Montemare, il comitato promotore non si arrende: "Il referendum si farà" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Montemare, il comitato promotore non si arrende: “Il referendum si farà”

Montemare, il comitato promotore non si arrende: “Il referendum si farà”

sabato 24 Novembre 2018 - 09:29
Montemare, il comitato promotore non si arrende: “Il referendum si farà”

Per il comitato non c'è alcuna irregolarità che può fermare la consultazione referendaria per creare il nuovo comune autonomo. Quello di ieri è solo una sospensione, ma hanno già scritto a Palermo chiedendo di annullare il provvedimento firmato dall'assessore Bernardette Grasso

Il Comitato Montemare non ci sta. Dopo la sospensione da parte dell’assessorato regionale alle Autonomie locali del referendum fissato per il prossimo 16 dicembre per la secessione di alcuni villaggi della zona nord di Messina, i promotori del nuovo comune autonomohanno immediatamente scritto alla Regione chiedendo la revoca della nota con cui l’assessore Bernardette Grasso ha fermato il referendum, tenendo in considerazione il ricorso del sindaco De Luca e la richiesta dello stesso sindaco di non andare avanti con la consultazione referendaria almeno fino a quando non ci sarà l’esito di questo ricorso.

«Si prende atto con estrema sorpresa della decisione dell’Assessorato di sospendere il Referendum già fissato per il 16 dicembre. La sorpresa è data soprattutto dal fatto che, per Legge, in presenza di un ricorso al Presidente della Regione, debba essere il Presidente a decidere sulla richiesta di sospensione, previo parere del Cga.

Due giorni fa abbiamo inviato le nostre deduzioni, e ieri, senza attendere le determinazioni del Presidente, l’Assessore sospende il decreto, ponendosi in netto contrasto con quanto aveva detto e scritto lo scorso agosto».

Il Comitato ha dunque chiesto che sia ritirata la decisione di fermare il referndum, e spiega che n ogni caso si tratta di una sospensione, al massimo un rinvio, perché il referendum si farà ed il comitato si opporrà con tutte le proprie forze ad ogni colpo di mano dal sapore politico.

«Il referendum alla fine si farà comunque, malgrado le opposizioni. È un diritto di queste comunità esprimersi su questo progetto. La procedura è regolare, tanto che già la Regione è stata costretta una prima volta a tornare sui propri passi (concedendo il referendum a seguito del nostro ricorso al Tar contro un primo illegittimo diniego). Oggi lo stesso staff legale del sindaco non trova una sola violazione al punto che è costretto a chiedere che la Corte Costituzionale rimuova la legge che abbiamo rispettato».

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007