Castelmola. La piazza principale frana, via libera al finanziamento da 2 mln - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Castelmola. La piazza principale frana, via libera al finanziamento da 2 mln

Carmelo Caspanello

Castelmola. La piazza principale frana, via libera al finanziamento da 2 mln

mercoledì 16 Gennaio 2019 - 14:57
DISSESTO IDROGEOLOGICO
Castelmola. La piazza principale frana, via libera al finanziamento da 2 mln

CASTELMOLA – La buona notizia da Palermo è giunta poco prima di mezzogiorno. Alla Regione è stato definito il progetto per il finanziamento da 2 milioni di euro per la messa in sicurezza del costone Cuculunazzo, alla cui sommità sorge la piazza centrale di Castelmola, che lo scorso 5 gennaio ha rischiato di crollare in seguito ad una frana.

L’importante opera dei rocciatori, per la messa in sicurezza del luogo è iniziata da due giorni ed è stata rallentata dalle avverse condizioni meteo. Ma altrettanto importante è giungere al consolidamento definitivo della parete rocciosa e di piazza “Sant’Antonino”, che passa dal ministero dell’Ambiente. Il sindaco Orlando Russo si è recato personalmente a Palermo presso l’Ufficio competente per il dissesto idrogeologico, diretto da Maurizio Croce, dove nel corso di un tavolo tecnico è stata siglata la convenzione per l’avvio dell’iter che porterà al finanziamento dei 2 milioni di euro.

E’ dal 2013 che la precarietà del costone crea apprensione tra i cittadini di Castelmola. “Devo ringraziare il presidente della Regione Musumeci – ha commentato al termine dell’incontro il sindaco Russo – per il suo intervento immediato. Grazie anche alla Protezione civile perché con celerità ha predisposto l’ordinanza di somma urgenza per scongiurare il crollo della piazza”. I rocciatori sono intervenuti in seguito al sopralluogo tecnico del Dipartimento regionale di Protezione civile. Stanno realizzando una struttura “a cuscinetto” “il cui scopo – spiega il primo cittadino – è quello di stoppare lo smottamento della parte di piazza interessata dal fenomeno franoso. Ci riteniamo fortunati – chiosa Russo – perché non è accaduto l’irreparabile. Ma è necessario realizzare le opere di messa in sicurezza di un’area nevralgica per la nostra cittadina. E devo dire che da parte delle istituzioni ho notato serietà, impegno e concretezza”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x