Il Messina ha vinto e deve ripartire continuando su questa strada

Il Messina ha vinto e deve ripartire continuando su questa strada

Simone Milioti

Il Messina ha vinto e deve ripartire continuando su questa strada

Tag:

lunedì 04 Dicembre 2023 - 11:20

In settimana delle piccole accortezze, poi il Messina è tornato al gol senza prenderne. Non parliamo di crisi risolta ma ottime indicazioni su come proseguire sono arrivate

Settimana scorsa era decisiva per il Messina, nella partita contro l’ultima in classifica era obbligatorio fare risultato. La società non si è fatta mancare nulla dall’amichevole infrasettimanale, a cui ha assistito il presidente, all’allenamento sul terreno del “Franco Scoglio”, al viaggio in aereo per arrivare a Teramo. Delle accortezze che non sappiamo siano servite a fare la differenza o se la squadra, dopo il purgatorio delle ultime partite, era finalmente pronte a venire fuori da un periodo molto negativo. Resta il fatto che è così che dovrebbe andare sempre, chiamiamole delle attenzioni da cui ripartire.

Parla il campo alla fine ed è tornato finalmente il gol e la vittoria, prima volta in stagione tra l’altro in cui il Messina non fa penare i suoi tifosi tenendoli col fiato sospeso nel finale, contro Avellino e Giugliano la differenza era stata minima di una sola rete, questa per 2-0 è stata la più larga della stagione. Ma oltre ad averli fatti il Messina è tornato a non prenderli, Fumagalli ci ha messo il suo in almeno due occasioni per tenere la porta inviolata, il rigore parato a Costantino e in pieno recupero il colpo di testa respinto ad Ekuban, ma la difesa si è mossa meglio mettendo spesso in fuorigioco gli attaccanti del Monterosi Tuscia che sicuramente non sono i più temibili del girone.

La vittoria non illuda, ecco cosa tenersi stretto

Gli episodi sono girati, lo hanno detto anche i protagonisti. Ed in effetti al Messina viene fischiato rigore contro, sbagliato, e poco dopo un rigore a favore, segnato, ma queste più che prove sembrano essere delle indicazioni della positività che è tornata ad aleggiare, almeno per una partita, sulla formazione di mister Modica. Non bisogna certo illudersi che i problemi siano risolti, anzi forse questa partita ha dimostrato un’ulteriore volta con certezza che la squadra non è esattamente all’altezza. È stata fatta una buona partita, ma mai dominata, contro l’ultima in classifica che ha quindi i suoi problemi e lacune, quasi a voler significare che il Messina attualmente purtroppo vale quelle posizioni e può dimostrare il proprio valore con squadre al suo stesso livello.

Parliamoci chiaro bisognerà comunque ricorrere al mercato, anche arrivassero risultati contro Catania, Potenza e Monopoli nelle ultime partite prima della sosta e contestuale inizio del mercato di riparazione. Al tempo stesso però la trasferta di Teramo ha dato indicazioni su cosa non può mancare in ogni partita del Messina: le parate di Fumagalli e comunque la grinta del portiere biancoscudato; il piede di Firenze, buona partita per lui davanti la difesa e dal suo angolo nasce il primo gol, bisogna sfruttare i suoi piazzati e per farlo deve essere in campo; l’estro di Emmausso, al di là del rigore, che comunque bisogna essere freddi per segnare, il raddoppio del Messina nasce dal suo lancio immediato in profondità per Ragusa, un’altro che deve tornare a certi livelli, il suo scatto e l’aver saltato il portiere avversario ha fatto e può fare la differenza.

Le dichiarazioni post partita di Firenze ed Emmausso

Firenze, schierato titolare in regia ha così commentato dopo la partita: “Non era una partita facile a livello mentale, sia per noi che per loro. Siamo stati bravi e gli episodi sono girati a nostro favore. Il risultato era importante perché venivamo da diversi risultati negativi e fa bene al morale in vista dei prossimi impegni e soprattutto per affrontare meglio il girone di ritorno. Concludo dicendo che ci fa piacere dedicare la vittoria a Mimmo Franco a cui è nata una bambina”.

Emmausso, tra i più criticati delle ultime settimane e autore della rete del 2-0 dal dischetto ha detto: “Avevamo bisogno di questa vittoria che credo sia meritata, abbiamo fatto qualcosa in più rispetto a loro. Entrambe le squadre venivano da un momento non bello, ma voglio specificare che tutti noi, mister e compagni, siamo stati uniti e compatti, ci siamo rinchiusi senza far sapere nulla di quello che stavamo facendo e ne siamo usciti da questo momento da veri uomini. Il momento negativo lo possono passare tutte le squadre, è stato importante sfatare questo tabù, anche della prima vittoria in trasferta, ma al di là di questo la prestazione c’è stata, abbiamo avuto 6-7 palle goal e meritato risultato finale. Credo che i valori escono sempre alla lunga, le critiche ci stanno però è bello esultare tutti insieme”.

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007