Firenze: “Bel Messina, abbiamo imparato dagli errori". Emmausso: "Che emozione il gol"

Firenze: “Bel Messina, abbiamo imparato dagli errori”. Emmausso: “Che emozione il gol”

Simone Milioti

Firenze: “Bel Messina, abbiamo imparato dagli errori”. Emmausso: “Che emozione il gol”

Tag:

sabato 09 Dicembre 2023 - 23:50

Post partita il catanese Frisenna ha detto: "Dopo due vittorie più fiducia in noi". Modica assente fa parlare il campo. L'allenatore Lucarelli: "Il gol subito in quel modo brutta botta"

MESSINA – Il Messina non vinceva il derby contro il Catania in campionato da 20 stagioni. Era il febbraio 2004 e si giocava in Serie B quando vinse per l’ultima volta in casa per 3-0. Una grande vittoria davanti ad una grande cornice di pubblico a quasi vent’anni di distanza. In sala stampa Marco Firenze, impiegato da regista e autore di una grande prestazione, e Michele Emmausso, che con la rete questa sera, che ha deciso la partita, diventa il capocannoniere della squadra. Sale a quota quattro reti in stagione e stacca Plescia, che è fermo a tre. Anche Giulio Frisenna, che è cresciuto a Catania e sentiva molto questa partita, parla con i giornalisti. Assente per la seconda volta consecutiva, dopo un post partita in casa, l’allenatore del Messina Giacomo Modica. Tramite l’ufficio stampa della società, il mister fa sapere che “fa parlare il campo”.

Firenze: “Grande passo in avanti mentalmente”

Queste le dichiarazioni di Marco Firenze: “Siamo partiti un pochino contratti perché c’era tanta tensione e ci tenevamo tanto tutti noi. Ci siamo sciolti col passare dei minuti e abbiamo fatto una partita importante sotto l’aspetto mentale, un passo in avanti grandissimo. Può essere una svolta che ci darà tanta consapevolezza, abbiamo battuto una squadra forte, andavamo più veloci di loro. Nel periodo in cui le cose non sono andate bene, abbiamo pagato i risultati negativi arrivati di seguito, che ci hanno tolto certezze. Dovevamo invertire la rotta e domenica scorsa era fondamentale vincere anche in modo brutto. Oggi grande partita pure sotto il livello tecnico, loro hanno giocato palla lunga mentre noi spesso siamo usciti fraseggiando. Il campionato è ancora lunghissimo e siamo ancora in tempo. Dobbiamo portare a casa più punti possibili, abbiamo imparato dai nostri errori. Mi piace questo ruolo: più tocco la palla, più entro in condizione e sono contento di giocare davanti la difesa. La vittoria deve essere il punto di partenza per la squadra. Non dobbiamo pensare di aver fatto chissà cosa. E pensiamo alla trasferta di Potenza, che sarà difficile, e dove dobbiamo cercare di vincere. Abbiamo vinto il derby e siamo contenti. Abbiamo dimostrato che meritiamo qualcosa in più”.

Emmausso: “Partita da raccontare in futuro”

Michele Emmausso, autore del gol partita, si esprime così: “Un’emozione indescrivibile: segnare nel derby, davanti ai nostri tifosi, è una cosa che bisognerà raccontare anche in futuro. Sono veramente felice, per la squadra, la società, la gente che ci segue, abbiamo meritato questa vittoria. In questa squadra ci sono giocatori bravi e non potevamo continuare con quel trend negativo. Due partite e due vittorie importanti e meritate, poi vincere dopo vent’anni un derby è incredibile. Non posso ripetere cosa ci siamo detti nello spogliatoio nel nostro momento negativo. Riguardo la partita credo sia stata molto equilibrata nel primo tempo, nella ripresa non perché sono di parte credo abbiamo meritato di più”.

Frisenna: “Ora abbiamo più fiducia”

Così Giulio Frisenna dopo la gara: “Ci tenevamo per la gente e abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. Siamo contenti di essere riusciti a vincerla. Sicuramente, con queste due vittorie, abbiamo acquisito più fiducia in noi stessi e possiamo essere più liberi mentalmente. Come ho già detto, abbiamo bisogno di continuità di risultati. Sono stato a Catania e devo dire che qui si sente di più questa partita e lo dimostra anche il comportamento della tifoseria. Sono contento per la squadra e per i tifosi, che siamo riusciti a portare dalla nostra parte”.

Lucarelli: “Senza l’errore poteva finire in pareggio”

L’analisi del tecnico del Catania Cristiano Lucarelli: “Abbiamo fatto tante partite in pochi giorni con la Coppa e ci mancavano tanti giocatori importanti. Ci sono stati degli infortuni in un momento per noi importante perché questa partita lo era. Ho esagerato io nel preparare i ragazzi perché, essendo stato in questa terra, so cosa vuol dire Messina – Catania dalla parte giallorossa. La squadra nel secondo tempo si è un po’ smarrita. Per la partita che era possibile fare in questo campo, senza la nostra ingenuità, sarebbe finita in pareggio. Per come abbiamo preso il gol è stato una botta. Questa partita deve essere l’esempio in negativo per non sbagliare in futuro”.

2 commenti

  1. Si e no avete giocato bene 20 minuti …il resto solo confusione, livello di tattica e preparazione atletica bassa … Gli ultimi 10 minuti più recupero non vedavate l’ora che finisse…trovando tre mila scuse per perdere tempo. In ogni caso complimenti per la vittoria

    0
    0
  2. Vedo che le partite si cambiano quando entra qualche attaccante che di solito sta in panchina, mentre alcuni che non rendono come dovrebbero sono sempre titolari e non escono nemmeno durante una pessima prestazione. Il tecnico è meglio che non parli, scaricava responsabilità ad alcuni che non sudavano la maglia. Comunque forza Messina e complimenti a tutta la squadra.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007