Messina. L'appello della Lega del Cane: "Non deportate i nostri randagi" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. L’appello della Lega del Cane: “Non deportate i nostri randagi”

Giuseppe Fontana

Messina. L’appello della Lega del Cane: “Non deportate i nostri randagi”

venerdì 14 Gennaio 2022 - 07:20

Saranno 101 gli animali che saranno trasferiti a Taurianova dopo l'aggiudicazione del bando pubblicata qualche giorno fa. L'associazione non ci sta e lancia una petizione

MESSINA – “I randagi di Messina, i nostri cani, saranno deportati in un canile calabrese… ora è ufficiale”. A scriverlo su facebook è stata la pagina ufficiale di Amici del Cane Onlus, che ha parlato dell’aggiudicazione dei randagi, che saranno in parte “smistati” in un canile calabrese. “Deportati” è il termine utilizzato dall’associazione, che attacca frontalmente il sindaco Cateno De Luca ricordando le sue parole di qualche mese fa. Il primo cittadino aveva detto che “i nostri cani rimarranno a Messina” il 20 dicembre 2019, ma oggi a oltre due anni di distanza arriva l’aggiudicazione. Un colpo “forte per tutti i cittadini che amano gli animali d’affezione e che ne hanno risposto e non vogliono vengano deportati”, scrive Amici del Cane Onlus. L’associazione chiede un intervento “prima che avvenga l’irreparabile” e rivolgendosi al sindaco domanda: “Perché ancora una volta si é riproposto un bando non consono alla sua promessa?”

101 cani saranno trasferiti a Taurianova

Il documento protocollato e redatto dal Dipartimento Servizi Ambientali parla di “aggiudicazione del servizio di canile per la durata di un anno tramite accordo quadro con più operatori”. Gli operatori in questione sono due. Una è proprio la Lega Nazionale per la Difesa del Cane – Sezione di Messina, che nel canile Millemusi di Castanea potrà continuare ad ospitare 320 animali, per un importo massimo di 362.430,40 euro l’anno (oltre l’IVA al 22 per cento). 3,103 euro per cane e per giorno, recita il documento. L’altro, invece, è il Rifugio Canino Il Parco srl con sede a Taurianova, a cui andrà “il numero di cani che eccedono i 320 come indicati nei documenti di gara”. Importo massimo: 190.73,60 euro. 101 i randagi che saranno trasferiti e per cui l’associazione ora combatte. Lo fa anche tramite una petizione sul sito change.org con cui vuole fermare quello che sarebbe “un ulteriore trauma” per animali già “condannati dalla vita”.

Un commento

  1. I vostri cani.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007