Il Teatro a Messina e Taormina negli anni ‘70”, cronaca di un amore

Domenico Colosi

“Il Teatro a Messina e Taormina negli anni ‘70”, cronaca di un amore

sabato 24 Ottobre 2015 - 07:57

Presentato il volume scritto a quattro mani dal critico teatrale Gigi Giacobbe e dallo scrittore e regista Rocca Familiari. Inaugurata la mostra “Donne” di Pietro Mantilla

Alberto Arbasino invitava tutti gli intellettuali prigionieri di stereotipi, piccole invidie e meschini provincialismi a compiere una gita a Chiasso: uscire dai patri confini per un sano confronto con le fertili culture straniere, lì dove la riscrittura e il superamento della tradizione non erano fatalmente considerati reati di lesa maestà. Gigi Giacobbe, critico teatrale tra i più attenti ed acuti dell’intero Meridione, ha più volte messo in pratica l’insegnamento arbasiniano: viaggi a Londra, Avignone e Parigi per vivere in prima persona i fermenti del teatro sperimentale e di ricerca, le innovazioni, gli incontri con i maggiori interpreti della scena internazionale.

Protagonista negli anni settanta con lo scrittore e regista Rocco Familiari dei primi vagiti del Teatro Struttura di Messina (esperienza spartiacque nell’intera storia culturale cittadina ed antesignana del Festival Teatrale Internazionale di Taormina), Giacobbe ha oggi raccolto documenti, fotografie e testimonianze dirette per raccontare la svolta intellettuale che compì una città ancora priva del Teatro Vittorio Emanuele, i cui lavori di ristrutturazione furono ultimati solo nel 1985. Dall’attività messinese di Adolfo Celi ai lavori di Massimo Mollica per approdare alle rivoluzioni espressive sessantottine: lungo excursus condotto attraverso un’approfondita intervista di Giacobbe allo stesso Rocco Familiari, “Il Teatro a Messina e Taormina negli anni ‘70” (Edizioni Pungitopo) si pone come base autorevole per analizzare con accuratezza e da una prospettiva privilegiata il passato e il presente del mondo intellettuale messinese nel secondo dopoguerra. Nella gradevole presentazione ufficiale del volume tenutasi giovedì nella Sala Sinopoli alla presenza dei due autori, tra piacevoli aneddoti e la polverizzazione di ogni cerimoniale, hanno partecipato i professori Dario Tomasello e Rosalba Gasparro, il presidente del Teatro Vittorio Emanuele Maurizio Puglisi ed il direttore artistico della prosa Ninni Bruschetta.

Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito è stata inoltre inaugurata la mostra “Donne” di Pietro Mantilla (a cura di Saverio Pugliatti), prima di una lunga serie di esposizioni ospitate nei locali dell’ex biglietteria del Teatro.

Domenico Colosi

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007